28 aprile 2012

Once upon a time inspired: the Evil Queen

Vi siete persi il look da Cappuccetto rosso? Male!
Vi siete persi il look da Biancaneve? Male!

Almeno non perdetevi il look da Regina cattiva! The Evil Queen.





Ispirazione presa qui.
Ignorate le ciglia finte che stanno morendo, please. Giurno che ne comprerò presto un altro paio.
Gli occhi, il punto veramente focale di tutto il look, sono uno smokey nero-grigio scuro con giusto un filo di viola prugna per dare un po' di colore nella parte superiore. Sono abbastanza netti, e la cosa migliore è crearsi delle linee guida per non sbagliare.
Sono partita usando un ombretto color carne sfumato su tutta la palpebra, mobile e non mobile. Poi, con un pennello da eyeliner ho tracciato una riga di ombretto nero lungo le ciglia inferiori, e seguendo la linea naturale dell'occhio, ho tracciato una linea che andava verso le tempie: la mia linea guida per poi creare la parte superiore. Seguendo quella linea, con un pennello penna e dell'ombretto nero o grigio scuro ho iniziato a creare un triangolo nell'angolo esterno dell'occhio, sfumandolo verso il centro della palpebra creando un gradiente di colore. Ogni tanto, per aiutarmi nella sfumatura, riapplicavo un po' di ombretto color carne opaco. Con un pennello da sfumatura ho applicato un velo di pigmento viola nel bordo superiore tracciato con il nero. Riga di eyeliner che si congiunge nell'angolo interno dell'occhio con la linea tracciata lungo le ciglia inferiori. Niente nella rima interna. Ciglia finte e mascara.
Le guance sono solo leggermente colorate con un rosa antico molto tranquillo.
Regina porta sempre rossetti sul violaceo (pare sia merito di Capricious di MAC) e Odyssey di MAC mi sembrava la cosa più simile tra quelle in mio possesso. Per attenuare il suo finish frost, ho prima applicato una matita dello stesso colore completamente opaca.

Anche la Evil Queen è fatta. E ora?
Non lo so. Gli altri personaggi non mi hanno ispirato così tanto, ma magari riguardando qui e là potrei trovare qualche spunto interessante. Se avete suggerimenti, fatevi sentire nei commenti!

Lista dei prodotti usati:
Urban decay Primer Potion in Eden
Ombretto in cialda Butterfly Neve cosmetics
Palette Bad girl Sleek
Pigmento Push the edge MAC
Eyeliner in gel Essence in Midnight in Paris
Ciglia finte Essence
Mascara nero Lash Mania Essence
Correttore Kiko Full coverage n°2
Fondotinta Fluido Lavera n°1
Cipria Nude Neve cosmetics
Blush English Rose Neve cosmetics
Matita labbra Essence in Soft berry
Rossetto Odyssey MAC

27 aprile 2012

Once upon a time inspired: Snow White

C'è una strana legge nei blog: a volte i post con meno commenti sono anche quelli con più visite.
In particolare mi riferisco alla mia versione del look di Cappuccetto rosso secondo Once Upon a Time.

In realtà sì, avrei voluto fare una serie con diversi personaggi, però mi sono subito bloccata. Snow white (Biancaneve) praticamente è quasi solo truccata con le ciglia finte, e sapete che per me la cosa era un problema. 
Alla fine ho ceduto: ho comprato un paio veramente economico di ciglia finte della Essence e ci ho provato. L'applicazione mi ha dato meno problemi di quel che temevo, anche la colla data insieme è un po' pacca temo (e le ciglia tendono a non attaccarsi bene soprattutto ai margini, anche qui è successo). Ma non credo sia nei miei futuri prossimi piani comprare una colla più costosa ed efficiente. Dopo tutto, sto ancora sperimentando.

Ed ecco quindi la mia interpretazione di Snow white (mela compresa!).






Per chi ha degli occhi da falco: sì, la ciglia dell'occhio alla vostra destra si sta leggermente scollando dall'interno. Uff.

