30 settembre 2013

Questions & Answers #1

Q - Come fai a mettere il rossetto in modo cosi' preciso? Usi matite labbra?
A - Diciamo che ho la fortuna di avere delle labbra dal contorno piuttosto definito. Questo mi aiuta, perchè pur applicando il rossetto direttamente dal tubetto, spesso non devo fare ulteriori ritocchi. Non uso spesso le matite labbra, a parte quella trasparente, ma quando lo faccio di solito è a causa del finish del rossetto. Texture più dense e che si stendono difficilmente (matte) tendono a creare delle pieghe lungo le naturali rughe del contorno labbra. Per uniformare la linea, uso delle matite labbra. Seguendo il consiglio di Lisa Eldridge, però, le uso DOPO aver applicato il rossetto e non prima, usandole a mo' di pennello per definire i contorni e creando anche una barriera naturale che eviti al rossetto di "scappare". Due lavori in uno insomma. 
In generale consiglio questa procedura anche e soprattutto alle ragazze che non hanno il contorno labbra particolarmente definito. Mi trovo molto meglio rispetto all'uso del classico pennello.


Q - Segui dei criteri (se esistono!) per l'abbinamento rossetto-vestiti? 
A -  Sì e no. Diciamo che mi capita spesso e volentieri di scegliere un rossetto senza considerare troppo come sono vestita, soprattutto quando ho appena preso qualcosa di nuovo e per un po' voglio indossare solo quello. Altre volete ragiono, ma raramente decido in base al colore, quanto più forse allo stile di ciò che indosso. Abiti più "girly" o comunque di taglio un po' vintage, di solito li abbino più facilmente con i classici rossetti rossi freddi (tipo Russian red o Brave red), o Lady danger o Diva. Quando indosso abbinamenti un po' più "rock" (odio questo termine ma non saprei come altro descriverlo), cosa che capita soprattutto in inverno, preferisco i rossetti più scuri. I colori accesi li riservo per l'estate e raramente li abbino ai vestiti, perchè in generale se devo scegliere tra un colore acceso e uno scuro, io scelgo sempre quello scuro, lol. 


Q - Quali sono per te i pennelli indispensabili per realizzare un buon trucco occhi (oltre quello da applicazione e da sfumatura intendo)?
Q - Mi piacerebbe sapere quali sono dei buoni pennelli da sfumatura "for dummies" come me che non hanno una grande manualità. A parte il 217 di mac che è un po' fuori budget.
A - Rispondo insieme a queste domande dato che riguardano entrambe i pennelli.
Devo rispondere partendo dal presupposto che secondo me non serve avere chissà che pennelli per truccarsi bene e bisognerebbe puntare più sull'acquisire una buona manualità. Questo non vuol dire ovviamente che ogni pennello va bene, ma che non ne servono a decine.
E' raro che io parli di pennelli perchè di fatto ne uso pochi e sono sempre quelli da una vita. Un buon kit di pennelli da occhi secondo me dovrebbe comprendere: un pennello da applicazione, un pennello da sfumatura, un pennello per applicare l'ombretto nella piega (tipo pennello penna), un ombretto angolato o da eyeliner. Volendo, un pennello per dettagli ma non è fondamentale. Stop. Il resto, è noia. E' un di più che si può anche acquistare, ma che di base non vi darà nulla di più.


Cercherò di concentrarmi un attimo sui pennello da sfumatura e da piega, in modo da essere specifica. Ne consiglio tre:
Pennello London Blending della Neve cosmetics: da quando ho lui i pennelli penna sono diventati superflui. Pur essendo abbastanza folto e preciso, ha una morbidezza che permette sia di applicare che sfumare nello stesso tempo.
Pennello Rose angled della Neve cosmetics: la sua forma consente una sfumatura piuttosto precisa, soprattutto quando si vuole coprire l'intero angolo esterno dell'occhio. Sfuma (bene) e applica (meno bene). Per un principiante la sua forma potrebbe venire in aiuto.
Pennello da sfumatura Zoeva 225: classico pennello da sfumatura, piuttosto cicciotto e molto morbido. Sostituibile, per quanto ho potuto vedere, con il Teal blending sempre della Neve.
No, la Neve non mi paga. Anzi, nonostante viviamo a pochi km di distanza, credo di essere una delle poche blogger che la Neve non si sia mai considerata manco di striscio XD Consiglio i loro pennelli perchè: 1. sono qualitativamente MOLTO buoni, 2. sono facilmente reperibili online, 3. non costano in maniera eccessiva, 4. è pur sempre una azienda italiana.


