28 novembre 2011

C'è chi dice no: Glossybox

Prendendo a prestito il titolo della meravigliosa rubrica di Report.
Non ho letto molti pareri dubbiosi riguardo la Glossybox. Per lo più ho visto entusiasmo per un servizio che aveva spopolato altrove e non era ancora giunto a noi.
Personalmente questo servizio mi è subito risultato indifferente per una serie di motivi:
  • Odio tutto quello che è abbonamento. Mi ricorda quelle tessere per cui si è obbligati a comprare qualcosa di tanto in tanto. E sebbene venga detto che ci si può disiscrivere senza difficoltà (io però il contratto non l'ho letto, quindi mi affido alle voci), la cosa mi dà sui nervi. Sopporto l'abbonamento a Sky (che però non pago io XD), perchè so cosa mi offre domani e cosa mi offrirà tra mesi, ma abbonarmi a qualcosa di cui non so nulla...
  • Il prezzo non è clamoroso, anzi. Trovo sia onesto. Però mi chiedo: se per due mesi di fila la glossybox offrisse solo prodotti che non ci piacciono o non ci interessano, non sarebbero 28 euro *sprecati*? Su tre prodotti mensili, è sempre probabile che tutto ci piaccia, ci soddisfi? Qui dipende molto dalla flessibilità di chi fa l'abbonamento. Io sono stra-selettiva. Direi che la GB non fa per me.
  • L'idea di avere in casa prodotti che non uso (o non voglio usare), mi rattrista. Anche quella di dover costringere famigliari a usarli per finirli o (peggio) di regalarli.
  • C'è chi ama la sorpresa, io personalmente la detesto. Preferisco sapere chiaro e tondo cosa mi attende.
  • E' vero che 14 euro al mese non sono tanti... ma sono sempre 14 euro per qualcosa che non avremmo comprato. Io sono molto selettiva negli acquisti: leggo recensioni, guardo gli inci... Difficilmente faccio prove a random. Questo perchè sono essenzialmente taccagna e, prima di iniziare a lavorare e quindi guadagnare in autonomia, avevo un rispetto abbastanza forte per i soldi che mi venivano dati dai miei (per dire, vedi tuo padre lavorare anche la domenica tutto il giorno, non sei molto portato a buttarli in scemate). Il discorso del "tanto li avrei spesi in altre cose" mi suona strano: non è detto che nonostante la GB si continuerà a comprare altre cose aggiungendo solo 14 euro in più al calderone (e potrebbe essere, dato che ci saranno casi in cui la GB ci potrà deludere e non piacere)? E non sarebbe meglio scegliere mese per mese in cosa quei 14 euro ci servono?
  • Leggo gli inci e sono contro i test sugli animali. Questo mi taglia fuori già brutalmente XD
Con questo, sia chiaro, non giudico nessuno. 14 euro non sono tanti e se li può permettere anche chi lavora. Senza contare che con il proprio denaro ognuno fa quello che vuole. Ma l'idea che girasse sul web anche un parere discorde, mi faceva piacere. Ci sono tante persone che sono in bilico tra l'idea di abbonarsi o meno, e magari leggere entrambe le sponde può essere utile.

26 novembre 2011

Tea House Moon

Un po' di free-style facendomi ispirare da una delle mie canzoni relax preferite, Tea-House Moon di Enya.




Ovviamente è venuto fuori un look freddo XD Per avere dei riflessi un po' particolari, prima di applicare gli ombretti, ho usato come base Tilt di MAC applicato con un pennello morbido da sfumatura. Questo ha aggiunto dei leggeri riflessi blu-viola all'ombretto applicato sopra, il taupe più chiaro della palette Oscar della Pupa (collezione di Clio.). Per una volta, si vede anche dalle foto.
Come eyeliner ho usato un ombretto nero opaco mischiato con un po' Wrapped up, un ombretto della Oh so special (sleek) che potremmo definire un taupe violaceo. Sulla piega ho usato Glitz, sempre della Oh so special.
Sulle guance e labbra mi sono tenuta il più possibile sul naturale: English rose.