Passiamo alle cose pratiche: come realizzare un trucco da perfette Snow white. Io mi sono basata soprattutto al personaggio di Once Upon a Time tranne che per qualche particolare. Non amo il film Disnwy e quindi non seguo quell'idea.
Ci sono un paio di cose che devono essere tenute in conto: è chiara di pelle, ha le guanciotte rosse, i capelli scuri, e le labbra belle pigmentate. Ergo, se siete bionde e/o con la pelle scura, non potete essere delle perfette Snow white. Nessuno vi impedisce di tentare, ma l'effetto non sarà mai meraviglioso. Cercate un personaggio più consono al vostro tipo di pelle.
La pelle è chiara e ovviamente perfetta. Quindi la base va fatta alla perfezione. Occorre un fondo coprente, correttore nei punti giusti, tutto da opacizzare stile "bambola di porcellana" con una cipria chiara (io ne ho usata una più chiara del mio tono di pelle). Se non l'avete, mischiatela con un po' di ombretto bianco opaco in polvere (penso a White bunny della Neve).
Gli occhi sono molto naturali, solo vagamente scolpiti da un leggero contouring. Snow white facilmente ha un sottotono rosato freddo, quindi ho evitato marroni caldi, optando per tortora-grigi. Riga di eyeliner e un bel paio di ciglia finte.
Le guance sono belle pigmentate, quindi ho usato il blush in stick della Kiko, applicato direttamente dal tubetto sulla pelle. Ho creato un piccolo cerchio che ho poi sfumato verso le tempie con le dita. Per rendere il tutto più sfumato e naturale, ho rifinito il tutto usando il pennello con cui avevo applicato la cipria senza prendere altro prodotto. Per accentuare il colore, ho applicato un velo di blush in polvere rosato sopra.
Le labbra... La cara Snow non compare praticamente mai con un rossetto rosso, tranne che nella foto promozionale. Probabilmente, l'opzione migliore sarebbe usare un rosso-rosa che dia solo l'idea di labbra pigmentate e in salute. Mi viene in mente il Cyndi dei Viva Glam MAC e la sua versione nella linea permanente On hold (sempre MAC). Un colore del genere sarebbe la cosa migliore. Ma io possiedo il famoso rossetto Snow white di Nyx, e quale occasione migliore di questa per usarlo?
E poi per me il personaggio di Snow white equivale a rossetto rosso, eh!
Ho evitato qualsiasi tipo di contouring: il viso deve sembrare fresco, non completamente finto.

Spero vi piaccia e vi dia qualche buona idea. Il trucco (esagerazioni come le ciglia finte a parte) è comunque un meraviglioso look per qualsiasi momento e occasione.

Lista dei prodotti usati:
Urban decay Primer Potion in Eden
Ombretti 350 Starlight expresso & 270 Grey's Philosophy di Catrice
Matita Pastello in Pioggia della Neve cosmetics
Eyeliner in gel Essence in Midnight in Paris
Ciglia finte Essence
Mascara nero Lash Mania Essence
Correttore Kiko Full coverage n°2
Fondotinta Studio Fix Fluid MAC in NC20
Cipria compatta Maybelline (non più in commercio)
Blush in stick Kiko in Doll Pink
Blush Kiko in Pink Kiss (ed. limitata molto vecchia)
Matita labbra Essence in Red blush
Rossetto Snow White Nyx

26 aprile 2012

Ultimo ordine Neve cosmetics: swatches and some blabla

La scorsa settimana ho fatto un ordine alla Neve cosmetics.
Ho comprato alcuni pennelli, la mia cipria preferita - la Nude - e qualche ombretto - Butterfly (cialda), Skyline e Violetta.
In realtà Violetta mi è stato gentilmente dato in omaggio, una intera full. Ho così potuto dare una occhiata ai colori opachi della Neve, sia in versione polvere libera sia in cialda.
Ovviamente queste sono solo delle prime impressioni, dovute a una breve sperimentazione. In futuro, potrei fare recensioni più approfondite.



La cipria Nude meriterebbe un discorso a parte. Già il solo fatto che dopo aver terminato una mini di prova ho deciso di comprare la full credo dica molto su quanto io la ami. Trovo che sia perfetta per le pelli come le mie, che non hanno grandi problemi di unto, ma che comunque si lucidano e non hanno la pelle completametne secca. Non contiene silica, e secondo me questo è un fatto molto positivo, dato che su questo elemento c'è parecchia discussione se sia dannoso o meno.