Q - Vorrei che parlassi di cosa rappresenta per te il blog, quale indirizzo scegli di dargli con i post che scrivi e cosa invece pensi che sia lontano dal tuo stile e da questo tuo spazio.
Q - Sarei curiosa di sapere quanto tempo dedichi al blog, cosa rappresenta per te e cosa ti ha spinta ad aprirlo.
A - Il blog è nato per condividere i miei look. All'inizio lo facevo su facebook, sul mio profilo privato, ma da una parte volevo potermi confrontare con un pubblico più vasto di quello degli amici, e dall'altra ho iniziato a pensare che fosse necessario porre una barriera tra me, la mia vita privata e professionale, e il makeup. All'inizio mi "limitavo" a fotografare i trucchi che facevo per uscire la sera, poi la cosa si è evoluta. Ho iniziato a scrivere qualche recensione (cosa che però non mi fa impazzire), delle piccole guide, consigli vari... E a proporre look che non erano semplicemente quelli con cui uscivo. Questa è forse la risposta più semplice. Quello che forse mi ha spinto davvero è il bisogno di confrontarmi da una parte e affermarmi dall'altra. E' difficile che io riesca a tenere una passione per me, e allo stesso tempo ho bisogno di cose mie, da coltivare e portare avanti. Di fatto è questo ciò che rappresenta il blog per me: un autoaffermazione. Non delle mie capacità, ma più di una parte di me. Un luogo dove potermi esprimere, dove potermi confrontare, dove poter dimostrare qualcosa a me stessa e agli altri. Ed è anche una sfida ovviamente.
Sono una pessima falsa modesta, quindi spero mi perdonerete la presunzione di dire che rispetto a molte persone ho la qualità un po' innata e un po' conquistata di riconoscere facilmente i colori e di abbinarli tra loro. La mia spranza è di fornire degli strumenti semplici, terra-terra, che consentano anche a chi di colori ne capisce poco (e non c'è nulla di male), di giocare con essi. Di divertirsi con loro. Questo è spesso e volentieri la sinfonia di fondo sia dei miei look che dei mie post "consigli" (vedi la Donna rossetto). In particolare, attraverso i look, cerco di smontare pezzo per pezzo quel tabù che vedrebbe i look molto colorati come importabili, o poco eleganti/fini, o eccessivamente complessi, o inadatti al giorno o particolari contesti formali. Perchè più che parlare attraverso assiomi, trovo che dimostrare sia un buon mezzo per proporre le proprie idee. Direi che questo è l'indirizzo che voglio dare al mio blog.
Non mi interessa avere il classico blog di recensioni. Che è utile, ma non sarebbe mio. Più che dire ciò che non vorrei, mi viene più semplice dire cosa voglio per questo blog. Che sia un luogo intellettualmente elegante: con gente che interagisce in modo intelligente, fornendo spunti e suggerimenti. Non lo vorrei mai vedere sommerso di post sponsorizzati che non hanno niente a che vedere con l'argomento principale, o di pubblicità e ads, o di troll e gente che viene solo a spammare il proprio blog. O, ancora peggio, di post scritti in fretta e furia, con un pessimo stile e vuoti a livello di contenuti. Quando scrivo, devo avere uno scopo preciso e devo trasmetterlo nel modo migliore.
Al blog dedico parecchio tempo, per scrivere un post impiego da una fino a due ore. I look sono più semplici da gestire, di solito. Tuttavia, questo blog non è il mio lavoro nè voglio che lo sia. Al contrario, il blog è un luogo che voglio sia solo mio, in cui si senta solo la mia voce e la vostra voce. Mi serve per vivere meglio il reale e il quotidiano, e per questo lo vedo in un certo senso ben separato da questi ultimi.