Lista dei prodotti usati:

Urban decay Primer Potion
Palette Oh so special Sleek (ombretto nero e panna opachi)
Ombretto Tilt, MAC
Matita Luminelle Yves Rocher (nera)
Eyeliner Midnight in Paris Essence (nero)
Mascara nero Multi Action Essence + Volume Top Coat Kiko
Fondotinta Medium Neutral di Aleguaras + cipria Hollywood Neve Cosmetics
Blush English Rose della Neve cosmetics (usato anche sulle labbra con un gloss trasparente)

24 novembre 2011

Rose Noir ( + possibile dupes di Odyssey by MAC)

Parafrasando il nome del rossetto di MAC che sto al momento bramando: Film noir.

Finalmente una giornata di sole in cui le foto vengono fuori decentemente! Peccato che la mia carnagione sia "smorto da esami" XD
Questo trucco ha in sè parecchie caratteristiche che me lo rendono simpatico. E' facile e veloce, alla fine sono giusto due ombretti e un po' di eyeliner. E' riproducibile con qualsiasi altro colore (e infatti avevo fatto qualcosa di simile usando il giallo per gli Hufflepuff). E' ovviamente riproducibile senza roba MAC e dopo le foto darò qualche idea per eventuali sostituzioni. E' elegante ma non noioso, sofisticato ma non troppo elaborato. E' un trucco semplice senza essere naturale.
Insomma, spero vi piaccia quanto piace a me.



Dopo aver applicato la base, ho passato con un pennello grosso un ombretto carne opaco per aiutarmi con le sfumature. Poi ho applicato il pigmento Rose bagnato insistendo soprattutto sulla palpebra mobile. Per la riga di eyerliner, prima ho passato con un pennello angolato dell'ombretto nero opaco in modo da rendere la linea più sfumata, poi ho ripassato l'attaccatura delle ciglia con l'eyeliner in gel e un pennello piccolo.
Sulle guance non potevo non usare English Rose, della trucco minerale, applicato in abbondanza (è molto modulabile). Infine, sulle labbra il mio amatissimo Odyssey semplicemente picchiettato per dare una coprenza non troppo decisa.

In mancanza del pigmento Rose (che comunque io possiedo in modalità campioncino), come alternative mi vengono in mente i due rosa presenti nella palette Original della Sleek, o qualcosa come Summertime o Oro rosa della Neve cosmetics. Rose è un rosa (ma pensa!) abbastanza deciso con dei riflessi dorati. Qualsiasi cosa che lo ricordi può funzionare egregiamente.
Non credo esistano rossetti simili a Odyssey... d'altronde non avrei speso 18 euro per un rossetto pieno di dupes XD Se avete un MAC vicino o state per andare in un luogo con un MAC, provatelo! E' un rossetto bellissimo e stra-particolare. Anche abbastanza democratico, con un riflesso bluastro che aiuta a far sembrare i denti più bianchi.
Se però proprio non vi va di spendere così tanto per un rossetto, potete comprare la matita per labbra della Essence in Soft Berry che è praticamente uguale. Non dà il medesimo risultato (d'altronde è una matita per contornare, non un rossetto), ma si può raggiungere qualcosa di molto simile magari applicando prima del burrocacao e dopo del gloss trasparente.
Qualche foto dimostrativa:





Diciamo che tolti i riflessi, la matita soft berry è praticamente un dupes di Odyssey. Alla luce del sole, Odyssey, essendo un prodotto molto più cremoso, ha dei meravigliosi riflessi viola-blu che alla matita mancano completamente (essendo opaca).

Lista dei prodotti usati:


Urban decay Primer Potion
Palette Oh so special Sleek (ombretto nero e panna opachi)
Pigmento Rose di MAC
Matita Luminelle Yves Rocher (nera)
Eyeliner Midnight in Paris Essence (nero)
Mascara nero Multi Action Essence + Volume Top Coat Kiko
Fondotinta Medium Neutral di Aleguaras + cipria Hollywood Neve Cosmetics
Blush English Rose della Neve cosmetics
Rossetto Odyssey di MAC
Matita per labbra Essence in Soft berry

20 novembre 2011

Keira, again (parte III o ennesima)

Ho voluto di nuovo rifare il famoso trucco delle pixiwoo ispirato al classico smokey marrone-bronzo di Keira Knightley. Ne ho approfittato anche per provare il nuovo ombretto di Aleguaras dedicato a questa attrice, dato che ce l'avevo da un bel po' ma non lo avevo ancora usato in modo degno (in questo caso l'ho usato come colore scuro all'esterno e sotto l'occhio).



