12 settembre 2013

Memorie di una donna rossetto: Give me some rouge!, piccola ode al blush

Dopo il post sul rossetto rosso stavo ragionando sugli abbinamenti in generale per rendermi infine conto che l'abbinamento più complicato spesso non è quello con gli occhi ma quello con il blush. La ragione è presto detta, mentre sugli occhi si può scendere a compromessi fino a creare un nude look che non crei problemi, il blush è indispensabile, va scelto bene e dosato con cura.


Iniziamo con dei presupposti importanti. Perchè il blush è indispensabile? Perchè il viso, per sembrare giovane e fresco, ha bisogno che certe zone siano "arrossate" per ricreare il naturale afflusso del sangue. A questo punto, il blush (o fard) diventa indispensabile sia se mettete un rossetto acceso, sia se si decide di stare al naturale.
In modo sbrigativo possiamo dividere le persone in due categorie: quelle prive di rossori naturali in viso (e aggiungerei anche quelle che hanno rossori nei posti sbagliati in questa categoria) e quelle che invece ne sono quasi ricoperte. La prima categoria, in cui io rientro, riguarda quelle persone che si possono definire "pallide" nel senso stretto del termine. Non vuol dire che sono chiare di carnagione, ma semplicemente che non hanno grandi rossori in viso e hanno un incarnato tendenzialmente monocromatico (al di là delle imperfezioni, in caso ci siano). Nella seconda categoria rientrano quelle persone che invece hanno molti rossori, appunto, ovvero la pelle diventa rossa con molta facilità, a volte senza aver nemmeno fatto esercizio o altro.
La prima categoria non dovrebbe mai rinunciare al blush, perchè conferisce loro immediatamente un aspetto più sano e giovanile. Qualora si decida di mettere un rossetto acceso, il rischio non applicando alcun blush è che l'effetto finale risulti troppo innaturale, stile vampiro che si mette un rossetto per vedere l'effetto che fa. 
Per la seconda categoria si potrebbe avere la tentazione di pensare che il blush sia superfluo ma non è così. Il rossore sparso senza un senso logico non è piacevole da vedersi tanto quanto il pallidume. Nel caso si indossi un rossetto acceso poi, il rossore nel viso rischierebbe di distogliere l'attenzione dal rossetto ma soprattutto di dare un'aria generalmente poco curata, in un certo senso anche pesante ed eccessivo. Quello che bisognerà fare, quindi, come tutte le mua consigliano, è coprire al meglio i rossori (mediante fondotinta e soprattutto correttore). A questo punto, post-fondotinta, si avrà la medesima situazione della prima categoria e il blush risulterà necessario.
Ma appunto il blush è un rossore controllato. Ovvero siamo noi a decidere dove porlo, come porlo, che effetto dare. Ha lo stesso potere di una bella riga di eyeliner per definire e allungare l'occhio. Bisogna non sottovalutarlo.
Non voglio dilungarmi troppo perchè il mio scopo è parlar di rossetti e non di blush.

Dunque. Appurato che il blush va usato... come abbinarlo?
Come spesso capita, anche qui non ci sono vere regole. Spesso viene citata una regola piuttosto ovvia quando si parla di colori, ovvero abbinare colori caldi con i caldi e freddi con freddi. In realtà si possono trovare eccezioni senza sforzarsi troppo, ma rimane comunque una buona base da cui partire.
Dato che rossetti e blush vanno a mimare dei rossori già naturali del viso (anche se usiamo blush colorati in tonalità piuttosto eccentrice, rimangono tutte delle stesse famiglie di colori) vanno abbinati in modo diverso rispetto che con gli occhi. Mentre le labbra e gli occhi possono anche essere cromaticamente contrastanti in qualche modo (esempio Viola-Arancio), labbra e guance dovrebbero avere qualcosa in comune proprio per ricreare l'effetto della circolazione sanguigna nei punti giusti del viso. Questo vuol dire che la regola caldo con caldo e freddo con freddo - al di là delle eccezioni - è una buona base.
L'altra regola da tenere in conto è come applicare il blush. Siate sempre delicate, applicandone poco alla volta. Se il blush non è esagerato ma applicato con moderazione, anche se il tono scelto non è perfetto, è difficile che vada davvero in contrasto con le labbra che avranno comunque maggiore attenzione. Calcate la mano solo quando siete assolutamente certe di avere trovato il colore giusto.

