16 ottobre 2012

A koala in the kitchen: ciambella alla ricotta (senza uova)

Ho sempre voluto fare post di cucina, perchè per me preparare dolci è l'altra faccia della mia passione per il makeup. Pasticciare. Con i colori, con gli ingredienti. Sono gli unici modi in cui riesco a creare qualcosa, in cui riesco ad essere creativa e in cui credo di essere veramente brava (campo di studi/professione a parte).
Il mio vero problema con la cucina è che a differenza del make up, non sono molto brava a crearle le ricette. Le rielaboro, le ricreo, ma raramente parto da zero senza una base. Trovo però un po' svilente stare qui a descrivere passaggio dopo passaggio qualcosa se poi ci sono blog in cui tutto viene spiegato meglio e in cui l'idea è proprio nata.

Nel mio vagare tra i blog ho però trovato una serie di post di cucina nel blog di TrousseMousse, che di tanto in tanto ci posta i suoi esperimenti. Quando le capita di postare ricette non sue mette unicamente foto e ingredienti e poi lascia direttamente il link al sito da cui ha tratto l'idea. La trovata mi è piaciuta, perchè mi dava spunti nuovi, mi faceva conoscere blog nuovi di cucina o semplicemente mi deliziava con delle belle foto di cibo (amole).
E allora mi sono detta: perchè no?
Ieri ho giusto fatto un esperimento un po' diverso dal solito. Volevo cucinare un dolce ma mi sono ritrovata senza uova. Mi sono subito ricordata una ricetta che avevo visto nel sito di Misya che poteva fare al caso mio.
Ecco quindi la ciambella alla ricotta senza uova



Probabilmente se l'avessi trovata in un sito diverso sarei stata molto sospettosa, ma di Misya mi fido al 100%. E infatti è venuta esattamente come lei la descrive: morbida e buona. Non si avverte nemmeno la mancanza di uova e burro. Meravigliosa.
Gli ingredienti sono appunto semplicemente farina, zucchero, lievito e ricotta. Seguendo il suo esempio ho messo anche le gocciole di cioccolato e il risultato è strepitoso.
Per renderla ancora più gustosa l'abbiamo mangiata insieme alla marmellata che abbiamo fatto in casa con i nostri lamponi.


Spero che questo genere di post possa piacervi ^_^ Nel caso, fatemi sapere qualcosa nei commenti.

12 commenti :

  1. Aww approvo approvo *___* mi trovi molto d'accordo sulla tua idea di "pasticciare" in cucina e tento sempre di fare dolci che non mi ammazzino il colesterolo e la ricotta è un ottimo trick ^^ la proverò sicuramente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. adoro la ricotta nei dolci per lo stesso motivo XD senza contare che rende spesso i dolci più soffici e morbidi *_*

      Elimina
  2. Che bella idea! E questa ciambella ha proprio una bella faccia oltre che essere un dolce abbastanza "light"! Proverò di sicuro a rifarla. Io adoro cucinare e soprattutto preparare dolci. In cucina nella maggior parte dei casi improvviso mentre in pasticceria non mi azzardo, è una vera e propria "scienza esatta": al massimo cambio qualcosina e le "personalizzo" ma non stravolgo mai le ricette (chiamasi terrore di sfornare somme schifezze?!?). Perciò sono alla perenne ricerca di nuove ricette, seguo tantissime food-blogger e sono contenta di sapere che potrò trovare anche qui nuovi spunti per una delle mie passioni (l'altra grande è il make-up, chettelodicoaffà).
    Oggi ho fatto anch'io una ciambella, leggermente (ehm) meno dietetica della tua. E' una ricetta rodata e lodata da chi l'ha assaggiata e l'ho presa da qui:

    http://www.latanadelconiglio.com/2010/12/ciambelle-allo-yogurt-e-cioccolato.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oh, grazie mille per il link ^_^ anche i dolci allo yogurt sono la mia passione XD

      ohh... che bello sentire qualcuno che la pensa come me sul fatto che la pasticceria è una scienza esatta *_* nemmeno io oso improvvisare troppo (mentre in cucina sì), perchè mi rendo conto che le dosi sono una cosa fondamentale per la buona riuscita!

      Elimina
  3. E' buonerrima! e il cioccolato bianco fuso è una goduria...
    riguardo alle dosi improvvisate: non immagini quante volte ho dovuto inghiottire immonde poltiglie preparate "a occhio" mescolando tra loro cose assurde! La cosa peggiore è che ho dovuto pure fingere che fossero mangiabili. Un esempio? Torta di mele fatta a casaccio con ingrediente segreto, polpa di banana schiacciata: un mattonazzo epico che impediva la deglutizione! E gli altri commensali, fingendo spudoratamente, erano lì a chiedere ingredienti e procedimento (sì, per non ripetere l'errore! ^_^)... evviva la precisione in pasticceria!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il cioccolato fuso sopra è *troppo* in tutti i sensi XD per la mia linea, certe cose non devo vederle ç_ç

      la torta di mele con le banane dentro è la prima volta che la sento o_O ma non è un controsenso? XDDD

      Elimina
  4. Anche la mia fiducia in Misya è totale. La seguo da anni e con le sue ricette ho sempre avuto un successone. Per me potrebbero farla santa anche domani.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Misya *_* Sono felice che abbia successo, perchè è bravissima. Pensa che ho letto con piacere anche i post in cui raccontava come fare la pappetta a sua figlia neonata... e io detesto i bambini XD

      Elimina
  5. Sembra deliziosa!
    Anche a me piace curiosare fra i blog di cucina, si vedono certe meraviglie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lo è, lo è.
      pensa che i miei se la sono mangiata (con la mia collaborazione XD) in un giorno e mezzo XDDD

      Elimina
  6. Cavoli da me nessuno mangia questo genere di dolci (devo farli super cioccolatosi per mio madre ed invece marmellatosi per mia madre) sennò starei già in cucina a farlo! Misya ha anche la mia completa fiducia**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah... ma non devi dir loro cosa c'è dentro e nel caso aiumenti un po' le dosi di cioccolato e fai come me, metti la marmellata sopra xD

      Elimina