Per quanto riguarda gli ombretti, ammetto che sono piacevolmente impressionata per lo più. Butterfly mi sembra più pigmentato e durevole di quanto fossero gli ombretti satinati delle altre palette Neve. La texture è meravigliosa: setosa e sfumabile. Ho scelto questo colore perchè il mio nude opaco sta finendo, e per me è essenziale un ombretto di questo tipo, anche solo per aiutarmi nelle sfumature. Avere una cialda così grande mi dà una certa sicurezza XD 
Se avete bisogno di un colore simile, fateci un pensiero.
Skyline lo avevo già usato qui. Mi era piaciuto così tanto da voler prendere una mini. Riconfermo le buone impressioni: colore bellissimo, particolare, intenso. Si sfuma bene e si applica altrettanto. Trovo che la texture sia buona e lavorabile.
Meno buono è Violetta: già dallo swatches si può notare come l'applicazione tenda a creare delle chiazze. Il problema mi è sembrato minore quando si usa un pennello. Il colore è bello, si sfuma bene... Ma la questione delle chiazze mi convince poco. Gli opachi sono più complicati degli shimmer da lavorare, però credo che in questo caso il problema sia proprio nell'ombretto. Non lo boccio completamente, ma non mi ha lasciato così entusiasta come mi aspettavo.

I pennelli sono tutti buoni, ma si sapeva già. I pennelli Neve rimangono tra i migliori di fascia media: morbidi, cruelty free, forme interessanti, ottima consistenza, prezzo ottimale.
Tra quelli presi, il migliore è sicuramente il London Blending: la forma è molto particolare, più affusolata e morbida di un comune pennello penna. E' a metà tra un pennello da applicazione e uno da sfumatura. Molto interessante, molto funzionale. Lo consiglio spassionatamente.
Il Glossy angled è un ottimo pennello da sfumatura. Molto morbido. La sua forma angolata lo rende ottimale per lavorare soprattutto nella piega esterna. Mi piace molto, ma non lo trovo così originale e così funzionale quanto il London Blending. 
Il Glossy amplify non l'ho ancora provato e ho una specie di intuizione su di lui, che però devo confermare prossimamente (leggi: ho bisogno di qualcosa che non ho qua in casa XD).

La pinzetta è buona. Forse un filo cara (sono l'unica che pensa che una pinzetta dovrebbe costare 1-2 massimo massimo 3 euro?), ma nemmeno così tanto. L'ho usata poco, ma quel poco che ho visto mi è piaciuto. In ogni caso non ho trovato grandi discrepanze con altre pinzette prive di marca comprate a molto meno. Il problema è che le pinzette devono essere comprate da gente che ha un po' di occhio: in quel caso si possono anche fare grandi affari. E a volte è una lunga ricerca. Per chi è poco paziente o poco esperto, questa pinzetta va benissimo.

22 aprile 2012

I love your blog Award

Mi sembra il momento di rispondere al tag-premio dell' "I love your blog", dato che ormai sono stata taggata da più persone anche diversi giorni fa e ormai sarebbe scortese posticipare ancora la faccenda XD
Ringrazio quindi le persone che mi hanno taggata, Misato di A lost girl, Elena di Ere K.'s Beauty Shelf e Shaina Quella Stronza (questo sì che è un signor nick!) di Deduzioni matematiche.


Ecco le risposte.

1. Qual è la tua rivista di moda preferita? 
Non ne compro. Non mi piacciono, sono piene di stereotipi e non so bene quale sia il target a cui sono destinate a volte. Sono delle pubblicità ambulanti con qualche contenuto (di poco valore) nel mezzo.

2. Cantante / band preferita?
Non so davvero come rispondere, perchè io non seguo molto cantanti e band, ma le canzoni. Posso ignorare tutta la discografia di una persona, ma amare follemente una sua canzone e cose così. Senza contare che ascolto proprio di tutto, dalla musica classica al metal. Quindi ecco, non so proprio cosa rispondere. L'unica artista che mi piace a tutto tondo è Enya, pensate un po'...

3. Chi è la tua YouTube guru preferita?
Lisa Eldridge. Anche più delle Pixiwoo, perchè ha una classe prima ancora dell'esperienza e della bravura che mi ammalia ogni volta.

4. Qual è il tuo prodotto makeup preferito?
Gli ombretti e i rossetti. Non saprei proprio scegliere.

5. Dove ti piacerebbe vivere? 
Io sono una delle poche persone che vorrebbero vivere dove vivono ora. Non ho nessuna propensione a trasferirmi chissà dove per poi trovare solo problemi diversi da quelli che affronto qua ogni giorno. La gente si illude che altrove i problemi non ci siano, ma la verità è che sono solo diversi o posti in modo diverso.
Io amo le due città in cui vivo (perchè passo praticamente metà del mio tempo a Torino e metà in provincia) e non cambierei questa realtà se potessi.