Per me risulta complicato esaurire una casistica di abbinamenti labbra-guance, ancor più che labbra-occhi. Trovo che la scelta dipenda molto da fattori diversi: quanta intensità di colore il vostro viso regge, il gusto personale, lo stile personale... Alcune persone preferiscono usare sempre alcuni tipi di blush con praticamente qualsiasi rossetto, altre preferiscono abbinarli sempre con criterio, magari cercando di trovare un blush che abbia qualche caratteristica particolare del rossetto che si andrà ad usare (sottotono, sfumature...). Sono tutti approcci giusti e anche io ho delle preferenze particolari, tuttavia in generale mi concentro su un range di colori molto limitato che ricorda molto il mio rossore naturale e che riesco ad abbinare con tutto. Quando mi capita un rossetto particolare che non so bene come abbinare, ricorro subito a questa tipologia di blush invece di scervellarmi a vuoto. Seguo sempre la regola dell'analogia, per cui cerco anche in questo range di colori qualcosa che si avvicina al rossetto per creare un filo conduttore coerente (non metterò un blush neutro leggermente caldo con un rossetto molto freddo). Potremmo definirlo "my cheeks but better"? Probabilmente sì.

A livello puramente empirico mi sono resa conto che c'è un colore che, dalla sua variante più pallida a quella più intensa e cupa, si sposa bene su qualsiasi incarnato (comprese le donne di colore), ovvero il rosa antico-malva.

Rosa antico, da un tono "medio-chiaro" al più "scuro"

Non è roba da santoni. Se si pensa al colore del sangue "tamponato" dalla texture e dal colore della pelle, più o meno si ottiene questo genere di colore. Un rosa spento che tende al rosso. Ovviamente il sottotono della propria pelle gioca un ruolo importante, quindi se siete fredde meglio un rosa antico freddo e vinceversa. E altrettanto ovviamente la prova sul braccio diventa importante: se un colore non funziona sulla vostra pelle si dovrebbe capire più facilmente rispetto al my lips but better.

Vi mostro quindi qualche esempio misto.
Su di me prediligo colori che tendano maggiormente al rosso, piuttosto cupi. Ecco i miei preferiti.

cliccare sopra per ingrandire!

E ora faccio una cosa che non faccio mai, ma so che mi perdonerete. E' raro che io consigli a scatola chiusa un prodotto come risposta a tutti i mali, ma lui può. Parlo del Benetint di Benefit, una boccetta di liquido rosso sangue che messo sulle guance (con moderazione) regala quelle classiche guanciotte arrossate in modo sano (non rosse, ma rosa tendente al rosso). Dato che va a ricreare proprio il tipico rossore naturale, si adatta a chiunque e si può dosare per ottenere il risultato desiderato. A me che piace l'effetto un po' marcato, ne faccio 3 passate. Costa 32 euro circa. Lo so, è un prezzone e di solito preferisco darvi alternative economiche. Ma secondo me ne vale la pena perchè di fatto può bastare solo lui, soprattutto per chi si trucca poco o non ha la passione dei blush. In particolare la categoria delle donne pallide come me dovrebbe comprarlo in pacchi da 10 per evitare di rimanere senza. Il Benetint è stato l'unico prodotto stile blush che mi ha regalato un "ma che bel colorito hai oggi!". Se vi spaventasse il colore (che comunque non è così intenso in faccia), esiste pur sempre la versione rosa, il Posietint.
Ma se anche il Benetint non vi interessa, trovare un blush naturale non sarà un problema, perchè rispetto ai rossetti, il colorito delle guance è più facile da ricreare e l'intensità si può creare dosando al meglio il prodotto.
Evitate i rosa troppo freddi, gli aranciati trppo caldi e soprattutto i toni marroncini. Soprattutto Kiko ha la fissa di proporre almeno 2-3 tonalità marroni spacciandole come blush ad ogni collezione. Il ragionamento è lo stesso spesso applicato alle labbra, e la risposta è la medesima ed è persino più facile dimostrarlo. Uscite, fate 20 minuti di corsa e poi guardatevi allo specchio. Avete le guance marroni o rosse? Ecco. Lasciamo i blush marroni agli anni '90 e andiamo avanti.
Dove andare a pescare questo fantomatico colore che sta bene a tutte? Kiko, per dirne una. Forse non ve lo aspettavate da me, ma sono una grande fan dei blush Kiko, sia i permanenti che in edizione limitata (quelli cotti o quelli in crema sono veramente meravigliosi). Dato che amano ripetersi, ad ogni collezione in generale salta fuori quel blush da "guanciotte sane" che sta bene a tutte senza doversi rivolgere a marche più blasonate (tra i miei swatches c'è Bold rose di una collezione piuttosto recente, che in foto ha deciso di mostrarsi più aranciato di quanto sia in realtà). Anche nella collezione permanente ci sono colori interessati (ad occhio darei una occhiata al 102 (caldo), al 105 (neutro o freddo), 111 (per le carnagioni più scure).
Non vi consiglio i blush MAC, nonostante ve ne mostri uno nello swatches (ma chi mi conosce sa che lo comprai in un momento fisicamente e psicologicamente duro, e chi ha passato 3 ore al Ben Gurion sa di cosa parlo) perchè saranno anche tanto belli, per carità, ma non valgono i 20 e pussa euro che li pagate. Soprattutto pensando a cosa offrono le altre case cosmetiche.
Un altro blush che secondo me funziona su tutte è Rose Frisson di Bourjois (qui su Asos), un rosa freddo ma non troppo che si adatta a tutto e ad ogni tipo di trucco. E' leggermente satinato, ma non ha riflessi così pesanti da farlo risultare innaturale.

