05 novembre 2011

Shoes madness

Penso sia più o meno da questa estate che ho iniziato a comprare scarpe come si deve. E con "come si deve" intendo investendoci sopra, perchè mi sono resa conto che purtroppo o per fortuna, nel settore scarpe più spendi più guadagni in termini di resa, di comodità, di durtata etc. Chiaramente il discorso ha sempre le sue eccezioni, ma, almeno nel mio caso, credo di aver trovato la quadra, ovvero una marca che mi soddisfa praticamente sempre.
Ovviamente i prezzi rimangono alla mia totale portata, difficilmente spendere più di 100 euro per un paio di scarpe. Non potrei nemmeno permettermelo.

Quest'anno ho deciso di rottamare parecchie scarpe ormai vecchie e brutte e di conseguenza ho rinnovato il settore. Ho puntato molto sugli stivaletti, che trovo comodi e utili d'inverno.

Il primo paio che posto solo le più vecchie che possiedo, prese circa un anno fa. Ho un ricordo tenero di questi stivaletti perchè sono stato il primo paio di scarpe costose mai comprato in vita mia (non ricordo se 70-80 euro) e furono un regalo da parte dei miei per la mia laurea. Le volevo tanto perchè mi faceva impazzire il colore ma anche il modo in cui si chiudevano sulla caviglia. Il tacco è abbastanza alto (10-11 cm mi pare), ma la scarpa è fatta bene: ci si cammina una meraviglia e non affatica il piede. Dentro ha dei cuscinetti per ammortizzare l'altezza.
Purtroppo essendo scamosciate non sono adatte a essere indossate con la pioggia, ragion per cui quest'anno ho investito su tessuti diversi.



Uno degli investimenti di quest'anno è stato un paio di stivaletti adatti alla neve. Abitando in piemonte, il problema presto o tardi si sarebbe fatto sentire e dato che il vecchio scarponcino da neve era stato buttato perchè in condizioni disperate, ho optato per qualcosa di nuovo.
Essenzialmente volevo qualcosa di bello da vedersi, da usare quindi anche con le gonne e non da nascondere sotto i pantaloni (a che pro che poi si inzuppano?). Volevo un po' di tacco, perchè nana sono e nana resto. Volevo qualcosa con una suola adatta. E che fossero caldi... chiedevo troppo?


Li amo follemente ._. Sono così rock...
Sono praticamente perfetti e rispondevano a tutte le mie richieste folli. Unico problema: il prezzo non proprio economico. Non avevo intenzione di spendere cifre astronomiche, tuttavia mi sono resa conto in fretta che questo tipo di scarpa si divideva essenzialmente in tre gruppi: quelle brutte, quelle care, quelle brutte e care. Laddove il modello sembrava decente e il prezzo anche, erano i materiali ad essere scadente (plastica, uh!). E d'altronde uno non può avere tutto dalla vita.
Visto che abito in piemonte e non in sicilia, e la neve non si può proprio dire che sia scarsa e rara, ho deciso di fare questa follia.
La suola è perfetta per climi umidi (pioggia, neve, grandine XD). Il tacco è largo ma alto, quindi non sembro l'ottavo nano e allo stesso tempo non rischio di uccidermi.

Il terzo paio è stato un puro sfizio, ammetto.


In negozio le guardavo con gli occhi a cuore, in modo tanto intenso che alla fine mia madre me le ha regalate.
Credo siano un buon compromesso tra uno stivaletto un po' elegante e uno da neve: la suola è adatta, il tacco un po' meno. Sono comodissimi e scaldissimi. Ovviamente il pelo che spunta non ricopre l'intera scarpa, ma l'intera caviglia sì. Non pensavo di essere il tipo di persona da comprarsi un paio di scarpe pelose LOL

Loro, gli stivali alti. Luv.



Li amo profondamente, profondamente.
Avendo il problema del polpaccio grosso (anche ora, nonostante la dieta), per me trovare un paio di stivali alti rimane una ricerca abbastanza complessa. Purtroppo quelli dritti che si chiudono solo con la cerniera sono per me inavvicinabili. Ho optato per questo modello che è fatto per scivolare sul polpaccio, ed è quindi leggermente più ampio. Su di me arrivano tranquillamente al ginocchio e riesco anche a metterli sopra i pantaloni.
Sono bellissimi e comodissimi, nonostante l'altezza non sia poca (11 cm). Ho investito il mio primo mini-stipendio per comprarli (99 euro), ma credo ne sia valsa la pena!

Passando a tutto quello che non è stivale, quest'anno ho anche deciso di comprare un paio di serie decoltè nere. Ne avevo un paio, ma erano basse, non comodissime e decisamente instabili. La ricerca è stata un po' traumatica, perchè tutte quelle che mi piacevano erano troppo strette sulla pianta. Alla fine ho recuperato queste per un prezzo decisamente modesto, anche se devo ammettere che non brillano per comodità. I suoi principali problemi stanno nella punta stretta e nella mancanza di plateu.


Le mie ballerine invernali contano ben due esemplari XD
Quelle nere di pelle, comprate dall'Oviesse lo scorso anno per un prezzo veramente ridicolo:


Sono morbidissime, praticamente delle ciabatte. Hanno come unico difetto quello di non avere tacco, quindi a lungo andare potrebbero dare fastidio.
Il secondo paio è invece colorato:


Nonostante sembrino più scure, sono viola. Queste invece hanno un po' di tacchetto. Purtroppo mi sono un filo troppo grandi ._. Ho il piede piccino ç_ç
Mentre lo scorso anno le portavo di più, quest'anno le ho un po' lasciate indietro. Preferisco di gran lunga girare con i tacchi, purchè siano comodi ovviamente. Inoltre non sembre le ballerine si adattano a quello che indosso, e non parlo a livello di stile. Per esempio, se metto un paio di jeans stretti, una ballerina tende ad accorciarmi e a inciccionirmi, mentre il tacco fa altri miracoli ottici. 



Lo scorso anno ho anche preso gli stivali da pioggia, anche loro trovati a prezzo ultraconveniente (meno di 20 euro). Era da un po' che li volevo, purchè fossero un filo originali e non mono-colore. La loro comodità è infinita, soprattutto per me che amo (letteralmente) camminare sulle pozzanghere. Lo scorso anno, o meglio quasi 10 kg fa, potevo metterli solo con le gonne, ora non ho problemi a usarli anche con i jeans. Il loro unico difetto è non tenere caldo, quindi vanno indossati con dei calzettoni piuttosto spessi e caldi.

L'ultimo paio è la mia certezza più forte. Le mie scarpe da ginnastica XD


Sporche (una volta erano bianche). Usate. Morbide. Praticamente con il mio calco all'interno. Le amo.
Quando voglio essere comoda, prendo loro. Inutile mentirsi: nessun tacco sarà comodo come una scarpa da ginnastica usata da una vita.

2 commenti :

  1. hai scelto proprio delle belle paia di scarpe/stivaletti :)

    io assolutamente dovrò prendere quelli di gomma...anche oggi ho preso taaaanta acqua!!

    RispondiElimina
  2. condivido il dramma stivali e il piede piccolo, ho provato tutti i modelli di Pittarello, non me ne entra nemmeno un paio ç_ç
    sull'ultima foto ho pensato...che ci fanno le mie scarpe da ginnastica nel suo blog?? sono uguali (anche a livello di consumo xD)

    RispondiElimina