6. Qual è il tuo film preferito?
Pride and Prejudice versione 2005.

7. Quante paia di scarpe possiedi?
Mai contante ma sono in costante aumento. Ora come ora credo di superare la decina, ma di essere sotto la ventina. Ma non chiedetemi di contarle per favore.

8. Qual è il tuo colore preferito?
L'azzurro in generale. Nell'arredamento, il bianco e il lavanda. Nel vestire, il rosso.

E ora si tagga!

15 aprile 2012

Makeup through the Decades: a recap

Progetto finito. Sigh. O forse... no? (sono perfida, ho delle idee in mente ah!)
Mi sono divertita tantissimo a fare questa serie di look. Un po' sono quasi dispiaciuta che sia terminato.
Mi divertiva l'idea di poter vedere tutte le varie decadi nello stesso post, una dietro l'altra in ordine, in modo da poter vedere "l'evoluzione" della cosa. Ho scelto una foto per ogni look e trovate anche i link ai rispettivi post nel caso vi siate persi qualche puntata.
Sotto le foto, trovate qualche considerazione sul making of...
 

















 

La decade che ho più amato realizzare forse è stata quella degli anni 50s: adoro l'accostamento di azzurri. Lo trovo molto femminile e sbarazzino.
La decade che ho più odiato per realizzazione sono i 80s. Troppo colore, troppo fluo, bordi troppo netti. Sigh.
La decade che mi ha dato maggiori soddisfazione è stata quella degli anni '30: ho tentato due volte di farla, la prima volta era tremenda. La seconda, in completa improvvisazione mi è piaciuta tantissimo.
La decade che mi ha deluso di più sono stati i 70s. Dal vivo mi piacevano tanto, ma in foto rendono pochissimo. Sigh.
La decade che mi ha più sorpreso in positivo è stata quella dei 60s: pensavo mi sarebbe stato malissimo, e invece mi sono dovuta ricredere. Anche i 90s credevo sarebbero stati orrendi e invece è stato meno peggio di quel che temevo.

Vorrei sentire i vostri pareri! Qual è la decade che vi è piaciuta di più? Quella che vi ha convinto di meno?
Spero che questo progetto sia piaciuto a voi quanto a me ^_^

12 aprile 2012

Violet loves Red

I'm back.
Spero che abbiate passato una felice e serena (soprattutto serena XD) Pasqua.

Torno a voi con una riproduzione di un look visto su internet, fatto dalla bravissima Chienkiri. 
Non avevo praticamente la maggior parte delle cose usate da lei (o forse non ne avevo proprio, lol), ma penso di aver ottenuto un buon risultato in ogni caso.
A differenza sua, ho optato per un rossetto rosso rosso: Russian Red.
Amo moltissimo l'accoppiata viola sugli occhi e rosso freddo sulle labbra.
Il giorno dopo ho riprovato a rifarlo sui toni del blu, ma secondo me non rendeva nello stesso modo.




Lista dei prodotti usati:
Urban decay Primer Potion in Eden
Ombretto Parfait amour
Palette Storm, Oh so special e Original Sleek
Eyeliner in gel Essence in Midnight in Paris
Matita Luminelle Yves Rocher (nera)
Mascara  Multi Action Essence+ Volume Top Coat Kiko
Correttore Kiko Full coverage n°2
Fondotinta liquido Lavera
Cipria Nude Neve Cosmetics
Blush English Rose della Neve comsetics
Rossetto Russian Red MAC

03 aprile 2012

TAG: E’ primavera (ma davvero?)

Ma solo perchè oggi è una giornata di vera noia, ecco un bel tag rubato da queste donzelle (A colourful mess e Misato).
Iniziamo!