Ovviamente a me piace molto, ed è anche parecchio autunnale.

Lista prodotti usati:
Urban decay Primer Potion
Matita Luminelle Yves Rocher (nera)
Ombretto Keira di Aleguaras e Palette Storm e Oh so special della Sleek
Eyeliner Midnight in Paris Essence (nero)
Mascara nero Multi Action Essence + Volume Top Coat Kiko
Fondotinta Medium Neutral di Aleguaras + cipria Hollywood Neve Cosmetics
All Over (bionde) della Essence, linea Sun club
Gloss di una vecchia collezione essence, colore nude

05 novembre 2011

Shoes madness

Penso sia più o meno da questa estate che ho iniziato a comprare scarpe come si deve. E con "come si deve" intendo investendoci sopra, perchè mi sono resa conto che purtroppo o per fortuna, nel settore scarpe più spendi più guadagni in termini di resa, di comodità, di durtata etc. Chiaramente il discorso ha sempre le sue eccezioni, ma, almeno nel mio caso, credo di aver trovato la quadra, ovvero una marca che mi soddisfa praticamente sempre.
Ovviamente i prezzi rimangono alla mia totale portata, difficilmente spendere più di 100 euro per un paio di scarpe. Non potrei nemmeno permettermelo.

Quest'anno ho deciso di rottamare parecchie scarpe ormai vecchie e brutte e di conseguenza ho rinnovato il settore. Ho puntato molto sugli stivaletti, che trovo comodi e utili d'inverno.

Il primo paio che posto solo le più vecchie che possiedo, prese circa un anno fa. Ho un ricordo tenero di questi stivaletti perchè sono stato il primo paio di scarpe costose mai comprato in vita mia (non ricordo se 70-80 euro) e furono un regalo da parte dei miei per la mia laurea. Le volevo tanto perchè mi faceva impazzire il colore ma anche il modo in cui si chiudevano sulla caviglia. Il tacco è abbastanza alto (10-11 cm mi pare), ma la scarpa è fatta bene: ci si cammina una meraviglia e non affatica il piede. Dentro ha dei cuscinetti per ammortizzare l'altezza.
Purtroppo essendo scamosciate non sono adatte a essere indossate con la pioggia, ragion per cui quest'anno ho investito su tessuti diversi.



Uno degli investimenti di quest'anno è stato un paio di stivaletti adatti alla neve. Abitando in piemonte, il problema presto o tardi si sarebbe fatto sentire e dato che il vecchio scarponcino da neve era stato buttato perchè in condizioni disperate, ho optato per qualcosa di nuovo.
Essenzialmente volevo qualcosa di bello da vedersi, da usare quindi anche con le gonne e non da nascondere sotto i pantaloni (a che pro che poi si inzuppano?). Volevo un po' di tacco, perchè nana sono e nana resto. Volevo qualcosa con una suola adatta. E che fossero caldi... chiedevo troppo?


Li amo follemente ._. Sono così rock...
Sono praticamente perfetti e rispondevano a tutte le mie richieste folli. Unico problema: il prezzo non proprio economico. Non avevo intenzione di spendere cifre astronomiche, tuttavia mi sono resa conto in fretta che questo tipo di scarpa si divideva essenzialmente in tre gruppi: quelle brutte, quelle care, quelle brutte e care. Laddove il modello sembrava decente e il prezzo anche, erano i materiali ad essere scadente (plastica, uh!). E d'altronde uno non può avere tutto dalla vita.
Visto che abito in piemonte e non in sicilia, e la neve non si può proprio dire che sia scarsa e rara, ho deciso di fare questa follia.
La suola è perfetta per climi umidi (pioggia, neve, grandine XD). Il tacco è largo ma alto, quindi non sembro l'ottavo nano e allo stesso tempo non rischio di uccidermi.

Il terzo paio è stato un puro sfizio, ammetto.