Ovviamente questo non vuol dire che questi sono gli unici blush che possono starvi bene o sono gli unici da usare con rossetti complessi. Tuttavia, come per le labbra, gli occhi etc... Gli abbinamenti sono personali. Vi potrei anche dire che mi piace - esempio immaginario e farlocco - il rossetto fucsia con il blush pesca, ma poi su molte persone la cosa non funzionerebbe (e forse nemmeno su di me, ma mi piace e quindi chissene...). Create voi, speriementando, i vostri abbinametni di "successo" e non vi vergonate di chiedere un consiglio a chi magari ha occhio per i colori e per queste cose. Anche io lo feci ed è così che ho scoperto che il blush più *bello* su di me è proprio il Benetint. Partite da regole semplici, generiche (freddo con freddo, caldo con caldo), e poi sperimentate con quello che avete. Se la sperimentazione non fa per voi, allora puntate tutto su un piccolo range di blush "naturali" da utilizzare sempre senza dover stare a preoccuparvi della giusta sfumatura. 

Concludo con un appunto sulla pigmentazione. Non fatevi prendere dall'idea di prendere qualcosa di poco pigmentato. Può sembrare una mossa furba per chi vuole evitare di strafare con il colore, ma in realtà rischiate solo frustrazione. Costruire un colore è possibile solo se il colore scrive bene in partenza.
Per mio personale gusto io sconsiglio anche i blush glitterati o con riflessi shimmer (a meno che non sia estate e siate abbronzate), salvo in rare occasioni.

Al solito, attendo i vostri pareri, i vostri feedback e commenti. Non abbiate paura: chiedete, criticate,  discutete. L'importante è non insultare e non spammare XD

Alla prossima.

Memorie di una donna rossetto:

59 commenti :

  1. Sei una bella testolina, te... ordinata nel pensiero e nell'esposizione, una vera linguista!

    Io mi sono abituata abbastanza tardi a usare il blush, ma sopravvissuta gli anni cupi del grunge mixato al neogotico, quando il film "The Crow" mi aveva colpita forte in testa me ne andavo in giro con viso slavato, labbra vinaccia e ombretti funerei applicati non ti dico come, l'adolescenza è finita e ho iniziato ad alleggerire il makeup e colorire le guance... tutta un'altra cosa!

    Ora che ho 33 anni sembro più giovane di quando ne avevo 16, in proporzione... serve il blush, serve! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'adolescenza è giusto che sia folle, altrimenti poi mancano gli aneddoti XD

      Elimina
  2. come possibile "dupe" più economico del benetint consiglio il blush (in polvere) n° 060 di shaka "scarlet" (4,99 €): è molto scrivente ma anche molto sfumabile, dà un effetto naturale fantastico, anche su di me che sono pallidissima...

    in ogni caso questo post ci voleva proprio, io nel trucco "quotidiano" non uso rossetti ma ogni volta che ne uso uno mi pongo il problema (tra l'altro odio i blush shimmer-satinati, mi fanno sembrare sudata!)

    Alessandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'effetto però sarà diverso: il suo essere liquido fa in modo che vada quasi a fondersi con l'incarnato. Non è un semplice blush rosso, è proprio una cosa diversa... Comunque qualche idea economica fa sempre bene.