1) Qual è l’ultimo acquisto che hai fatto? Una camicetta meravigliosa della linea Baby Angel (Fiorucci per Oviesse). Mi riferisco a questa qua. L'adoro, soprattutto indossata insieme a un paio di skinny e con delle scarpe con tacco. Adoro i pois, adoro il rosso.
2) Quale sarà il tuo must have per la primavera/estate? A livello cosmetico, penso il blush in stick di Kiko di cui ho parlato a profusione qua. Ora lo sto usando di meno solo perchè l'ho portato in sala e ogni volta dimentico di riportarlo in camera (sì, sono pigra). Però mi piace tanto, fa un bell'effetto salute. A livello di vestiti, il rosso e i pois (ah!). E il verde menta, se riusciranno a farmi comprare il vestito a cui anelo (nell'ipotesi mi stia bene, ovvio). A livello di vita in genere, il mio smartphone. A livello lavorativo, l'ergatività. Ah!
3) Unghie lunghe o corte? Corte. A volte mi ricordo anche di mettere lo smalto XD
4) Rossetto o Gloss? Rossetto. Meglio se rosso. Meglio se è russian red.
5) Stivali o sandali? Converse *_* No, seriamente: sandali. Con tacco. Amo gli stivali, però i sandali li trovo esteticamente più belli. Non voglio nemmeno pensare a strane misture di questi due elementi, perchè sono cose inguardabili.
6) Abbronzatura sì o abbronzatura no? Pallore forevva. Giusto mi piace dare un po' di colore alle guance, che fa tanto effetto salute. Ma più di quello non vado. Mi piace essere chiara di pelle.
7) Profumo o acqua profumata? Dato che il profumo non me lo posso (e voglio) permettere, dico acqua profumata. Che è pure rinfrescante XD
8) Stai già pensando alle vacanze estive? Sì, ma per ragioni veramente opportunistiche e apparentemente favorevoli.
9) Occhi o labbra in primo piano? Entrambi, ma in separate sedi.
10) Hai già mangiato il primo gelato della stagione? Chissà quanti mesi fa l'ho mangiato. Forse a febbraio.
11) Borsa che mediti di acquistare? Nessuna.
12) Terra o Blush? Blush.
13) Colore di ombretto preferito in questo momento? Mah... non so. Al momento amo molto il grigio, soprattutto quel tipo di grigio che vira verso il blu (primaverile, eh? XD).
14) Palestra o dolce far niente? Piscina una volta alla settimana e cyclette tutti i giorni. Purtroppo ho il metabolismo di un bradipo. Anzi, il mio metabolismo E' un bradibo.
15) Ombretti mat o shimmer? Opachi.
16) Shorts o mini? Entrambi.
17) Mascara nero o colorato? Nero forevva.
18) Capelli ricci o lisci? Di mio, mosso scemo (per citare qualcuno xD). Quindi, a seconda di come mi gira, o li tiro o li arriccio. Al momento sono solo mossi.
19) Collana, bracciali o orecchini? Orecchini. I bracciali molte volte non li sopporto. E le collane mi piacciono ma non fanno molto per me. Gli orecchini invece mi stanno sempre bene, soprattutto ora che ho tagliato i capelli.
20) Color block, sì o no? Per carità XD
21) Su quale colore punterai? Rosso.
22) Makeup: colori pastello sì o no? Su di me stanno male. Mi fanno quasi malata, a meno di non abbinarli con qualcosa di più deciso. E mi spiace, perchè io adoro i colori pastello (a livello di abbigliamento mi sembra di avere meno problemi).
23) Giornata al mare o in montagna? Vivendo praticamente in montagna e avendo una casa che è ancora più in montagna (ergo, la montagna non è un problema) direi una giornata al mare. Non vedo il mare da TROPPO tempo. E io amo il mare.
24) Fondotinta in estate, sì o no? Io l'ho sempre messo... Quello minerale non mi pesa affatto.
25) Vestitino lungo o corto? Corti. Al ginocchio o sopra. Troppo bassa per permettermi quelli lunghi.
26) Pizzo sì o pizzo no? Adoro il pizzo *_*
27) Vacanze con le amiche o con il ragazzo? Concordo con chi dice che è una scelta limitata. In ogni caso, per me, la via di mezzo: con il mio migliore amico XD

28) Parto con il minimo indispensabile o porto dietro mezza casa? Io sono la dea del bagaglio a mano. Meno porto più mi sento figa. Basta solo organizzare gli abbinamenti e i cambi. Anche a livello di trucco porto sempre e solo l'essenziale (a volte manco quello XD).
29) Colletti mania, sì o no? Eh? O_O
30) Pantaloni fiorati sì o no? Per carità.

Utile, vero?