Q - Dopo aver scritto un articolo, anche solo fatto una bozza, lo fai leggere a qualcuno? Mamma, amiche, amiche blogger... E poi anche se in generale non lo fai, se qualche volta è capitato di cercare di capire se "poteva funzionare" la stesura.
A - Di solito no. Quando ho bisogno che il post sia chiaro (mi è capitato con i post della Donna rossetto), lo faccio leggere alle mie colleghe del 5 shades per avere un feedback.  
Curiosità: mia madre segue il blog, ma legge i post dopo la pubblicazione come tutte voi.


Q - Vorrei sapere del tuo rapporto occhiali-lenti a contatto.
A - Temo non ci sia molto da dire rispetto a quanto già spiegato qui e qui.
Porto gli occhiali da quando avevo sei anni. E' stata mia madre a capire che ero miope perchè ero perfetta nei dettati ma pessima a copiare alla lavagna. Nel corso degli anni, la miopia è degenerata parecchio, arrivando a circa meno otto/nove decimi ad occhio.
Non ho mai vissuto la miopia come una mancanza, ma come una parte di me, a cui sono persino affezionata. Questo ha fatto in modo che non avvertissi mai nel corso della mia vita la necessità di togliere gli occhiali, e quindi troncando sul nascere ogni tentativo con le lenti a contatto. Oltre a questo c'è da dire che i miopi "forti" come me, sono costretti a usare tipologie di lenti rigide tutt'altro che piacevoli da indossare e le poche volte che le ho provate, mi sono sempre trovata male. A disagio. Persino nuda. Senza gli occhiali non vivo bene e non mi vedo bene. Il mio viso mi piace molto di più con gli occhiali, li trovo più semplici e immediati. Le lenti - anche a livello di procedura di applicazione - mi sono sempre sembrate scomode e inutili.
Per lo stesso motivo, non penso nemmeno all'operazione al laser. Se anche fossi costretta a farla (e direi proprio di no per vari e vasti motivi), continuerei comunque a portare gli occhiali senza gradazione.
Molti mi hanno chiesto perchè non faccio foto di me con gli occhiali nel blog. Semplice: l'occhiale copre il trucco e quindi mi sembra poco sensato. Senza contare che tutti i trucchi che propongo per me sono trucchi da occhiali (e da non occhiali). Infine, trovo molto fastidioso il riflesso che si crea a causa delle lenti nelle foto.


Q - Una volta mi sembra di aver letto sul tuo blog che quando fai i trucchi per i post poi non esci con quel trucco addosso, ma ci fai le foto e ti strucchi. è perchè materialmente non devi andare da nessuna parte o perchè non ci usciresti con quei trucchi? 
A - E' rarissimo che io non uscirei mai con i trucchi che vi propongo. Il motivo stesso del blog cadrebbe. Può capitare, soprattutto quando ripropongo trucchi dai colori molto accesi, che per uscirci "abbasserei" occhi o labbra, soprattuto a causa degli occhiali che appesantirebbero in modo eccessivo il volto. Per esempio questo. Tuttavia, bisogna capire che in questi casi il trucco risulterebbe eccessivo su di me, ma non per forza su altre persone con un viso diverso. Infatti non ho avuto problemi a uscire di pomeriggio per una commissione alle poste con questo. Inoltre quando mi trucco per il blog,  propongo abbinamenti che possano funzionare anche su visi diversi dal mio. La mia vita reale è una cosa molto diversa, perchè devo pensare solo a ciò che sta bene a me.
Dato che per me il trucco è anche un modo di "sfogare" lo stress, mi capita molto spesso di truccarmi anche quando non devo uscire ma ho un pomeriggio di serenità o qualche ora a disposizione. A volte rimango a casa truccata, altre volte mi strucco subito dopo per comodità.
Bisogna infine considerare che fare un look per il blog non è proprio tra le cose più veloci. Oltre alla base che richiede molte precauzioni in più rispetto a quella solita che faccio per uscire (devo usare la cipria in modo più accurato, idem il correttore, perchè la macchina foto non è così buona come l'occhio umano), l'intero processo di fare le foto può durare anche parecchio. A volte, i primi scatti sono quelli buoni. A volte devo scattare anche una cinquantina di foto per avere quelle giuste. Dato che non sono una persona che ama far aspettare, spesso e volentieri preferisco fare le foto per il blog quando ho parecchio tempo a disposizione e raramente questo si conforma con la necessità di uscire o appuntamenti vari.


