08 ottobre 2013

Come not between the dragon and his wrath.

Non riesco a credere che, tolto questo, siamo a meno due dalla fine di questa serie. Mi sembra ieri che postavo il look sulla Lussuria.
Il tempo sta volando...

Al contrario della Gola, il look dell'Ira è riuscito bene con chiarezza fin da subito. Nessun dubbio, nessuna prova. Non è che avessi una idea precisa, più alcuni punti chiave che sapevo di voler realizzare e che ho cercato di mettere in pratica.


L'Ira è un concetto che comprendo ma non vivo. Ovviamente mi arrabbio, quello penso sia normale, ma l'Ira come vero e proprio peccato, non è proprio da me. Mi capita di arrabbiarmi, a volte anche per minuzie, ma raramente dura tanto o è particolarmente pungente. Sarà che tendo (a volte anche troppo) a essere riflessiva, quindi cerco di razionalizzare i motivi per i quali sono arrabbiata. In questo modo, o mi calmo, o mi passa, o trasformo la rabbia in disapprovazione costruttiva.
L'Ira non è l'arrabbiatura classica da "azzo ho perso le chiavi, tutte a me oggi", ma è una rabbia talmente forte e soffocante, che fa sragionare. Fa dire cose che non si pensano, fa agire in un modo che non è il nostro solito. E dura tanto, fino a consumarci.






La rabbia rende ciechi. Da questa frase sono partita per il mio look, usando il rosso sfumato come se fosse una maschera che parte dal naso fino alle tempie. Quasi creasse un paraocchi. D'altronde non si dice anche "vedo rosso" quando si è molto arrabbiati?
Ho poi definito meglio l'occhio con un rosso prugna e un nero ben sfumati. Le righe di eyeliner sono nette, il più precise che potevo. Non contornano l'occhio in modo armonico. Non c'è blush, per dare il massimo risalto agli occhi.
Qualche dettaglio su come visivamente percepivo l'Ira l'avevo già speso nel post dell'Invidia, quindi vi invito a leggere qui così evito di ripetermi.

Non so, mi sembra che tra tutti i look fatti fin'ora questo sia quello più capibile nell'immediato, quindi evito di sprecare troppe parole.
Spero che vi piaccia e nel caso vi torni utile per Halloween!



Face:
Bourjois Healthy Mix Serum Foundation 52 Vanilla
Kiko Full cover Concealer 2
 Mineralize Skinfinish Natural MAC in Medium
Eyes:
MAC Paint Pot "Soft Ochre"
Sleek Palette "Lagoon" e "Ultra mattes V2 Darks"
MAC kajal "Feline"
MAC gel eyeliner "Blacktrack"
Bourjois Mascara Volumizer
MAC eyebrow pencil "Lingering"
Lips: 
MAC kajal "Feline"
MAC lipstick "Film noir"
Rimmel Kate (black) lipstick n°10

24 commenti :

  1. So che il focus di questo trucco sarebbero gli occhi, ma io mi sono innamorata delle labbra, sarà perché avevo provato a creare una cosa simile senza riuscirci...
    Brava

    RispondiElimina
  2. favoloso! Mi piace da impazzire!
    Io per Halloween non mi trucco, ma se fossi in grado di rifarlo sceglierei questo *_*

    RispondiElimina
  3. è stupendo, davvero.
    appena l'ho visto mi ha in qualche modo resa irrequieta :O
    hai colto nel segno!

    RispondiElimina
  4. In effetti si intuisce subito che questo make up rappresenta l'ira. Incute un certo timore.
    Molto bello, in particolare mi piacciono le due linee di eyeliner, che mi sembrano somigliare a delle alette maligne :)

    RispondiElimina
  5. Nonostante mi siano piaciuti tutti i looks della serie, devo dire che questo è quello che mi ha colpita maggiormente, è come se avesse una marcia in più rispetto agli altri. E' realizzato perfettamente e con una tecnica ottima (come tutti gli altri) ma c'è qualcosa di più che non riesco a spiegare bene ^^;

    RispondiElimina
  6. Credo che l'ira sia il mio peccato, non tanto perchè mi capiti spesso ma perchè quando capita do il peggio di me e dico cose che penso ma che per pudore (o solo per educazione) ho sempre evitato di dire.
    Quanto al look è splendido come e più degli altri, decisamente quello *migliore* per quel che mi riguarda sia per l'idea che c'è dietro che per la realizzazione *_*
    Son curiosa di vedere gli ultimi due, l'accidia in particolare **