Studio Fix Fluid di MAC & blateramenti sulle varie tipologie di Fondotinta

Edit del 4 aprile 2012: grazie allo scambio di commenti e di opinioni, siamo arrivate all'idea che il fondotinta di questo campioncino sia diverso rispetto al fondo nella confezione normale. Appena chiarirò la faccenda (facendo delle prove in negozio) vi aggiornerò sulla questione.

 Sappiate che questo fondo è una nota dolente per me. Mi è piaciuto più di quanto avrei voluto.
Sono venuta in possesso di un campioncino dello Studio Fix Fluid di MAC. 


 La tonalità non è proprio perfetta per me, perchè credo di essere un NC e non un NW, però devo dire che la cosa si nota poco e sono riuscita a "tamponare" il problema usando un po' di fondo minerale neutral insieme alla cipria. Devo ammettere che la consistenza di questo prodotto mi fa impazzire. E' incredibilmente leggero (dalle foto immagino si possa dedurre), si spalma divinamente: applicarlo è meraviglioso. La sua consistenza lo rende perfetto anche come fondo estivo, perchè nonostante il caldo è così leggero che non dà problemi.
La coprenza è abbastanza blanda: ho notato che copre i rossori ma non si spinge troppo oltre e un correttore diventa necessario. Per me è perfetto in questo modo, non avendo particolari problemi preferisco evitare fondotinta eccessivamente pesanti che rischiano di dare un effetto finto al viso.
Non dà un effetto opaco, ma nemmeno troppo lucido. Io comunque dopo applico sempre un velo di cipria (la Nude della Neve, la mia preferita in assoluto).



E' molto fotogenico. Ho notato una netta differenza nelle foto in cui indosso lui e quelle in cui ho altri fondi, infatti ho deciso di utilizzarlo nei look a cui tenevo di più a livello di resa.
Altra nota molto positiva è il fatto che il campioncino sia durato praticamente una vita. Non riesco a trovare l'info precisa di quanti ml di prodotto ci siano all'interno, però dalle dimensioni si capisce che è abbastanza piccino. Eppure basta così poco prodotto e si lavora così bene, che sono riuscita a usarlo almeno una decina di volta e ne ho ancora un po' almeno per altre due applicazioni. 
Prima di pensare se acquistarlo (e visto il prezzo, 35 euro mi pare, la sua più grande pecca temo, ci penserò molto), proverò anche un campioncino nella tonalità NC, in modo da vedere se ho ragione in tal senso o è solo una mia impressione.
Anche la confezione trovo sia un po' scomoda. Non avendo la versione normale, non so se ci sia un dosatore migliore di questo qua nel campioncino, veramente scomodo e poco igenico (dato che ogni volta bisogna aprire la confezione e far prendere aria al prodotto). Ho anche una mezza idea che la confezione normale sia in vetro... cosa che trovo abbastanza discutibile. Come si può trasportare una confezione così delicata? Mah...


L'altra pecca - a parte il costo - è l'inci. Finchè un fondo così siliconico viene riservato per le grandi occasioni (quelle in particolare dove la foto ci scappa sempre), è sicuramente lecito e pure utile. Tuttavia, nel quotidiano credo possa diventare assolutamente deleterio, visto che va a occludere e a non far respirare la pelle. O almeno, questa è la mia filosofia di vita, che si rifà alla mia personale situazione di una pelle non problematica con veramente poche imperfezioni.
Se avessi una pelle problematica (e per qualche periodo purtroppo ho sperimentato la situazione) penso che la questione diventerebbe più complicata e i fattori in gioco da considerare molteplici.
La questione si complica anche perchè sono dell'idea che i fondi eco-bio (come il mio della Lavera) e questo MAC sono praticamente impossibili da comparare. Un buon fondo siliconico richiede poco prodotto, poco sforzo e tanta resa finale. Un buon fondo eco-bio richiede comunque uno sforzo notevole nell'applicare il prodotto, a volte ne serve tanto per ottenere una buona coprenza e la resa non è comunque quella di un fondo siliconico. E' chiaro che dal punto di vista della salute della pelle, quello eco-bio è più "sicuro" e meno dannoso alla lunga. Però tutto dipende da cosa noi cerchiamo da un fondotinta: sono prodotti che danno effetti completamente diversi.
E anche i fondi minerali sono un discorso ancora a parte, perchè sebbene siano ancora più "sicuri" a livello di impatto sulla pelle (ricordiamo che i fondi eco-bio molto spesso sono pieni di olii, cosa che può non adattarsi perfettamente al proprio tipo di pelle), ma trovo che siano i più scomodi da usare in assoluto (per dirne solo una, non si può fare a meno di un pennello per applicarli, per portarli via bisogna prendere delle particolari precauzioni, non si possono sistemare con facilità in un bagno non nostro etc...) e la resa non è sempre eccezionale. Esistono fondi minerali molto coprenti, ma a volte danno un effetto cerone che nemmeno quello dei fondi siliconici pesanti è comparabile. Altri sono troppo polverosi o poco coprenti.