Q - Dove tieni i tuoi ombretti mono in modo da avere ordine?
A - Temo che questa risposta sarà molto deludente. Io non compro ombretti mono ma solo palette. I pochissimi mono presi all'inizio della mia "carriera" di appassionata finivano puntualmente dimenticati in favore delle palette (e sono stati infine ceduti ad amiche). Sono pigra, mi piace avere tutto a disposizione in poco tempo. Al momento attuale possiedo nove palette Sleek, due palette Nyx, una palette Pupa della linea creata da Clio.


I pochi ombretti mono che possiedo (alcune cialde MAC ricevute in regalo e alcune di Urban decay depottate da una vecchia palette, una cialda della Neve) stanno in due palette personalizzabili di Sephora.
Il tutte le mie palette si trovano nel cassetto della mia scrivania. I pigmenti e gli ombretti in crema stanno in una piccola scatola sopra la mia scrivania.


Q - Come scatti i tuoi selfie: l'angolazione della luce, se la schermi con qualcosa (mi piace l'effetto soffuso che dai!), se scatti sempre alla stessa ora o hai della abitudini particolari...
Q - Ci sono dei consigli che puoi dare su come fotografare il viso al meglio pur facendo vedere i dettagli degli occhi.
A - Io scatto le mie foto davanti alla porta che dà sul balcone, per poter avere il massimo della luce.
E qui inizia la parte divertente. Di solito faccio le foto in ginocchio o accovacciata, in modo di avere la migliore angolazione della luce. Appoggio la macchina foto alla porta di vetro e scatto. Di solito faccio qualche scatto e poi controllo. Dopo un po' di esperienza, so che posizioni ed espressioni assumere. Essendo molto miope, il processo è un po' stancante.
Non uso schermi nè altro. Anzi, mea culpa, scatto con il programma automatico della macchina foto (Canon powershot 220) per i ritratti. Mi trovo meglio che a sistemare da sola ISO e bilanciamento del bianco. Scatto sempre alla stessa ora, dopo pranzo o nel pomeriggio, perchè la mia stanza dà ad est: il sole la mattina è eccessivamente forte.
Il mio consiglio sulle foto è di ignorare chi vi chiede le foto in cui guardate la macchina foto: il trucco si vede meglio se tenete lo sguardo aperto ma basso. Cercate un posto con una buona luce NATURALE e in cui sia facile appoggiare la macchina foto. Le foto mosse o con una pessima luce sono di fatto inutili. Il flash va evitato come la peste: modifica i colori in modo triste. Altri consigli, essendo una profana della fotografia, ammetto di non averne.


Q - Quali sono secondo te 5 (ma anche 2 o 3 o 10) buone ragioni per comprare un cosmetico (pensavo al rossetto) e quali invece quelle per non farlo, per esempio: se a me stanno bene i fuxia è sbagliato comprare il 5 solo leggermente diverso?
A - Le ragioni per comprare sono, in ordine di importanza: ne ho necessità (vera), mi voglio togliere uno sfizio e me lo posso consentire (purchè questo non venga ripetuto una volta alla settimana, uno sfizio è tale perchè è una cosa che capita di tanto in tanto), è di buona qualità, rispetto a prodotti analoghi si adatta meglio alle mie esigenze, ha un buon rapporto qualità-prezzo.
Le ragioni per non comprare: ne ho già uno/troppi in casa uguali (comprare trecento rossetti uguali per me è insensato, ammetto), "tanto costa solo 2 euro!", non sono certa di usarlo/indossarlo ma magari un giorno lo farò...,  "ma è un prodotto di X" (dove X è una marca random, facilmente MAC), "l'ha usato X, deve essere per forza buono e adatto alle mie esigenze" (X è una youtubers random, peggio quelle che non hanno nè arte nè parte e vanno avanti di collaborazioni).

