03 aprile 2012

Studio Fix Fluid di MAC & blateramenti sulle varie tipologie di Fondotinta

Edit del 4 aprile 2012: grazie allo scambio di commenti e di opinioni, siamo arrivate all'idea che il fondotinta di questo campioncino sia diverso rispetto al fondo nella confezione normale. Appena chiarirò la faccenda (facendo delle prove in negozio) vi aggiornerò sulla questione.

 Sappiate che questo fondo è una nota dolente per me. Mi è piaciuto più di quanto avrei voluto.
Sono venuta in possesso di un campioncino dello Studio Fix Fluid di MAC. 


 La tonalità non è proprio perfetta per me, perchè credo di essere un NC e non un NW, però devo dire che la cosa si nota poco e sono riuscita a "tamponare" il problema usando un po' di fondo minerale neutral insieme alla cipria. Devo ammettere che la consistenza di questo prodotto mi fa impazzire. E' incredibilmente leggero (dalle foto immagino si possa dedurre), si spalma divinamente: applicarlo è meraviglioso. La sua consistenza lo rende perfetto anche come fondo estivo, perchè nonostante il caldo è così leggero che non dà problemi.
La coprenza è abbastanza blanda: ho notato che copre i rossori ma non si spinge troppo oltre e un correttore diventa necessario. Per me è perfetto in questo modo, non avendo particolari problemi preferisco evitare fondotinta eccessivamente pesanti che rischiano di dare un effetto finto al viso.
Non dà un effetto opaco, ma nemmeno troppo lucido. Io comunque dopo applico sempre un velo di cipria (la Nude della Neve, la mia preferita in assoluto).



E' molto fotogenico. Ho notato una netta differenza nelle foto in cui indosso lui e quelle in cui ho altri fondi, infatti ho deciso di utilizzarlo nei look a cui tenevo di più a livello di resa.
Altra nota molto positiva è il fatto che il campioncino sia durato praticamente una vita. Non riesco a trovare l'info precisa di quanti ml di prodotto ci siano all'interno, però dalle dimensioni si capisce che è abbastanza piccino. Eppure basta così poco prodotto e si lavora così bene, che sono riuscita a usarlo almeno una decina di volta e ne ho ancora un po' almeno per altre due applicazioni. 
Prima di pensare se acquistarlo (e visto il prezzo, 35 euro mi pare, la sua più grande pecca temo, ci penserò molto), proverò anche un campioncino nella tonalità NC, in modo da vedere se ho ragione in tal senso o è solo una mia impressione.
Anche la confezione trovo sia un po' scomoda. Non avendo la versione normale, non so se ci sia un dosatore migliore di questo qua nel campioncino, veramente scomodo e poco igenico (dato che ogni volta bisogna aprire la confezione e far prendere aria al prodotto). Ho anche una mezza idea che la confezione normale sia in vetro... cosa che trovo abbastanza discutibile. Come si può trasportare una confezione così delicata? Mah...


L'altra pecca - a parte il costo - è l'inci. Finchè un fondo così siliconico viene riservato per le grandi occasioni (quelle in particolare dove la foto ci scappa sempre), è sicuramente lecito e pure utile. Tuttavia, nel quotidiano credo possa diventare assolutamente deleterio, visto che va a occludere e a non far respirare la pelle. O almeno, questa è la mia filosofia di vita, che si rifà alla mia personale situazione di una pelle non problematica con veramente poche imperfezioni.
Se avessi una pelle problematica (e per qualche periodo purtroppo ho sperimentato la situazione) penso che la questione diventerebbe più complicata e i fattori in gioco da considerare molteplici.
La questione si complica anche perchè sono dell'idea che i fondi eco-bio (come il mio della Lavera) e questo MAC sono praticamente impossibili da comparare. Un buon fondo siliconico richiede poco prodotto, poco sforzo e tanta resa finale. Un buon fondo eco-bio richiede comunque uno sforzo notevole nell'applicare il prodotto, a volte ne serve tanto per ottenere una buona coprenza e la resa non è comunque quella di un fondo siliconico. E' chiaro che dal punto di vista della salute della pelle, quello eco-bio è più "sicuro" e meno dannoso alla lunga. Però tutto dipende da cosa noi cerchiamo da un fondotinta: sono prodotti che danno effetti completamente diversi.
E anche i fondi minerali sono un discorso ancora a parte, perchè sebbene siano ancora più "sicuri" a livello di impatto sulla pelle (ricordiamo che i fondi eco-bio molto spesso sono pieni di olii, cosa che può non adattarsi perfettamente al proprio tipo di pelle), ma trovo che siano i più scomodi da usare in assoluto (per dirne solo una, non si può fare a meno di un pennello per applicarli, per portarli via bisogna prendere delle particolari precauzioni, non si possono sistemare con facilità in un bagno non nostro etc...) e la resa non è sempre eccezionale. Esistono fondi minerali molto coprenti, ma a volte danno un effetto cerone che nemmeno quello dei fondi siliconici pesanti è comparabile. Altri sono troppo polverosi o poco coprenti.