Insomma, capire che fondo fa per noi è un discorso molto complesso che richiede qualche sperimentazione personale.
Se posso dare qualche dritta (dato che personalmente li uso tutti e tre), le mie linee guida sono:
  • nel quotidiano, siamo sincere!, siamo meno osservate e guardate di quanto temiamo. Evitiamo di occludere tutti i giorni la nostra pelle con dei fondi stra-coprenti per avere effetti incredibili se non è necessario. Se proprio il fondo è per noi necessario, optiamo per qualcosa che non va a danneggiare la pelle.
  • se avete una pelle grassa, cercate un buon fondo minerale. ce ne sono alcuni (come quello Aleguaras che uso io) che danno una buona coprenza e hanno una texture meravigliosa, quasi cremosa. D'inverno, prima di abbandonarlo, provate a usare una crema idratante più corposa.
  • se avete una pelle secca, d'inverno provate a usare un fondo eco-bio come quello Lavera. Dalla primavera e per tutta l'estate, provate a sperimentare con un fondo minerale che è più leggero e quindi meno fastidioso se si suda. Se per questioni di tonalità disponibili, il fondo eco-bio vi è precluso, provate a cercare dei fondi minerali con delle texture più cremose e meno polverose.
  • se avete bisogno di tanta coprenza, ragionate sul fatto che "otturare" la pelle può portare più danni che altro. quando ho avuto il mio periodo critico, ho continuato nonostante tutto a usare il fondo minerale nel terrore che un fondo siliconico potesse peggiorare la situazione. Provate qualche fondo minerale coprente (mi hanno parlato molto bene dei Buff'd e dei Meow) in combo con un buon correttore. Altrimenti cercate dei fondi siliconici che non siano eccessivamente pesanti e usateli solo quando la situazione è problematica o quando avete bisogno di apparire al meglio (che a seconda della situazione che vivete può essere qualche giorno al mese a qualche giorno alla settimana).
  • se avete bisogno di apparire al meglio per qualche occasione speciale in cui sapete che dovete fare delle foto o parlare in pubblico etc... (lauree, matrimoni, conferenze...), optate per un fondo siliconico. Se sono occasioni molto rare, il mio consiglio è di chiedere dei campioncini. Nonostante la durata (a livello di scadenza) di un fondo chimico sia sicuramente più elevata dei rivali, averne uno e usarlo di rado è uno spreco in tutti i sensi. Se invece vi capita di averne bisogno almeno una volta alla settimana o più volte al mese, ragionate di comprarne uno BUONO.
  • meglio un fondo siliconico buono che uno medio. Meno prodotto andate a usare, meno otturata è la pelle. Cercate un fondo che con poco prodotto copre bene e dà una buona resa. Onde evitare di "peggiorare" la situazione, provate a usare una cipria minerale o ecobio (molto meno problematiche da trovare e usare).
  • usate una buona crema idratante sotto il fondo. A quel punto la crema farà da barriera nei confronti delle sostanze chimiche del fondo e il danno dovrebbe essere minore. Con buona crema, intendo una buona crema che idrata davvero, con un buon inci. Ce ne sono tante, per tutte le tasche e per ogni esisgenza. E ormai sono anche molte le marche che ne producono. Senza andare lontano, penso solo a Fitocose e alla Neve. In generale, se per voi il fondo siliconico è indispensabile, evitate di aggredire la vostra pelle con altri prodotti chimici. Usate prodotti delicati ed efficaci (ci sono!) per tutto il resto: dall'idratazione allo struccaggio. Insomma, "tamponate" l'uso di sostanze chimiche laddove veramente serve.
Spero che questa piccola lista possa essere utile per qualcuno.
Ricordate comunque che sperimentare è l'unico modo per capire cosa la nostra pelle vuole e non vuole. Dove è possibile, fatevi dare dei campioncini. Quando non è possibile, cercate delle buone recensioni.