      Elimina
  3. quando ho letto il titolo e ho capito che si parlava di abbinare il blush al rossetto ti ho volutodavvero tanto,ma tanto,bene.

    Ho sempre avuto rossori sparsi,acne e macchioline varie e per anni ho fatto tranquillamente(e stupidamenteç_ç) a meno del blush,poi mi sono resa conto che manca sempre qualcosa al trucco e il rossetto spesso sembrava "troppo solo" e se decidevo di fare un trucco occhi più acceso la situazione peggiorava. Da quando ho capito che tipo di colori scegliere(e quale pennello usare) sono diventata blush-dipendente,prendo ancora qualche cantonata ma vedo la luce in fondo al tunnel(e ho capito che,per me, tanti brillantini =tanta rabbia).

    Un post utilissimo,complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il rossetto senza blush sembra davvero "troppo solo", ottima definizione!

      Elimina
  4. c'è il blush 060 "scarlet" della shaka che potrebbe funzionare come dupe economico del benetint, costa 4,99 € ed è molto scrivente e ben sfumabile

    in ogni caso mi hai quasi letto nel pensiero, qualche giorno fa ho messo lo 09 nero di kate e mi sono chiesta se con questo blush non sembrassi una matta... sempre utilissimi i tuoi post!

    Alessandra

    RispondiElimina
  5. Amo i blush quasi quanto i rossetti, trovo che diano quel rossore perfetto a cui nessuna donna dovrebbe rinunciare. E' vero che va abbinato con cura, per evitare di avere sul viso un effetto stridente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io inizio ad avere una piccola fissazione per i blush, anche se non come per i rossetti XD

      Elimina
  6. Veramente un ottimo post, con consigli utilissimi. Mi trovo a condividere ogni parola e concetto e espresso, mi limito a suggerire due prodotti che potrebbero essere interessanti da andare a vedere per chi cerca dei blush versatili: uno è un dupe economico del Benetint il Lip & Cheeks di Catrice, un gel rosso che dà un effetto similissimo al cugino costoso; l' altro è il blush Like a Doll di Pupa n. 301 (della serie opaca) che è un bel rosa malva/biscotto molto bilanciato che a mio parere sta bene con molte tonalità di rossetto ed essendo opaco risulta molto naturale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per la segnalazione di dupes. Quello di catrice non l'ho mai guardato ammetto!

      Elimina
  7. i blush mi piacciono di tutti i colori, ma mi son resa conto che, dopo aver fatto palestra, ad esempio, le mie guance (in realtà tutta la faccia ma vabbè) sono praticamente rosse, ovviamente non sangue vivo ma rosse. non bramo ovviamente di ricreare l'effetto post palestra in qualsiasi ora del giorno e della notte, però trovo che su di me i blush tendenti al rosso siano un filino più naturali rispetto ad esempio al rosa malva che citi tu. i blush rosa me li vedo proprio come trucco, ecco, non come qualcosa che simula la realtà. ciò non toglie che io continui a usare i blush di qualsiasi colore :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Solo una piccola precisazione: se noti i blush che cito come i miei "naturali", sono tutti tendenti al rosso. Desert rose poi MAC lo definisce borgogna o_O"" Il rosa malva-antico è una definizione astratta, una base da cui partire. Sta poi a noi cercare qualcosa più caldo, più freddo, leggermente più rosso...
      anche perchè rosa malva =/= da rosa che io per esempio non indosso praticamente mai.

      Elimina
    2. oddio, io con i colori faccio danni ma desert rose mi sa di tutto tranne che di borgogna :O

      ecco diciamo che il benetint, come dici te, lo vedo meglio, più naturale, molto più "corsetta in mezzo al prato"!

      Elimina
  8. è venuto benissimo il post :D
    io sono quella che segue la regola del "il fard riprende una caratteristica del rossetto", di base. per cui fucsia con fucsia (caldo o freddo a seconda del rossetto stesso), arancio con arancio, berry con berry... perché mi sembra che in questo modo si crei un'armonia naturale tra i colori.

    a me invece i blush di MAC piacciono da matti, ne ho provati diversi di varie tipologie e se non ne compro con serenità è solo perché ho abbastanza fard per due vite...

    sulla pigmentazione concordo, secondo me quelli chiari/poco pigmentati sono rassicuranti all'inizio perché son visti come i marroncini per gli occhi, cose con cui non puoi pastrocchiare molto. Ma un fard ben pigmentato e ben sfumato è anni luce più funzionale sul viso...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I blush MAC sono molto belli, semplicemente trovo che ci siano alternative altrettanto valide a meno sul mercato. Anche a livello di colori non trovo tonalità particolarmente originali e/o uniche...