Insomma, capire che fondo fa per noi è un discorso molto complesso che richiede qualche sperimentazione personale.
Se posso dare qualche dritta (dato che personalmente li uso tutti e tre), le mie linee guida sono:
  • nel quotidiano, siamo sincere!, siamo meno osservate e guardate di quanto temiamo. Evitiamo di occludere tutti i giorni la nostra pelle con dei fondi stra-coprenti per avere effetti incredibili se non è necessario. Se proprio il fondo è per noi necessario, optiamo per qualcosa che non va a danneggiare la pelle.
  • se avete una pelle grassa, cercate un buon fondo minerale. ce ne sono alcuni (come quello Aleguaras che uso io) che danno una buona coprenza e hanno una texture meravigliosa, quasi cremosa. D'inverno, prima di abbandonarlo, provate a usare una crema idratante più corposa.
  • se avete una pelle secca, d'inverno provate a usare un fondo eco-bio come quello Lavera. Dalla primavera e per tutta l'estate, provate a sperimentare con un fondo minerale che è più leggero e quindi meno fastidioso se si suda. Se per questioni di tonalità disponibili, il fondo eco-bio vi è precluso, provate a cercare dei fondi minerali con delle texture più cremose e meno polverose.
  • se avete bisogno di tanta coprenza, ragionate sul fatto che "otturare" la pelle può portare più danni che altro. quando ho avuto il mio periodo critico, ho continuato nonostante tutto a usare il fondo minerale nel terrore che un fondo siliconico potesse peggiorare la situazione. Provate qualche fondo minerale coprente (mi hanno parlato molto bene dei Buff'd e dei Meow) in combo con un buon correttore. Altrimenti cercate dei fondi siliconici che non siano eccessivamente pesanti e usateli solo quando la situazione è problematica o quando avete bisogno di apparire al meglio (che a seconda della situazione che vivete può essere qualche giorno al mese a qualche giorno alla settimana).
  • se avete bisogno di apparire al meglio per qualche occasione speciale in cui sapete che dovete fare delle foto o parlare in pubblico etc... (lauree, matrimoni, conferenze...), optate per un fondo siliconico. Se sono occasioni molto rare, il mio consiglio è di chiedere dei campioncini. Nonostante la durata (a livello di scadenza) di un fondo chimico sia sicuramente più elevata dei rivali, averne uno e usarlo di rado è uno spreco in tutti i sensi. Se invece vi capita di averne bisogno almeno una volta alla settimana o più volte al mese, ragionate di comprarne uno BUONO.
  • meglio un fondo siliconico buono che uno medio. Meno prodotto andate a usare, meno otturata è la pelle. Cercate un fondo che con poco prodotto copre bene e dà una buona resa. Onde evitare di "peggiorare" la situazione, provate a usare una cipria minerale o ecobio (molto meno problematiche da trovare e usare).
  • usate una buona crema idratante sotto il fondo. A quel punto la crema farà da barriera nei confronti delle sostanze chimiche del fondo e il danno dovrebbe essere minore. Con buona crema, intendo una buona crema che idrata davvero, con un buon inci. Ce ne sono tante, per tutte le tasche e per ogni esisgenza. E ormai sono anche molte le marche che ne producono. Senza andare lontano, penso solo a Fitocose e alla Neve. In generale, se per voi il fondo siliconico è indispensabile, evitate di aggredire la vostra pelle con altri prodotti chimici. Usate prodotti delicati ed efficaci (ci sono!) per tutto il resto: dall'idratazione allo struccaggio. Insomma, "tamponate" l'uso di sostanze chimiche laddove veramente serve.
Spero che questa piccola lista possa essere utile per qualcuno.
Ricordate comunque che sperimentare è l'unico modo per capire cosa la nostra pelle vuole e non vuole. Dove è possibile, fatevi dare dei campioncini. Quando non è possibile, cercate delle buone recensioni.

