27 marzo 2011

my skin care routine

Era da un po' che volevo fare questo immenso post, un po' per recensire alcuni prodotti che sto usando e un po' per parlare della mia (appunto) beauty routine.
Premessa: io sono passata da usare zero prodotti (ebbene sì), a usarne parecchi. Se non li ho mai usati prima era per pura pigrizia e una leggera convinzione di fondo che non mi servisse nulla, anche in alcune zone che invece necessitavano parecchia cura. Dovunque io abbia iniziato a usare prodotti, ho visto decisi miglioramenti quindi credo di avere imboccato una strada corretta.
Altra premessa è il fatto che dove posso, cerco di essere il più possibile eco-bio, senza perdere di vista l'effetto "performante". Questo ovviamente vuol dire che ho parecchi prodotti di compromesso.


CORPO
Mentre ogni tanto mi scappava di mettere una crema viso, sul corpo proprio non mettevo mai niente. Eppure fin da quando ho memoria, ho sempre avuto delle gambe proprio brutte (cicciose, con cellulite e ruvide... unica cosa positiva? assenza di qualsiasi tipo di pelo o_O) che avrebbero avuto bisogno di una cura quasi "d'urto".
La prima cosa che ho usato sulle gambe è stata la Somatoline notte. L'avevo già usata anni fa con buoni risultati e ho voluto riprovarla in concomitanza con il mio mettermi a dieta. Se la volta precedente, la situazione era migliorata e poi tornata come prima (come le mie abitudini alimentari al tempo), questa volta i risultati sono stati più duraturi. Ma c'è un ma: non sono mica convinta che la Somatoline abbia fatto chissà che lavoro, perchè l'ho combinata con così tanti fattori (dieta che mi ha fatto perdere circa 9 kg, tantissima acqua, circa 90 minuti di cyclette al giorno e il massaggio che facevo tutte le sere mettendo la crema), che non posso essere certa di quanto sia merito suo e quanto degli altri fattori. Dopo una analisi dell'INCI ho iniziato a pensare che abbia fatto decisamente poco ed è il motivo per cui non me la sento di consigliarla.
Dato che comunque la somatoline non può essere una crema "tutti i giorni", mi sono trovata con il problema e il terrore che a non applicare nulla sarei tornata come prima, ho preso una saggia decisione, ovvero usare una comune crema idratante un po' "potenziata" e continuare con il massaggio serale vedendo se la cosa poteva funzionare altrettanto bene.
Ho scelto di usare la crema nutriente (aloe e passiflora) della Esselunga, che avevo comprato tempo prima lasciandola sola e abbandonata perchè la profumazione non era abbastanza profumata XD Scema io, è una crema meravigliosa. Idrata tantissimo, ha un INCI di tutto rispetto (naturale, non eco-bio) e costa poco per tanto prodotto (3,99 euro x 300 ml). L'ultimo fattore non è cosa da poco, perchè mettendo la crema tutte le sere su una superficie così estesa, se usassi qualcosa di più caro e (come succede spesso) con meno prodotto dentro) sarei costretta a spendere abbastanza e frequentemente.
Usata pura è molto corposa e idratante, lascia un po' di scia bianca ma nulla che un sanissimo massaggio non possa far assorbire. Necessita di qualche minuto per assorbirsi completamente. Non ha un odore particolare, sa di crema ma volendo si può personalizzare con poca fatica. Io l'ho usata sia pura, sia rafforzata con degli oli (mandorle dolci, jojoba o germe di grano), cosa che la rende più idratante ancora e le fa fare meno scia bianca. Le mie ultime aggiunte sono state alcune gocce di OE di pompelmo, che pare faccia qualcosa per cellulite e ritenzione idrica. Non so se abbia qualche effetto, ma ha dato al prodotto un buonissimo sottofondo agrumato come profumo. Questo è un prodotto che promuovo alla grande, ha letteralmente cambiano le mia gambe rendendole morbidissime e assolutamente idratate. Non credevo nemmeno di poter ottenere gambe del genere, sinceramente.
Con il resto del corpo ho fortunatamente molti meno problemi, anzi, potrei dire di avere una bella pelle che non richiede praticamente nessun tipo di idratazione se non la minima indispensabile. Al momento, con grande felicità, sto usando la lozione corpo alla lavanda della Lavera (150 ml x circa 9 euro). E' una crema ottima. Nonostante la dicitura "lozione", è bella cremosa e densa. Lascia una leggera scia bianca, ma si spalma e si assorbe con facilità. Dura parecchio, perchè basta poco prodotto. Il profumo è molto intenso e piacevole.