      Elimina
  9. forse è la volta buona che mi decido a usare il blush XD

    RispondiElimina
  10. Io non amo i blush perchè tempo mezz'ora dal momento in cui finisco di truccarmi le mie guance prendono un orribile color rosso sangue per cui non ho voglia di enfatizzare il difetto con il blush ma in generale per chi non ha questo problema penso che sia un post molto utile **

    RispondiElimina
  11. Adoro adoro adoro come scrivi e mi ritrovo molto in quello che esponi! Personalmente sono un sottotono giallo e di media carnagione anche se d'inverno sono piuttosto chiarina...sono mora e ho gli occhi neri...e su di me 'stranamente' stanno da dio i toni freddi...rossetti e blush color bouble gum per intenderci....d'inverno li uso spesso ma in estate punto tutto sul caldo abbronzandomi molto! Sai che non ho mai provato la Benetint? Quasi quasi la cerco la prossima volta da Sephora!!! Ah...ho dimenticato di dirti cbe sono una blushomaniaca allo stato puro!!! Ahahah ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non è strano. Anche io sono come te e preferisco i toni freddi a quelli caldi. Probabilmente perchè i miei rossori naturali sono più freddi (anche i miei MLBB sono freddini)...

      Elimina
  12. a me quel "ma che bel colorito che hai oggi" lo da l'hervana di benefit (che la commessa chompa di sephora insisteva a dire "ma no, questo non è un fard, è una cipria!", forse è appassionata dei telefilm dove fanno vedere le morti per monossido di carbonio, non lo so XD)
    amo molto anche il naked rose e il seduce di illamasqua, ma con quelli devo stare attenta a non calcare la mano, pena l'uscire di casa con l'amica heidi
    per il resto concordo con TUTTO quello che dici nel post (a parte l'amore per il benetint, ma solo perchè non sono ancora riuscita a sviluppare una manuale tale da permettermi di sfumarlo prima che si fissi! XD)
    quasi quasi, quando capita l'occasione, vado a vedere sto 060 scarlet di shaka di cui parlano nei commenti qui sopra! ♥

    RispondiElimina
  13. io faccio parte della seconda categoria, quella che è già piena di rossori in faccia quindi ha sempre creduto che il blush fosse una cosa superflua.
    Però ultimamente mi sto impegnando, mettendo il fondotinta e coprendo i rossori per poi applicare anche il blush! è una cosa nuova che però mi piace molto, idem per quanto riguarda i rossetti.. quindi in pratica io sono proprio alle basi basi, soprattutto sugli abbinamenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravissima, coprire i rossori e poi metterli al punto giusto è la soluzione migliore anche se richiedere un po' più di tempo.
      Sugli abbinamenti ti renderai presto conto che spesso l'occhio fa intuire subito cosa funziona e cosa no. Ci prenderai la mano, stai serena ^^

      Elimina
  14. Il blush è il mio prodotto preferito e solitamente cerco di abbinarlo al rossetto. Ci sono alcuni rossetti che stanno bene anche con blush contrastanti e altri invece che fanno un effetto tremendo (rossetto prugna con blush arancio...). Mi piacerebbe provare il Benetint prima o poi, ma non sono così sicura che possa stare bene con tutti tutti i rossetti (mi vengono in mente i corallo molto accesi). da provare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio rossetto prugna e blush arancio è veramente una immagine orrorifica XD

      Elimina
  15. Io vorrei consigliare un sostituto del Benetint, il blush liquido di Be chic, è identico e costa 1/3! :) Non so se l'abbiano riproposto ancora però...

    Comunque sono d'accordissimo sul colore del blush rosa malva/rosa antico, è la mia prima scelta quando non so che colore abbinare a un rossetto particolare oppure quando ho qualche occasione "formale". Uno dei miei preferiti è "English Rose" di Neve Cosmetics! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io adoro English rose, ho dimenticato di aggiungerlo azz.

