18 novembre 2013

The basic kit

E' da un po' che ragionavo su questo post, ma era dura scriverlo, soprattutto dal mio punto di vista.
Quando penso a quali sono i "must" da avere per truccarsi, inevitabilmente penso a quanto sia personale e variopinto questo concetto. Per alcune i glitter saranno assolutamente un must, per altre la Naked sarà un must, per altre è il rossetto viola ad esserlo.
Quando una persona poi si trucca da un po', inevitabilmente ha smesso di pensare ai must secondo tizio e caio e ha iniziato a pensare ai must secondo se stessa medesima e nessuna altra interferenza esterna (pubblicità esclusa a volte).

Poi mi sono resa conto che la prospettiva era sbagliata, che dovevo partire per scrivere il post come se io in casa non avessi nulla e dovessi ricrearmi un kit da capo. Cercando di andare al di là del mio gusto personale e provando a mettermi nei panni di chi ancora non sa bene come muoversi.


Ecco quindi una breve lista di un buon primo kit da trucco, da principiante, che andrà personalizzato a seconda delle vostre esigenze e dei vostri gusti. Nessuno di questi prodotti è di per sé indispensabile, ma allo stesso tempo credo che possa essere un buon punto di partenza per iniziare a farsi una idea. Per avere una idea invece di come usare questi prodotti per un look semplice da giorno, andate qui.
Voglio precisare che questa lista può tornare utile anche a chi le cose le ha già, ma non sa mai come preparare la valigia quando parte. Questa lista può essere letta anche sotto questa luce, con eventuali modifiche a seconda della durata del viaggio e delle personali esigenze.

Per ogni prodotto vi farò presente anche quando secondo me vale (o non vale) la pena di investirci tanto a livello monetario. 

Le foto sono a scopo puramente indicativo. Rappresentano i miei rappresentanti per ogni categoria, ma sono suscettibili a variazione per esigenze diverse dalle mie.

PER LA BASE
Questa è la sezione in cui bisogna fare maggior sforzo ma in cui forse si è più ripagate in termine di resa. Scegliere dei buoni prodotti per la base faciliterà qualsiasi passaggio successivo. Più la base è ben fatta e meno prodotti saranno necessari (non dico che non bisogna usarli, dico solo che se volete rendervi presentabili non serve molto altro) negli altri reparti.


Fondotinta. A seconda delle vostre esigenze, a seconda delle vostre tasche. Ho già scritto qualcosa qui quando vi parlavo del trucco semplice da giorno e qui quando ho fatto il post su come scegliere il fondotinta. E' un prodotto su cui vale la pena investire SE avete particolari problemi. Altrimenti, molte marche economiche producono valide alternative.

Correttore. Anche in questo caso avevo già accennato qualcosa qui nel post sul trucco da giorno. Anche se non avete particolari problemi di pelle, è sempre meglio avere un correttore a portata di mano. Non potete mai sapere quando passerete una notte insonne e avrete occhiaie da panda il giorno dopo o quando vi capiterà lo sfogo sulle guance. Sono problemi che non si possono risolvere con il solo fondo, ma che richiedono l'uso di un correttore.
E' un prodotto su cui vale la pena investire SE avete particolari problemi.

Cipria. Fissare la base è necessario, non è un optional. Anche in questo caso, sceglietela a seconda delle vostre esigenze/tasche. In generale, consiglio sempre quelle a polvere libera, trasparenti, con un finish dall'opaco al leggermente luminoso (non troppo luminoso, eh) a seconda del vostro tipo di pelle. In tal senso, nelle marche di trucco minerale si trova sempre qualcosa di interessante.

Blush. So che per molte i blush sono come i rossetti e non sono mai abbastanza, ma so che c'è anche gente convinta che non sia poi così necessario o che ha sempre paura di sbagliare la tonalità da applicare. Dato che ci siamo concentrate sulla base, nascondendo eventuali rossori, il blush è di fatto necessario. Sarebbe il caso di averne ALMENO uno, di un colore che ricordi il più possibile il vostro rossore naturale in modo da poterlo abbinare a qualsiasi cosa senza doversi per forza dannare. Ho scritto qualcosa su questo fantomatico "my cheeks but better" qui.
Ho parlato di come applicarlo qui

PER GLI OCCHI
Questa è sicuramente la parte più difficile, perché risente molto del gusto personale. Dopo aver a lungo meditato ho deciso che - se si parte senza una idea precisa - la cosa migliore è puntare su...


Una base/primer per ombretti. Il problema della palpebra oleosa è più diffuso di quanto si pensi. E' inutile sperimentare con i colori se alla fine non riuscite a farli durare nemmeno qualche ora intatti. Ormai qualsiasi casa cosmetica ne produce una, quindi se ne trovano per tutte le tasche, tuttavia vale la pena spenderci qualcosa in più sopra.