MANI
Questa è la parte che mi ha dato decisamente più problemi. Avevo alcune confezioni mini di creme comprate tempo fa da Bottega verde che dovevo smaltire, quindi ho furbescamente evitato di comprare e utilizzare altri prodotti. In tutto ho provato tre creme con effetti decisamente inquietanti rispetto al loro INCI.
La prima crema utilizzata è quella della linea al miele. Nonostante venga definita una crema "leggera" io mi ci sono trovata davvero bene. Non commento la questione morbidezza, che è facilmente riconducibile alla presenza dei siliconi, quanto quella della "riparazione" che ho trovato decisamente buona. Io ho le mani che facilmente si arrossano a causa del freddo (con tanto di screpolature e piccole ferite) e una gatta che adora mordermi e graffiarmi. Questa crema, con una applicazione costante prima di andare a dormire, in pochi giorni leniva i rossori e cicatrizzava più velocemente le ferite.
La seconda crema provata invece, nonostante sia quella con l'INCI migliore, è quella che mi ha dato risultati peggiori, ovvero quella alle proteine del riso. Primo lato negativo, soggettivo, è il mio mal sopportare le creme a vasetto. Preferisco mille volte i tubetti sia per una questione igenica, sia di praticitità quando ho le unghie leggermente lunghe. L'ho trovata troppo liquida e unta rispetto alle altre e soprattutto ci metteva tantissimo tempo ad asciugarsi. Ora, sono a consocenza del fatto che una cosa più unga più idrati, ma è un discorso che posso sopportare per qualsiasi parte del corpo, tranne per le mani. Sono incapace di stare ferma quindi per me è sgradevole dover stare ad aspettare con le mani ferme che si asciughi. Il profumo non mi piace assolutamente, ma anche questo è soggettivo. Infine, i risultati sono stati pessimi: i rossori persistevano e le ferite pure. Praticamente come non aver messo nulla, se non fosse per la palla di dover aspettare l'asciugatura.
La terza crema, quella alla Allantoina che sto usando in questo periodo, si avvicina molto ai risultati ottenuti mediante la prima crema. Si asciuga in fretta, lasciando le mani leggermente unte, ma non troppo.
L'unica differenza tangibile tra queste creme (a parte la presenza dei siliconi etc) è la posizione della glicerina. Che sia questa la risposta?

Edit: nel frattempo, da quando ho iniziato a scrivere questo post, ho acquistato la crema mani nutriente dell'Esselunga linea gabbiano (2,99 euro x 100 ml di prodotto). E' buonissima, è diventata la mia preferita in assoluto. Non solo perchè tra quelle provate possiede uno degli INCI migliori, ma anche per la consistenza e per il risultato. E' bella densa, ne basta pochissima ma si asciuga veramente in fretta lasciando le mani ben idratate. Il profumo è gradevole ma non sa di niente di particolarmente riconoscibile (ovvero, non sa di mandorle, nonostante si parli di "estratto di mandorle", ma chi è un po' scafato con le cose naturali sa che i principi attivi non hanno niente a che vedere con il purfum che può essere di tutt'altro genere, vedi molte creme Lavera). Confezione a tubetto, per far stare bene Alessandra che odia gli altri tipi di contenitori. Stra-approvata.