 
Q - Comprare un colore perché: non ho niente di simile è "sempre" una buona idea?
A - No, perchè spesso se quel colore non ce l'hai un motivo c'è. Bisogna sempre ragionare se e quando si userà. 


Q - Perchè perdi così tanto tempo a smanettare al pc quando hai una gatta bellissima in casa che reclama cibo? Lei merita attenzioni! (e cibo) (soprattutto cibo).
A - ... Lo so che sei tu, Aki. Vergognati. (*)


(*) scambio avvenuto realmente mediante sguardi torvi 20 secondi fa.

20 commenti :

  1. ahahahahahah ora ho capito l'allusione di ieri al post XD l'ultima domanda spacca come le sottilette XD
    *prende appunti sulle foto* molto interessante!

    RispondiElimina
  2. Grazie per aver risposto alla mia domanda :) e devo dire che anche le altre hanno fatto domande davvero interessanti.Ho già il london blending,yellow liner,rose angled e il teal blending (che hai indicato come alternativa al pennello Zoeva). Mi sa che ho sottovalutato il pennello angolato,perchè fino ad ora l'ho usato solo per applicare l'illuminata sull'arcata sopraccigliare e sull'angolo interno.
    Per quanto riguarda gli occhiali per me è l'opposto.Toglierli è stata una liberazione.Non mi piace il mio viso con gli occhiali,poi mi rendono gli occhi piccoli e mi danno pure fastidio.
    Però ti capisco,mia cugina la pensa come te non riesce proprio a vedersi senza occhiali.

    RispondiElimina
  3. ah ah che ridere lo scambio di battute con la tua gattina...secondo me anche la mia cagnolina quando mi metto a smanettare lo pensa O.o
    xoxo
    buon lunedì

    RispondiElimina
  4. Bellissime domande, molto utili le risposte! Mi ritrovo in molti dei tuoi consigli :) Ps. la domanda più bella è l'ultima xD Hai una gattina bellissima!

    RispondiElimina
  5. Povera miciottola, ti guarda male! XD
    Interessanti tutte le risposte, in particolare quella sulle foto! "Sguardo aperto ma verso il basso" sarà il mio nuovo mantra! Fino ad ora le mie foto per mostrare trucchi (per il tuo concorso XD) sono venute tutte da schifo (sembravo più deficiente del solito), magari questo trucchetto è la svolta! :)

    RispondiElimina
  6. Bel post, brava! E grazie per la risposta :) Ho un pennello angolato simile a quello Neve, ma finora non l'avevo mai usato per sfumare...proverò!

    RispondiElimina
  7. grazie per la risposta!!!proverò il metodo elridge! un grattino alla tua micia :)

    RispondiElimina
  8. hai mai pensato di prendere un cavalletto per scattare le foto? (io ce l'ho ma non lo uso perché qui non mi è possibile)

    madò hai fatto il buco a Butterfly! XDDD (era quello il Neve o ricordo male?)

    RispondiElimina
  9. Un piacere scoprirti ancora tramite domanda e risposta :)
    Aki è una furbetta clamorosa!

    RispondiElimina
  10. Sono d'accordo sul tenere lo sguardo basso,fa vedere meglio..il problema è che esco con delle facce improponibili, devo studiare un po' la cosa!

    RispondiElimina
  11. Bellissimo questo post! Ottimo il consiglio per farsi le foto, io quelle rare volte che ci ho provato ho fatto delle schifezze e mi serviva giusto un suggerimento per il contest xD
    L'ultima domanda è la cosa più bella del mondo <3 Aki <3

    RispondiElimina
  12. Non so se è un caso ma anche mio padre ha messo gli occhiali a sei anni e ha una miopia che definire importante è un eufemismo e senza occhiali non ci si vede.Io invece li ho messi alle medie e seppure li abbia adorati (capirai ero arrivata a stare con le sopracciglia aggrottate tutto il giorno tanto non ci vedevo!) e sia stato un trauma mettere le lenti a contatto (ricordo ancora con orrore le prime che ho provato:dopo due ore mi avevano scartavetrato la pupilla, ho lacrimato per giorni) ora non tornerei più indietro.
    Ciò detto... io sono arrivata tardi >_< quando lo fai il prossimo Q&A? *_*