In negozio le guardavo con gli occhi a cuore, in modo tanto intenso che alla fine mia madre me le ha regalate.
Credo siano un buon compromesso tra uno stivaletto un po' elegante e uno da neve: la suola è adatta, il tacco un po' meno. Sono comodissimi e scaldissimi. Ovviamente il pelo che spunta non ricopre l'intera scarpa, ma l'intera caviglia sì. Non pensavo di essere il tipo di persona da comprarsi un paio di scarpe pelose LOL

Loro, gli stivali alti. Luv.



Li amo profondamente, profondamente.
Avendo il problema del polpaccio grosso (anche ora, nonostante la dieta), per me trovare un paio di stivali alti rimane una ricerca abbastanza complessa. Purtroppo quelli dritti che si chiudono solo con la cerniera sono per me inavvicinabili. Ho optato per questo modello che è fatto per scivolare sul polpaccio, ed è quindi leggermente più ampio. Su di me arrivano tranquillamente al ginocchio e riesco anche a metterli sopra i pantaloni.
Sono bellissimi e comodissimi, nonostante l'altezza non sia poca (11 cm). Ho investito il mio primo mini-stipendio per comprarli (99 euro), ma credo ne sia valsa la pena!

Passando a tutto quello che non è stivale, quest'anno ho anche deciso di comprare un paio di serie decoltè nere. Ne avevo un paio, ma erano basse, non comodissime e decisamente instabili. La ricerca è stata un po' traumatica, perchè tutte quelle che mi piacevano erano troppo strette sulla pianta. Alla fine ho recuperato queste per un prezzo decisamente modesto, anche se devo ammettere che non brillano per comodità. I suoi principali problemi stanno nella punta stretta e nella mancanza di plateu.


Le mie ballerine invernali contano ben due esemplari XD
Quelle nere di pelle, comprate dall'Oviesse lo scorso anno per un prezzo veramente ridicolo:


Sono morbidissime, praticamente delle ciabatte. Hanno come unico difetto quello di non avere tacco, quindi a lungo andare potrebbero dare fastidio.
Il secondo paio è invece colorato:


Nonostante sembrino più scure, sono viola. Queste invece hanno un po' di tacchetto. Purtroppo mi sono un filo troppo grandi ._. Ho il piede piccino ç_ç
Mentre lo scorso anno le portavo di più, quest'anno le ho un po' lasciate indietro. Preferisco di gran lunga girare con i tacchi, purchè siano comodi ovviamente. Inoltre non sembre le ballerine si adattano a quello che indosso, e non parlo a livello di stile. Per esempio, se metto un paio di jeans stretti, una ballerina tende ad accorciarmi e a inciccionirmi, mentre il tacco fa altri miracoli ottici. 



Lo scorso anno ho anche preso gli stivali da pioggia, anche loro trovati a prezzo ultraconveniente (meno di 20 euro). Era da un po' che li volevo, purchè fossero un filo originali e non mono-colore. La loro comodità è infinita, soprattutto per me che amo (letteralmente) camminare sulle pozzanghere. Lo scorso anno, o meglio quasi 10 kg fa, potevo metterli solo con le gonne, ora non ho problemi a usarli anche con i jeans. Il loro unico difetto è non tenere caldo, quindi vanno indossati con dei calzettoni piuttosto spessi e caldi.

L'ultimo paio è la mia certezza più forte. Le mie scarpe da ginnastica XD


Sporche (una volta erano bianche). Usate. Morbide. Praticamente con il mio calco all'interno. Le amo.
Quando voglio essere comoda, prendo loro. Inutile mentirsi: nessun tacco sarà comodo come una scarpa da ginnastica usata da una vita.

02 novembre 2011

My halloween night

Niente di originale, ho semplicemente copiato qualcuno più bravo e originale di me XD
Sono abbastanza convinta che questo genere di trucco funzioni un filo meglio su chi ha gli occhi chiari, perchè dà un tocco *vampiresco* al tutto. Ma non mi lamento, il viola-borgogna sugli occhi nocciola funziona comunque alla grande.

L'ho riadattato un po' a quello che possedevo e credo che la differenza maggiore stia nel fatto che ho usato un Long lasting stick eyeshadow della Kiko come base, il numero 5. Per il resto ho usato varie palette di ombretti: la storm e la oh so special della Sleek e la 88 colori shimmer. Sulle labbra ho applicato Black Cherry della Nyx.