29 marzo 2012

Kiko Bloom Blush in Doll Pink: a review (& comparazione con il Kiko Water Blush)

Sto letteralmente adorando il nuovo blush di Kiko della limitata primaverile 2012, la Blooming Origami.


Questi blush in stick mi convincono molto: sono pigmentati, sono pratici, danno un bellissimo effetto. Io in particolare possiedo la colorazione numero 03 Doll Pink, la più rosata. L'effetto è molto naturale, si stende con molta facilità e occorre veramente poco prodotto per avere un effetto soddisfacente.
Esistono diverse filosofie su come applicarlo. C'è chi preferisce "mediare" il tutto con l'uso delle dita, e chi invece come me ama picchiettare lo stick direttamente sulla guancia. E' vero che così si ottiene un colore fortissimo, ma sfumarlo è veramente semplice grazie alla sua texture molto cremosa. E se questo non dovesse bastare, mi aiuto con un po' di cipria.
La praticità è poi immensa quando si deve creare un beauty da viaggio, in quanto non c'è alcun bisognod di potarsi dietro dei pennelli o altri strumenti da applicazione. Non a caso sta diventando uno dei miei prodotti preferiti da portare dietro quando passo la notte fuori casa e ho bisogno di creare un piccolo beauty molto pratico.
Il prezzo è ottimo. 8 euro sono una cifra assolutamente ragionevole, soprattutto considerato quanto prodotto si ottiene (8 grammi, tantissimo). Lo consiglio spassionatamente a chiunque. Anche le persone con una carnagione più scura della mia non avranno problemi, dato che il colore rimane bello vivo anche una volta sfumato.
L'unica pecca è sicuramente il range di colorazioni disponibili. Trovo discutibile non solo la quantità di marroni presenti (3 su 6 colorazioni in totale), ma anche il fatto che le tonalità delle loro limitate siano sempre le stesse. Non ho preso il blush numero 02 (benchè il colore mi attirasse non poco) perchè è praticamente lo stesso colore del Water Blush in Mandarin Fizz della collezione dello scorso anno che già possiedo. La cosa dopo un po' stufa, perchè c'è il rischio di affezionarsi a colori che già si possiedono. O al contrario, di non riuscire mai a trovare delle colorazioni che siano interessanti perchè ci si ritrova sempre di fronte agli stessi colori.

Per rendere tutto un po' più frizzante, ho fatto una veloce comparazione con la vecchia variante liquida della limitata dello scorso anno (la Kaleidoscopic). Mi sembra che ci troviamo di fronte un netto miglioramento sotto molti punti di vista.
La confezione in stick cremoso permette in primis meno spreco di prodotto. Dosarlo è più semplice, e si evitano situazioni di questo tipo:


Qui il prodotto ha iniziato a uscire anche una volta chiuso con il coperchio andando a depositarsi su quest'ultimo e andando a sporcare il beccuccio. Basta un po' di pressione, perchè esca più prodotto di quanto serve.
Inoltre, la texture cremosa è più pigmentata e gestibile di quella liquida. Il Water blush una volta sfumato andava un po' a perdersi nell'incarnato. Per chi aveva una pelle media-scura, diventava assolutamente inutile e invisibile. Chi - come me - ha la pelle chiara, otteneva un effetto molto naturale ma niente di più.
Il Bloom blush permette sia di avere un look molto naturale sia un effetto più marcato a seconda di quanto prodotto usiamo e di come lo sfumiamo. La pigmentazione è spettacolare. La texture cremosa lo rende molto più facile da stendere e da sfumare, senza che il prodotto sparisca sulla pelle.


Questo swatches fa perfettamente vedere i difetti della vecchia versione. Per realizzarlo, ho sbagliato a premere ed è uscita una quantità esagerata di prodotto. Se però non avessi fatto così, il colore si sarebbe visto molto meno. Il bloom blush invece è frutto di poche passate leggere.


Sebbene la quantità del Water blush fosse maggiore, una volta sfumato si nota come la pigmentazione tenda a perdersi a causa della texture acquosa. Inoltre, si creano delle piccole macchie di colore laddove c'è maggiore pigmeno e meno parte acquosa.

Se devo dare un mio personale parere, mi soddisfano entrambe, ma sicuramente la versione in stick è più interessante e ha una maggiore qualità. Se dovessi dare un voto, dare un 7 al Water Blush e un 9 al Bloom blush.
Sono talmente innamorata del prodotto, che sto valutando di prendere almeno un altra colorazione, probabilmente la 04.
Credo sia un prodotto molto interessate assolutamente meritevole. Promosso!

10 commenti :

  1. A me piace il n°2, se resiste ed arriva fino ai saldi magari lo prendo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' molto bello! Ma troppo simile all'altro che ho già. Anche se - considerata la differenza di qualità - avere pure questo non sarebbe affatto male!

      Elimina
  2. Io ho preso il 2, il 3 e il 6. Non ero riuscita a prendere i water blush l'anno scorso e sono felice di aver preso questi quest'anno: concordo con te su tutto, pigmentati, facili da lavorare e durevoli. Ottimi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai fatto bene ad aspettare alla fine! Questi si sono rivelati di gran lunga migliori.

      Elimina
  3. Ecco, altra cosa che ai saldi comprerò di sicuro... magari sempre in una tonalità pesca o corallo.
    Io amo il mio Water Blush, comunque <3 ho anche io il Mandarin Fizz e mi ci trovo divinamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provali assolutamente, sono fantastici.

      Elimina
  4. Anche io ho il Doll Pink e conocrdo su tutto: è molto carino, pratico e versatile! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Doll pink è un colore adorabile. Fa subito effetto salute!

      Elimina
  5. io spero riforniscano perche' c'e' e' uno dei colori che sembra sparito dal mondo ^^ sto pensando anche io al numero 4 ma non lo so perche' non uso tanto i rossi alla fine...

    RispondiElimina
  6. I blush (insieme ai matitoni) sono effettivament el'unica cosa che mi ispira di questa collezione, l'unica devo sceglier ebene il colore (non so se rischiare di aspettare i saldi o prenderlo prima) perchè oltre ad avere due waterblush (mandarin fizz e pink-qualchecosa con cui io alla fine mi trovo bene) ho anche i due blush in stick della papagena di catrice e non vorrei trovarmi colori cloni.

    RispondiElimina