17 commenti :

  1. Condivido tutto il ragionamento sui fondi, da quando sono passata al minerale la mia pelle mista non riesce piu a sopportare il fondo tradizionale. Ma alla fine meglio cosi non ho grossi problemi e al massimo uso un po di correttore in piu e via!

    RispondiElimina
  2. Uff, so che dovrei passare ai fondi con INCI puliti, ma sono totalmente assuefatta ai fondi siliconici... in ogni caso, grazie per la recensione! Vorrei proprio provare un fondo MAC ma sono così indecisa...

    RispondiElimina
  3. almeno quel campioncino mio e' servito a qualcuno... senti un po' per l'altro, anche se penso che tu abbia mediato bene la cosa perche' la tua base e' neutrale... io riesco a usare fondi giallini se la base e' neutral per motivi analoghi e non sembro una parente dei Simpsons ;D

    penso pero' che 35 euro non ce li spenderei per uso sporadico come fai tu... rischi che ti si rovini mentre non lo finisci no?

    RispondiElimina
  4. Mi piace molto questo fondo, se durasse qualcosa in più sarebbe perfetto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo hai trovato poco durevole? Io lo fisso con la cipria nude e mi dura per parecchie ore. Però forse dipende anche dal tipo di pelle...

      Elimina
  5. Anch'io purtroppo ho provato un campioncino dello studiofix fluid...e lo amo!!!! Lo sto usando in occasioni rare (es. evento dell'azienda in cui lavoro, laurea del fidanzato ecc....) e mi piace tanto come si comporta! Ne ho ancora e lo userò centellinandolo ma ora che si avvicina il caldo io mi butto sul minerale quindi non lo comprerei ora, quest'inverno chissà! ;D
    Sui fondotinta hai ragione ma io sono una di quelle che d'inverno non riesce ad usare il minerale e tutti i fondi bio sono troppo oleosi per me.
    Sono dell'idea che se usi un prodotto siliconico ma hai l'accortezza di struccarti molto bene appena arrivi a casa e usi una skincare appropriata non sia eccessivamente dannoso per la pelle, certo non fa bene!

    RispondiElimina
  6. Ho dovuto leggere tre volte il titolo perchè non credevo che stessi recensendo il fondo peggiore che abbia mai provato °_° L'ho trovato di una pesantezza atroce (e io venivo dal dermablend di vichy eh!XD), puzzolente e impossibile da sfumare dato che pareva cemento a presa rapida °_°
    Probabilmente dal 2009 ad oggi han cambiato formulazione ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero? Ammetto di essere completamente ignorante in materia di siliconi, quindi non ho la possibilità di fare confronti con altri prodotti del genere. Però mi sono trovata bene.
      Dubito che tu abbia la confezione vecchia, altrimenti si poteva vedere se l'inci era lo stesso. Oppure abbiamo pelli molto diverse XDDDD

      Elimina
    2. Sul fatto che l'odore non sia divino però sono d'accordo con te XD

      Elimina
  7. Ma sei sicura che sia davvero lo studio fix fluid?
    Te lo chiedo perchè io l'ho avuto (comprato nel 2010) ed è opposto a come lo descrivi.
    Molto pastoso, coprentissimo, a lunga tenuta (faticavo anche a struccarlo) molto opacizzante (la cipria era inutile).
    E' il classico fondotinta per pelli grasse e acneiche, perchè ha una coprenza totale, non cola e non lucida di un filo. Il difetto è che non è semplice da sfumare (serve una spugnetta bagnata) e che, ovviamente, su una pelle normale secca moltissimo e mette in risalto le pellicine. Infatti io non lo uso più.
    Tra l'altro anche il prezzo non è lo stesso, io l'ho pagato 29€....per me ti hanno dato un campione sbagliato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anzi no, l'ho comprato nel 2011 o.o''