VISO
La routine del viso è quella forse più complessa. Al momento ho messo un poco da parte gli oli, perchè (come anche le tre biofasi) credo che serva un periodo di stacco per non stressare la pelle.
Per struccarmi uso un latte detergente bio di una marca francese, acquistato in un supermercato (a prezzo ridicolo, mi pare meno di 5 euro per 200ml). Odio di francesi perchè su certe cose vivono veramente nell'eldorado =_= Strucca meno bene dei prodotti non bio usati nei miei trascorsi precedenti, e anche meno bene dell'olio, ma in un certo senso è sicuramente più delicato e comunque funzionale.
Ultimamente sto anche provando un idrolato (quello di lavanda selvatica) acquistato su Aromazone e utilizzato come tonico, dopo aver lavato il visto con un sapone delicato. Seguendo un consiglio letto non so dove (o forse me lo sono proprio inventato, boh), dopo aver spruzzato in faccia l'idrolato, applico la crema prima che esso si sia asciugato. E' una sperimentazione troppo recente per poter dare dei giudizi in merito, ma sicuramente trovo la mia pelle più idratata e morbida.
Tuttavia, il prodotto in assoluto più nuovo che sto utilizzando in questo periodo è sicuramente la crema viso XD Avendo io una pelle decisamente bella e fortunata, non ho mai sentito la necessità di utilizzarne una. In realtà credo che al di là della mia sensazione superficiale, una crema viso sia un ottimo alleato per proteggere la pelle da tanti attacchi esterni (tra cui il freddo, lo smog...), anche se questa non richiede soluzioni a problemi specifici. Anche qui, come in altre categorie, avevo prodotti da "smaltire" a cui ho deciso di dare la precedenza proprio per poter poi sperimentare lidi maggiormente ecobio.
In tutto ho sperimentato tre creme e con tutte mi sono trovata abbastanza bene. Faccio quindi una panoramica su qualità più oggettive che altro.
La prima è la crema alle mandorle di Bottega verde, una cremina siliconica ma nemmeno così tanto brutta. E' parecchio densa, ma decisamente non pesante. Si asciuga veramente in fretta e lascia la pelle setosa per parecchio tempo. Non mi ha dato nessun problema ed è forse la crema più idratante che ho provato. Quale sia poi la causa dell'idratazione, quello non lo so. Ma l'effetto superficiale è davvero bello.
La seconda è la crema all'aloe e azulene della Fitocose. Questa crema mi piace e non mi piace. Io avevo voluto evitare creme troppo corpose, in quanto essendo naturali la densità sarebbe corrisposta a una reale "pesantezza" a livello di attivi e grassi. Purtroppo sono finta con il provare una crema fin troppo leggera. Sia chiaro, per idratare idrata, ma non abbastanza. L'effetto dura poco poco, le zone screpolate rimangono tali e non la trovo perfetta nemmeno come base trucco. Insomma, credo funzioni come crema viso estiva, quando si ha la necessità di una crema meno corposa, perchè tutto sommato è una buona crema e fa il suo piccolo lavoro. Altrimenti non mi sento di consigliarla.
La terza crema che al momento attuale non uso più fa parte della stessa linea del latte detergente comprato in Francia. E' una cremina davvero poco costosa che cito perchè vorrei aprire un discorso più generale su qualcosa che ho notato. E' una credenza scema pensare che l'ecobio (e qui servirebbe anche un discorso su cosa E' ecobio e cosa no, perchè molti sono convinti di poter ficcare pure Bottega Verde e l'Erbolario in questa categoria) sia una strada costosa, perchè molte volte con le giuste informazioni è decisamente più abbordabile di altri prodotti sintetici. Anche facendo il confronto con marche che scontano selvaggiamente qualsiasi loro prodotto (partendo però da prezzi esosissimi), a volte la differenza di prezzo è di pochi euro contro una netta differenza qualitativa. E' però anche vero che andare a caccia del prezzo basso basso nell'ecobio non sempre è una furbata. Senza pensare a ingredienti che possano far danno, è però vero che una crema che deve mantenere alcuni standard di qualità ma deve costare poco, dovrà per forza usare materie prime di poco pregio, quindi poco idrantanti, poco funzionali etc... Insomma, si rischia di comprare un prodotto che ha una bella certificazione sulla carta, am che poi in realtà dà veramente poco alla pelle. Quindi è sempre bene informarsi prima e imparare che non sempre naturale è sinonimo di "poco dannoso" o di "gran risultato". Anche qui ci sono diverse gradazioni.
Infatti con questa terza crema (che comprai ancora da inesperta) ottenni esattamente questo: una crema con proprietà probabilmente simili all'acqua fresca. Sicuramente non danneggia e meglio questa che niente, ma con qualche euro in più avrei potuto prendere una crema decisamente più nutriente e funzionale.
Edit: come per la crema mani della Esselunga, nel frattempo ho aperto e iniziato a usare anche la crema Fluide n°1 della Aromazone. Stupenda anche questa. Certo, andrà testata sul lungo periodo, però mi ci trovo divinamente. A livello di consistenza è a metà tra quella di Bottega verde e quella della Fitocose. Rispetto a quella all'Azulene e Aloe è decisamente più densa e idratante, e paradossalmente si asciuga prima. Per me che non ho particolari richieste (*) trovo che sia una ottima crema, soprattutto visto il prezzo e l'INCI. Promosso anche il contenitore con la sua pratica "pompetta". Promossa a pieni voti anche come base per il minerale: il risultato è semplicemente ottimo.
Infine, le ultime sperimentazioni le sto facendo nel campo delle maschere viso, soprattutto dopo aver ricevuto il mio meraviglioso pacchetto di aromazone. In particolare mi sento di consigliare caldamente questa maschera, che opacizza la pelle in modo celestiale, senza seccarla ma al contrario lasciandola incredibilmente morbida e asciutta.