    RispondiElimina
  13. grazie per la risposta :) io ero la stessa che ti aveva chiesto della foto con lo sguardo alla fotocamera lo scorso post.. è vero che il trucco si vede molto meglio con lo sguardo basso, ma secondo me è importante anche una foto con lo sguardo alla fotocamera, per capire come il trucco contorna l'occhio realmente. almeno, questa è la mia opinione :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un parere che ovviamente rispetto, ma temo sia utopistico dal punto di vista delle foto. Nel mio caso, per fare le foto in modo degno, devo tenere la fotocamera più alta del mio viso, riprendendomi quindi "dall'alto". L'effetto sarà molto diverso rispetto al vedermi face to face nella vita reale. Idem in moltri altri casi... Inoltre in foto i trucchi risultano sempre diversi da come sono dal vivo. Le foto sono utili per capire come un trucco è realizzato, come i colori si abbinano... Ma quello che in foto sembra pesante 10, dal vivo a volte lo è 100.
      Ecco perchè trovo utopistico cercare di capire dalle foto come un look risulti veramente sul viso che lo porta...
      Poi ovviamente ci si prova XD

      Elimina
  14. Massima stima per quello che hai detto sul Tuo blog: credo che questo traspaia dal tuo stile di scrittura, e ti ho sempre apprezzato per questo. Ora che lo hai detto sono sicura di aver avuto l'impressione giusta all'inizio. Complimenti per la tua "morale", se così si puo definire ;)

    RispondiElimina
  15. In ritardo causa lavoro, grazie per la risposta alla mia domanda, che poi oggi che ho passato la giornata con le lenti dato lo smarrimento occhialuto (non lo faccio mai al alvoro e avevo gli occhietti secchi :() ci stava proprio. ;)

    Mi sa che questa idea te la ruberò presto, e i cuoricini colorati sono adorabili!

    RispondiElimina
  16. Letto questo post dovevo scriverti!
    Io porto gli occhiali da quando avevo circa 1 anno e mezzo, oltre ad essere ipermetrope ho un occhio "pigro" per cui, soprattutto se sono stanca o in determinate condizioni, ci vedo doppio!
    In tanti mi hanno chiesto perchè non metto le lenti a contatto o non mi opero. In parte perchè le lenti mi stancano prima l'occhio (e vederci doppio è stressante e nauseante....l'unica soluzione poi è mettermi a dormire.....), in parte perchè sono cresciuta con gli occhiali e non riesco a stare senza! Anche quelle rare volte in cui porto le lenti, ho sempre gli occhiali da sole....l'aria diretta negli occhi mi dà fastidio, e senza occhiali mi sento nuda e vulnerabile.
    Insomma tutto questo testamento, per dire che mi sono rispecchiata molto nella tua risposta, e che, per la prima volta, mi sento compresa ^_^
    Grazie mille!

    RispondiElimina
  17. Sul modo di scattare le foto quasi ci sono, generalmente mi metto davanti la finestra o della sala o del soggiorno perché sono grandi ed entra molta luce ma non diretta, fortunatamente ho una mano piuttosto ferma e quindi non mi vengono mosso anche perché con una semplice compatta come la mia Nikon Coolpix L23, se avevo la mano "tremarella" ero spacciata; inoltre quasi la totalità delle volte guardo in basso per scattare le foto, anche perché se guardassi in camera, primo mi vengono gli occhi incrociati e secondo il trucco giustamente non si vedrebbe.

    Quoto per le palette ne ho 9 anche io di Sleek e sono di una comodità pazzesca, in più ne ho una di MUA, una di NYX, la Scurissimi di Neve e un'altra palettina Kiko, mentre con quelli sfusi (maggiormente Kiko) ho riempito una palette vuota di Neve, avevo anche qualche Colour Sphere ma quelli non ci entravano e così essendo solo 5 li ho inseriti con del nastro magneti in un porta assorbenti ed ora ce li ho tutti a portata di mano. Fatto sta che ho fatto il conto ed in totale o più di 150 ombretti!!! Mi sono messa paura da sola O_O

    RispondiElimina