    RispondiElimina
  7. Mamma mia, è una forza *O* Mi piace sia il trucco occhi - molto rappresentativo direi, il rosso ci sta tutto - che le labbra.. Rende davvero benissimo l'idea *_____*

    RispondiElimina
  8. è BELLISSIMO! ora, sarò di parte, ma questo trucco lo sento parecchio "mio" (usi l'amato rosso, sono una persona terribile, ossia irascibile e rancorosa, hai usato la parola magica "dragon"..), lo proverò! sarò sincera, dubito di uscirci, specie nel paesello dove ti fanno pesare qualsiasi cosa di diverso dal loro "standard" (che io puntualmente non rispetto, ma un minimo fingo di uniformarmi perchè odio il fatto che poi arrivino a sparlare dei miei perchè "non mi hanno educata bene"), ma troverò il modo per sfoggiarlo anche in pubblico, anche se purtroppo dovrò adattarlo un pochino!

    RispondiElimina
  9. Bello! Davvero riuscito (e lo dico da analfabeta del trucco).
    L'ira è il "mio" vizio, lo ammetto. È curioso che mi sia sempre immaginata, in quei momenti, come un drago; non un leone, un'arpia, che ne so. Un drago. Quindi non posso che riconoscermi nel titolo del tuo post. (A proposito, complimenti per i titoli, sempre interessanti).

    RispondiElimina
  10. bellissimo trucco! anche io adoro le labbra *_*

    RispondiElimina
  11. Hai ragione è il più comprensibile e immediato. Decisamente mi piace parecchio anche se questo si, in qualche modo mi disturba.

    RispondiElimina
  12. Bellissimo, sei stata davvero brava. Mi intriga tantissimo, anche se l'ira non appartiene nemmeno a me: anche io tendo a razionalizzare e, forse stupidamente, a passare sopra ai motivi della mia rabbia, o a tradurli in ragionamenti coerenti. Così facendo, però, ottengo anche il risultato che, quando la corda si spezza, non perdono, nel senso letterale del termine: preferisco allontanarmi dalle persone che mi hanno fatta arrabbiare a tal punto, perché non sopporto nemmeno più la loro vicinanza. Forse è proprio per questo, in effetti, che il tuo trucco mi intriga così tanto... lo trovo anche estremamente sensuale e sanguigno. Bello.

    RispondiElimina
  13. Hai reso molto bene l'ira..cambia lo sguardo come il trucco scelto da te!
    un pò mi appartiene,ahimè..

    RispondiElimina
  14. Mamma mia che meraviglia hai fatto, è troppo bello! Io sono una che non si arrabbia mai per più di dieci secondi. Mi è capitato due volte nella vita di arrabbiarmi davvero e non vederci più dall'ira, penso che avrei potuto fare qualsiasi cosa. Questo look secondo me rende alla perfezione la sensazione.

    RispondiElimina
  15. Fantastico... forse quello che rende meglio tra tutti i peccati finora!

    RispondiElimina
  16. Sono senza parole perchè è un trucco che già dal primo sguardo ti fa davvero pensare subito all'ira, bravissima! Io non sono una di quelle che si arrabbia fino al punto di esplodere, anche se in passato mi sono capitati alcuni episodi dove ho dato il meglio (o peggio) di me... di solito tendo più ad arrabbiarmi ma ragionando e cercando di riflettere.

    RispondiElimina
  17. Direi che hai tirato fuori l'emblema dell'ira, e mi piace molto come hai sviluppato il concetto attraverso il make up.
    Vabbè, poi ti direi che quelle labbra sono perfette e bellissime e ecc ecc, ma non hai bisogno di sentirtelo dore, vero? XD

    RispondiElimina
  18. Purtroppo vivo moltissimo l'ira, l'associo a una mia particolare forma di pazzia ed è la parte di me che odio di più. Questo trucco, come hanno già detto tutte, rende perfettamente l'idea - non a caso non hai avuto dubbi nel realizzarlo : )
    grande Ale.

    RispondiElimina
  19. Ma è stupendo *_* e le labbra... :Q___ Vorrei saper fare anche io un ombrè sulle labbra così perfetto, purtroppo a me si smantella tutto strada facendo T_T

    RispondiElimina
  20. Bellissimo e assolutamente perfetto per l'Ira!!

    RispondiElimina
  21. Meraviglioso credo che tra tutti sia il mio preferisco :)

    RispondiElimina