DEODORANTE
Per la seconda volta nella vita mi trovo a usare questo deodorante roll-on di Bottega Verde alle proteine della seta. La prima volta non mi era andata molto bene: all'inizio funzionava, poi dopo un po' mi aveva mollato alla grande. Ho voluto riprovare, dopo l'ennesima irritazione dovuta a deodoranti potenti in ogni senso, e forse complice il tempo freddo e le mie abitudini alimentari cambiate totalmente, questa volta sta durando di più o almeno mi sembra sia così. E' molto delicato, non macchia i vestiti e ha un odore piacevole. Il costo è ottimo, soprattutto dato che si può avere facilmente in sconto. Tuttavia trovo che l'argomento deodorante sia troppo personale perchè una recensione d'uso serva veramente a qualcosa. Sicuramente può essere indicativa, ma credo sia l'unico argomento in cui per esempio, io non potrei MAI affidarmi a qualcosa di completamente eco-bio.

(*) inizio a pensare che soprattutto a livello di creme per il corpo, chiedere qualcosa di più dell'idratazione è sciocco. Non perchè non sia possibile, ma perchè raramente fa ottenere risutati tangibili e veloci come la maggior parte della gente richiede. Se lo fa, ci troviamo nel caso analogo a quello dei rassodanti per il seno con dentro i fissatori usati per le fiale per capelli. Ho provato diverse creme che promettevano risultati incredibili per prezzi esorbitanti, è nella maggior parte dei casi (per non dire sempre), il loro effetto era pressochè inesistente... e nemmeno idratavano. La "mera" idratazione in sè, abbinata a uno stile di vita sano (aka: fare attività fisica!), permette di avere un corpo più tonico con veramente poco.

4 commenti :

  1. Della crema mani di Esselunga ho sentito faville, peccato che io qui non abbia l'Esselunga e sento parlar bene di parecchi prodotti.

    RispondiElimina
  2. Sì, purtroppo l'esselunga non è semplice da trovare. pure qui in piemonte non è semplicissima da raggiungere...
    E' una crema ottima, soprattutto se si considera quanto poco costa!

    RispondiElimina
  3. Pensa che io la crema all'Azulene la trovo troppo pesante e la uso solo di notte...

    RispondiElimina
  4. LOL Ma hai la pelle grassa? E dire che pare essere una delle creme meno pesanti di Fitocose...

    RispondiElimina