24 settembre 2012

Fiori e arte: Le ninfee di Monet

Parigi mi ha rimepito di ispirazione. Normale dato che ho passato la maggior parte del mio tempo in musei e simili. Per non parlare della quantità di musei su Monet e sugli impressionisti che ho visitato...
Ebbene, quando sono tornata avevo le idee chiare su cosa volevo fare, ma ho pensato che coinvolgere altra gente nel mio progetto potesse rendere il tutto più divertente. Ecco perchè ho proposto a Daniela di Shopping & Review di unirsi a me. L'idea dietro ciò è avere persone diverse che guardando lo stesso quadro vengono ispirate in modo diverso, e quindi lavorano in modo diverso. Ovviamente abbiamo visto il risultato dell'altro solo a cose fatte, quindi non ci siamo minimamente influenzate. Il risultato trovo sia stato molto interessante.
Potete vedere il look realizzato da Daniela qui.

 
Per il primo appuntamento della serie abbiamo scelto di prendere ispirazione da una delle tante riproduzioni delle ninfee di Monet. Ho sempre avuto un grande amore nei confronti di questa serie di quadri e l'emozione dentro l'Orangerie è stata tanta: poterli vedere dal vivo è stato sublime. La grandezza delle tele permette di cogliere anche il genio di Monet nell'usare il pennello: i glicini che scendono sull'acqua sono semplici spirali di colore, che da lontano ritraggono perfettamente i rami cadenti. In generale i suoi quadri andrebbero tutti visti così: da vicino, per amminarne la precisione e il genio dietro le pennellate, e da lontano per gustarsi l'effetto e e le emozioni che suscitano.
Sublime è stato anche vedere il giardino in cui tutto questo è nato nella bellissima gita a Giverny dove è situata la casa di Monet. E' impossibile non sentire la voglia di creare quando si è lì dentro.





Nessuna linea forte e nessun contorno definito, colori che si sfumano gli uni con gli altri. Tonalità evanescenti ed evocative. Per me queste sono le Ninfee di Monet. Ed è ciò che ho cercato di riprodurre in questo look.
Per creare i contorni della ninfea mi sono fatta aiutare da un pennello di precisione, poi, sempre con lui pulito, ho ridefinito tutto aiutandomi con il verde. Quest'ultimo è composto da varie tonalità, che sfumano nel verde-blu finale nell'angolo esterno. Per rendere più tridimensionale anche la ninfea, ho creato qualche riflesso azzurro-violaceo nei petali. Sotto l'occhio mi sono concentrata con il blu, per riprendere il colore dell'acqua. Nella rima interna ho scelto di applicare una matita (altrimenti su di me il look avrebbe perso molto) di color viola, colore che fa la sua comparsa nel quadro soprattutto per andare a definire o a creare ombre. Per le labbra ho scelto un colore tra il viola e il rosso, in parte presente nelle foglie delle ninfee. Ho mescolato due rossetti e poi ho applicato un blush dal colore simile sulle guance, creando un minimo contouring.
Pur nascendo come make-up "ispirato" (e quindi in un certo senso, per quanto io possa esserne in grado, "artitistico"), non lo trovo completamente importabile, che era ciò a cui naturalmente tendevo: creare qualcosa che ricordasse il quadro, ma non fosse pura riproduzione. Insomma, io amo il make-up artistico, ma per me rimane prima di tutto un trucco che come tale deve anche avere certe qualità per non sacrificare chi lo porta. Per esempio, pur dovendo rinunciare all'idea di linee definite, ho barato con una sottilissima linea di eyeliner per definire leggermente la palpebra superiore.

Come potete immaginare questo è solo il primo appuntamento di una serie la cui cadenza non abbiamo ancora deciso con precisione. Se volete darci spunti, suggerimenti, consigli, il form per i commenti è lì apposta!

Lista dei prodotti usati:
Urban Decay Primer Potion in Eden
Palette Chiarissimi Neve cosmetics (Ghiaccio, Bouquet, Ossigeno)
Palette Ultra Matte Brights & Darks
Matita Rockstar Urban Decay
Mascara I love Extreme Essence
Correttore Kiko Full coverage n°2
Fondotinta Bourjois Healthy mix n°52
Cipria Mineralize skin finish natural in Medium MAC
Blush Kiko Sumptuous Burgundy (ed. lim)
Rossetto Heroine e Dare You MAC

21 commenti :

  1. mi piace tantissimo la sfumatura fra il bianco e il verde, da esattamente quel senso di evanescenza che ispirano le ninfee sull'acqua *_____*

    e il mix di rossetti è fighissimo! mi tocca aggiungere alla lista "da provare" anche dare you!

    la casa di Monet l'ho vista a scuola in un filmato, ma non è lo stesso ç_ç me vuole andare ç_ç
    e anche a me hanno colpito le dimensioni dei dipinti (visti a Treviso nel 2001, 90 opere in prestito *_*) e continuavo a guardare le varie ninfee da lontano e da vicino... sono incredibili *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giverny è un posto bellissimo ç_ç A me già manca ç_ç

      Elimina
  2. Avete avuto davvero una bella idea, complimenti! mi piacciono entrambe le versioni, sia la tua che la sua.

    RispondiElimina
  3. Davvero bellissimo e artistico, sei proprio brava con i pennelli! Un più anche all'idea di mescolare i due rossetti, io non l'avrei mai avuta (ma si impara)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ^_^ Mi capita spesso di mischiare i rossetti... soprattutto perchè non ne ho tantissimi e quindi per ottenere certe sfumature mi viene più semplice mischiarli tra loro XDD come con le tempere XD

      Elimina
  4. Bello bello bello, il quadro è bellissimo e mi piace un sacco l'evanescenza e la delicatezza che hai reso nel trucco!** Mi piacerebbe tanto andare a vedere Giverny, deve essere un posto bellissimo ç_ç

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giverny mi manca tantissimo. E' un posto che merita davvero se uno si trova a Parigi e vuole fare qualcosa di diverso!

      Elimina
  5. è bellissimo, già lo sai ma è bellissimo ç_ç

    sarà che non sono in fase creativa, ma a me non era venuto in mente nulla del genere...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso sia normale: a me non era venuto in mente di poterlo fare come l'ha fatto Daniela XDDD

      Elimina
  6. L'idea dietro a questo post è meravigliosa e originale, complimenti!

    Il trucco lo trovo... un opera d'arte!! la scelta dei colori e il disegno che hai creato sono perfetti!

    RispondiElimina
  7. Adoro Monet e presto potrò ammirare i suoi capolavori dal vivo anch'io(non vedo l'ora)
    bellissima l'idea che hai avuto e il risultato mi piace tantissimo. complimenti!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dal vivo sono emozionanti. gustateli per bene!

      Elimina
  8. Avevo visto la versione di Dani! Anche la tua è stupenda, bravissime! ^_^

    RispondiElimina
  9. Complimenti, hai creato un'opera d'arte sui tuoi occhi! ;)

    RispondiElimina
  10. Una bellissima idea questa collaborazione ^^
    Mi piace molto il gioco di sfumature dei riflessi acquatici, complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. grazie mille ^^ purtroppo replicare quanto fatto da monet è impossibile *_* ha creato dei veri capolavori con quelle sfumature...

      Elimina