      Elimina
    2. Il prezzo è stata una mia ipotesi pensando agli altri fondi MAC. Il campioncino tra l'altro l'ho ereditato, non me lo hanno nemmeno dato direttamente. Ammetto di non saper che dire XDDD Io mi ci sono trovata molto bene, l'ho trovato leggero... però forse il mio paragone si rifà ai fondi ecobio che sono di loro molto più pastosi dei fondi siliconici. Non ho grandi esperienza di fondi siliconici e forse c'è roba ancora più leggera e io non la conosco. In ogni caso mi farò dare un altro campioncino. C'è un fondo MAC con cui ti sei trovata bene? Perchè nel caso chiedo loro anche un campioncino di quello e faccio un confronto tra i due... Tra l'altro io ho dei punti in cui la pelle è secca e non ho avuto affatto problemi di secchezza o pellicine. E nessun problema a stenderlo, anzi °_° O sono mal abituata ai fondi ecobio o non so proprio...

      Elimina
  8. premesso che io non l'ho provato (solo mineral per me), il campioncino e' giusto, perche' non me l'han dato (son l'amica che gliel'ha passato XD) in jaretta preparato sul momento ma era uno di quei samples gia' pronti, come si vede dalla foto, e quelli hanno nome tonalita' etc stampata su come le confezioni regolari, quindi non c'e' pericolo che il mua di turno, magari distratto, scriva fischi per fiaschi sul pot ^^;

    RispondiElimina
  9. Eh capisco, ma io continuo fortemente a dubitare che dal 2011 ad oggi questo fondotinta sia diventato l'opposto di com'era, anche perchè io ritengo che sia ottimo per chi ha problemi di sebo e cicatrici e non penso che lo cambiavano da così a così lasciandogli lo stesso nome, sarebbe stato molto fuorviante per la sua clientela abituale. Inoltre dai tuoi swatch si vede benissimo che è liquido e leggero, decisamente diverso dal mio che ormai è finito. Credo ci sia stato qualche errore in origine, quindi io ti consiglio in ogni caso di testarlo bene in negozio, sono sicura che poi penserai a me e a Chiara GoldenViolet e ci ringrazierai XD
    Comunque io a Novembre partecipai ad una seduta trucco gratuita da Mac, e mi spiegarono qualche differenza fra i vari fondotinta. Lo studio fix fluidi è per pelli acneiche o cmq molto grasse, mentre loro per pelli un pò secche che però non hanno molto da coprire consigliano il Mineralize fluido, che però a me non è piaciuto per nulla: non copre niente ed unge, sembra una crema colorata. Poi una cosa che ho constatato dei fondotinta Mac e che per me che sono neutra Nc ed Nw risultano troppo gialli o troppo rosa,l'ideale sarebbe il nuovo Matchmaster, che ha solo tinte neutre che si adattano all'incarnato, ha una coprenza media ed è morbidissimo. Ma di più non posso dirti perchè non l'ho testato bene come il mineralize e lo studio fix.

    RispondiElimina
  10. ottimo articolo Ale, grazie delle dritte ;) io non ho una pelle problematica ma ho qualche brufoletto *aul mento sono onnipresenti* però cerco di evitare i siliconi il più possibile e in effetti ho notato che la pelle sta decisamente meglio, uso ogni giorno fondi minerali e solo in rare occasioni (tipo oggi) applico un primer sul viso, ho una cena importante ma non ho fondi siliconici in casa quindi mi sono dovuta arrangiare :p prima di uscire rinfrescherò il fondo con un pò di Buff'd ma proprio un velo perchè è molto coprente...anche troppo :p

    RispondiElimina
  11. Sono passata a rileggere questo post perché mi ricordavo delle diverse texture dei minerali... Sto cercando di capire quale marca fa per me per spesa, quantità dei sample, tonalità disponibili... Quindi sì, a me la tua lista ha fatto comodo ;D

    RispondiElimina