      Elimina
  16. Che bello questo post, ci voleva!
    Io per tanto non utilizzavo il blush perché pensavo di essere troppo scura per metterlo (boh, ero scema).
    Però ora quando finisco di fare la base mi rendo conto che senza blush ho un viso decisamente più *piatto*, quindi non riuscirei decisamente a farne a meno.
    Per molto tempo però mi frenava l'abbinamento blush-rossetto e finivo per mettere un gloss inutile sulle labbra per paura di mettere qualcosa che facesse troppo contrasto.
    Ultimamente sperimento decisamente di più (molte volte a caso, bisogna ammetterlo), quindi questo post è più che utile al momento *__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. troppo scura? Ma se ti puoi permettere cose che su di me fanno l'effetto trans! U_U vergogna XD

      Elimina
  17. Ti posso sposare? ç_ç grazie per questo post!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dato che sono ancora nubile in teoria è possibile XD

      Elimina
  18. Mi piace tantissimo il post, è scritto in modo ordinato proprio a livello concettuale -come tutti i tuoi post d'altronde ;)- e se posso permettermi, anche se non sono assolutamente nessuno e manco me ne intendo del campo, il vorrei fare i complimenti per come tieni il blog: dalla grafica, alle foto, ai titoli, al contenuto di ogni singolo post, allo stile di scrittura... insomma, trovo che sia davvero ben fatto e ben tenuto.
    Detto questo, per quanto riguarda l'argomento di questo post mi ritrovo veramente moltissimo e, forse per la prima volta, non rimango a bocca aperta leggendo ciò che scrivi ma *faccio di sì con la testa con aria compiaciuta*, perché tutto ciò che consigli e dici lo faccio già io *O*
    E ti assicuro che + una cosa più unica che rara XD
    La verità è che con il blush sperimento da molto ma molto più tempo che con rossetti (forti e non), trucchi colorati ecc., quindi alle ""regole"" (tante virgolette, tante) e soprattutto a capire cosa funzioni di più su di me ci sono arrivata da sola. Concordo su tutto quello che hai detto, tranne con la cosa del rossetto molto freddo. Mi spiego: se io metto sulle labbra, ad esempio, un rosso molto freddo oppure un prugna scuro sempre freddo o comunque un colore del genere, ho notato che se metto anche il blush freddo mi fa effetto oltretomba (e non sono chiara di carnagione)... Può essere una cosa mia eh, per carità, però volevo sapere cosa ne pensassi tu. Ovvio che poi se uno sta qua a cercare tutte le possibili ed immaginabili eccezioni del caso impazzisce! Difatti anche io mi ritrovo spesso ad usare caldo con caldo e freddo con neutro-freddo. Però quando metto un rossetto freddo e scuro allo stesso tempo, sento che ho bisogno di un rosa caldo sulle guance, ecco, tutto qui.
    Altrimenti una cosa che mi sta capitando spessissimo, quasi ogni volta ultimamente, è mettere il rossetto come blush XDDD della serie "ti piace vincere facile?" ma anche e soprattutto perché ho notato che su di me il rossetto rosso come blush sta benissimo, ma di blush rossi VERI (non con una buona percentuale di rosso e basta) ed opachi non ne trovo in giro ._.
    Oh mamma ho scritto un papiro, perdono :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille ^_^ E non scusarti mai per i papiri che sono sempre belli da leggere.
      Sono felice che ti ritrovi bene nei miei consigli. Trovo che sia utile leggere anche ciò che si fa già, anche per avere conferma di fare bene, o che almeno altri fanno come noi !
      La questione freddo, potrebbe essere dovuta che non "reggi" troppi colori freddi. Anche a me capita, può essere che il tuo sottotono sia più bilanciato o più tendente al giallo. O che i tuoi rossori naturali siano più caldi, cosa che non ti impedisce di indossare un rossetto freddo, ovviamente. L'importante è fare quello che ci sentiamo e che pensiamo ci stia bene. Il nostro occhio prima di tutto. Le regole devono aiutare, non imporre! E le regole migliori sono quelle che ci facciamo sul nostro viso.

      Elimina
  19. Apprezzato tantissimo.
    Il benetint me lo provarono millenni fa, è carino ma non mi ha mai convinto del tutto. Sarà che l'idea di ricreare la faccia paonazza che mi viene quando faccio un minimo di corsa non mi esalta... ecco, col fard io creo un finto effetto salute che è esteticamente migliore di quello reale XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io adoro la faccia paonazza post-cyclette. sembro persino viva.

      Elimina
  20. Complimenti per il post ^^
    Concordo sulla maggiore "difficoltà" di abbinare blush e rossetto rispetto al trucco occhi!

    RispondiElimina
  21. Ah, ecco perchè ti piace così tanto il numero 4 ^^
    Il Bourjois che hai qui è davvero carino, purtroppo però questi in polvere non riesco a metterli. Il profumo di rosa è così forte da darmi la nausea (naso troppo fino, non ti dico che spettacolo in metrò)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma davvero tu senti il profumo di rosa? Perchè per me sanno di talco e quando leggo che sanno di rosa ci rimango malissimo XDDDD

      Elimina
  22. E' una cosa alla quale non ho mai fatto caso: io non ho rossori in viso, ma non mi sono mai definita pallida, in molti me lo dicono quando sono completamente struccata XD quindi faccio parte della prima categoria, anche se un po' di rossori li ho anch'io (quando mi spuntano ospiti indesiderati sulle guance...)

    Abbino sempre il blush al rossetto, mi piace molto farlo, e agisco soprattutto per sottotono. Se posso uso lo stesso colore :)
    Oggi ho scoperto che i blush malva scuri (Ikebana di NC) sono perfetti anche per i rossetti arancioni, su di me: creano un bel contrasto che mi piace, non risulta "troppo" ma si miscela bene con i miei colori.

    Bella puntata, è un piacere poter leggere i tuoi post, per me è diventata una sorta di coccola: tazza di the e donna rossetto, perchè voglio prendermi tutta la calma del mondo :)

    (PS= leggo praticamente ogni tuo post, il problema è che non riesco ad elaborare commenti poco banali troppo spesso... ma recupererò! :) )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oh anche io ho dei rossori, tipo intorno al naso e sulle palpebre... ma chi è si arrossa veramente, ne ha ovunque XD
      grazie mille ^^

      Elimina
  23. Ciao,
    bel post come sempre. Io e il blush abbiamo una relazione molto complicata. E credo di non riuscire ancora ad apprezzarlo fino in fondo e ad usarlo a dovere. La mia pelle, infatti, non ha dei rossori permanenti (cioè un po' anche si) ma si arrossa in modo strano e molto esteso. Per cui c'è una gran differenza tra il momento in cui mi trucco e quello che può succedere nel corso della giornata. Diciamo che a me l'imbarazzo regala con estrema facilità un ricercatissimo look ciclista in salita (esteso fino al collo e al seno). Peraltro a me i rossori, scaldano letteralmente il viso e sciolgono tutto quello che vi è posato sopra... devo ancora trovare il giusto equilibrio perché dato che non so se e quanto arrossirò e perché (arrossisco anche se un singolo raggio di sole mi si posa sul viso o se corro perché sono in ritardo ecc ecc) è difficile regolarmi prima. Però questo post mi fa venir voglia di impegnarmi ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. capisco il problema sebbene al contrario. a me spesso il blush va via durante la giornata regalandomi un effetto cadavere XD infatti ora giro con un mini-benetint in borsa XDDD

      Elimina
  24. Io come blush spazio abbastanza nei colori... ho sia quelli più "naturali" che quelli aranciati (tipo Optimistic Orange di MAC che uso SOLO d'estate) e mi piace giocare con i vari colori, più accesi o più delicati.
    Vero comunque che bisogna fare attenzione sia nell'applicazione che nell'abbinamento con i rossetti... spesso e volentieri mi sono trovata con blush/rossetto disaccoppiati e il risultato mi è piaciuti veramente poco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. giocare con i colori è il modo migliore per scoprire gli abbinamenti giusti!

      Elimina
  25. Credo che farò la voce fuori dal coro: non uso e non amo usare blush. Ecco l'ho detto!
    Il fatto è che i rossori naturali li ho già, e pure nei punti giusti: ho le guanciotte belle evidenti, sopratutto quando sorrido o rido (praticamente tutte le volte che metto un rossetto rosso, perché mi mette di buon umore ^.^), e con un colorito che potrei definire sano, anche se non uniforme (non sono macchie della pelle). Mettendo il blush mi sembrerebbe di enfatizzarle troppo e non mi piace.
    Mettiamoci anche che ho problemi con la base in generale (fondotinta questo sconosciuto) e il dramma e fatto xD

    RispondiElimina
  26. Ti adoro, le tue guide sono sempre un passo avanti... coi rossetti mi hai molto aiutato... con i blush già sono fissata di mio e trovo ogni frase perfettamente azzeccata, soprattuto il fatto che il viso non risulta completo!
    Il mio è davvero piatto senza blush :)
    Oso molto, sono partita dall'uso della regola "qualcosa in comune tra rossetto&blush" per ritrovarmi a poter sfantazzare alla grande, il mio viso regge bene come dici tu anche grandi contrasti di colore, almeno una cosa che mi piace di me incondizionatamente!
    Non ho la benetint, la vorrei prendere un pò scontata o in un set tipo il tuo in minisize, quindi aspetto...in offerta presi la tinta bechic ma è davvero sheer perciò non sono paragonabili, ma ha un odore buonissimo in compenso :P

    RispondiElimina
  27. bellissimo post! io ho scoperto da poco la potenzialità dei vari colori dei fard (e non è un bene, perchè ora mi tocca collezionarli :P) e trovo che un bel rosso sia davvero il blush dall'effetto più naturale per quel che mi riguarda. sfumato molto bene, su di me fa l'effetto rossore che traspare dalla pelle che non ottengo con nessun altro colore!

    RispondiElimina
  28. ah, dimenticavo di dire, che se ho difficoltà con l'abbinamento, come scappatoia uso lo stesso rossetto come blush :D

    RispondiElimina
  29. Io vado sempre un po' nel panico quando devo scegliere il blush anche se li ho tutti sulla stessa tonalità. Tra quelli che hai nominato ad esempio ho il 105 di Kiko il primo blush che ho comprato e che mi hanno consigliato loro tra l'altro ed è quello che uso quando non capisco cosa abbinare perché come mi trucco mi trucco me lo vedo sempre bene.
    Gli altri (sono 10 in totale con il 105 di cui prima) sono tutti sulla stessa scala di colori o sul rosa o sul pesca/corallo ed il più scuro che ho è un mauve di un duo di Kiko della Kaleidoscopic.

    RispondiElimina
  30. io ho scoperto che nonostante il sottotono leggermente caldo mi stanno bene i blush freddi. Non so perchè, forse contrastando fanno risaltare la mia carnagione al posto di creare una sorta di ridondanza come invece accadrebbe con i blush caldi. Invece sulle labbra con colori freddi freddi non mi ci vedo bene.

    RispondiElimina
  31. Ciao! Sono passata da donna-ombretto a donna-rossetto, e la tua guida mi ha aiutato davvero molto ad evitare boiate :-D Io ero una di quelle "rossetto beige o rosino con un miliardo di brillini/metallizzati" una porcheria innaturale che manco alle elementari li usano più. Ora indosso il Rimmel Kate 10 per andare in università con disinvoltura :-D Ho solo un grande problema: ODIO L'EFFETTO DEL BLUSH. So che ci va, ma... Dopo tutta la fatica per uniformare il viso, non mi piace che ci siano parti arrossate. Qualunque mi sembra sempre troppo. Poi io ho il classico viso a luna piena, trovo enfatizzi troppo le guance che già si notano :-D Per dire, ho usato creamy di Neve, mica un rosso carico, ma mi sembra già troppo. Hai dei consigli? Please!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io uso il n. 10 by kate! E' fantastico! Io per il blush, pur avendo un viso sul tondo, uso quello in crema della revlon e non fa macchie e si uniforma al colorito anche su una pelle non perfetta...

      Elimina
  32. il Benetint, quanto l'ho usato in passato, fantastico! Mi frenano dal ricomprarlo il costo ed il fatto che usandolo sul mineral temo possa "impastarsi" (ormai non posso più permettermi di uscire senza fondotinta o almeno una bb...ahimè!) Ho trovato un prodotto che applicato gli somiglia abbastanza, è un blush in stick della collezione natalizia Essence, eccolo qui: http://www.kosmetik4less.de/de/essence-online/trend-editions/happy-holiday/essence-rouge-happy-holidays-blush-stick-01.html
    Mi ci sto trovando benissimo!
    Ciao!
    Paola R.

    RispondiElimina
  33. Questo post mi è stato molto utile. Soffrendo di couperose ho sempre avuto paura ad usare i blush, finché non mi è stato regalato il blush di Chanel: l'ho provato e ho notato subito la differenza (e l'importanza di fare una buona base!). Però non lo uso tutti i giorni perché i prodotti costosi li tengo come un sacro graal e ripiego su un blush in crema della revlon rosa e l'effetto non mi dispiace, pur avendo la pelle mista!

    RispondiElimina