Una palette di colori neutri. Ne esistono a cassettate in commercio, non serve dannarsi per trovarne una. Economica, meno economica, di marca rinomata o meno, ce n'è per tutti i gusti. Personalmente vi indirizzo verso palette con un buon numero di colori opachi neutri all'interno, da poter essere usati anche in combo a ombretti più colorati. Su tutte, le mie preferite al momento sono la Au Naturel di Sleek, la Elegantissimi di Neve cosmetics e la Naked basic di Urban decay.
Una basta e avanza, perché tendono a ripetersi molto. Scegliete una palette che non sia né troppo calda né troppo fredda. Un buon equilibrio tra le due componenti la renderà più eclettica.

Una (o due) palette con ombretti colorati. Di soli neutri non si può vivere. Qualcosa di colorato serve, anche da usare da solo ben sfumato.
Su quale comprare... dipenderà molto dai vostri gusti e dalle vostre attitudini. Il mio consiglio, al solito, è di dare una occhiata alle palette Sleek perché sono - per me - le migliori in termini di qualità/prezzo e la varietà dei colori proposti è sempre buona. Altra opzione: crearne una voi con i sistemi di Kiko o (meglio) di Inglot.
Dovessi parlare per me, penso che metterei le Ultra mattes (almeno la darks) di Sleek tra i must, ma mi rendo conto che dipende dal mio grande amore per gli scuri e per gli opachi. Preferisco quindi lasciarvi "libere" in questo senso.

Postilla sugli ombretti: come vedete non ho inserito mono. Personalmente i mono sono un tipo di prodotto che capisco poco, ma mi rendo conto sia un mio limite, quindi se preferite optare per dei mono al posto delle palette, fate. Allo stesso tempo: non investite *troppo* sugli ombretti. Basta che scrivano bene e non vi diano problemi di allergia. Tanto facilmente non vi fermerete a una sola palette, ne prenderete altre... Inoltre anche case cosmetiche economiche o medie (Catrice, Inglot, Kiko, Sleek...) producono ottimi ombretti senza doversi svenare.

Un eyeliner (nero). L'eyeliner è un po' un must: averlo risolve parecchie situazioni in cui al trucco occhi sembra mancare qualcosa ma non so cosa. E spesso vi salva la serata perché da solo sa fare la sua bella figura senza bisogno di altro. Preferibilmente nero, ma se per voi risulta troppo pesante, optate per un marrone (caldo o freddo), un viola scuro o un blu navy.
La tipologia dipenderà unicamente dalla vostra manualità e dal tipo di finish che preferite. Per cominciare, di solito, i risultati migliori li danno gli eyeliner in penna e gli eyeliner in gel (ormai prodotti e venduti da qualsiasi marca). 
Vale la pena investirci tanti soldi solo se per voi l'eyeliner è un prodotto da tutti i giorni. Altrimenti, ci sono buone alternative economiche sul mercato.


Una matita (meglio kajal) nera. Anche questa è una cosa da avere che non si sa mai. Meglio una matita morbida (ma che non coli e che abbia una durata degna!), in modo da usarla sia nella rima interna sia come base per gli smokey o per creare delle linee tipo eyeliner molto morbide e sfumate. Per me la migliore rimane la Feline di MAC, e - soprattutto se siete amanti della tipologia di prodotto  - secondo me vale la pena investirci sopra.

Una matita marrone (o blu, o viola, o grigia). A volte la matita nera sembra troppo (scura, decisa, carica), ma serve comunque qualcosa di più soft per contornare l'occhio. Meglio avere una matita in uno dei colori base a disposizione. Nel dubbio, optate per il marrone o per il blu navy a seconda di cosa preferite.

Un mascara. Vabbé. Qui non vi dico nemmeno perché dovete averlo. Ho stima delle vostre capacità intellettive.

Una matita (o ombretto) per le sopracciglia. Un punto spesso dimenticato, facendo grande errore. Curare le sopracciglia è forse più importante di tutte le cose qui sopra elencate (base esclusa) perché crea la giusta cornice al nostro sguardo. Le sopracciglia curate danno subito un aria più curata ed elegante al viso. Non trascurate la questione. Per il colore, ovviamente, dipenderà dal vostro naturale. Nel dubbio, meglio un tono in meno che uno in più: le sopracciglia scure a volte sembrano rendere "severo" il volto. Stesso suggerimento lo lascio a chi porta occhiali con montature spesse. Sempre colori che tendono al freddo, mai al rossiccio.
E' un prodotto su cui vale la pena investire.

PER LE LABBRA
E qui forse vi stupirò, perché la categoria sarà molto "ristretta", ridotta a quello che reputo l'essenziale.


Un rossetto MLBB. Ne ho parlato ampiamente qui, nel post dedicato, quindi credo di non dovermi ripetere sul perché sia fondamentale averlo. Va con tutto, è il rossetto da tutti i giorni.

Un rossetto rosso. Non importa se intenso, luminoso, matte, scuro... Tutte le donne dovrebbero avere un rossetto rosso da mettere quando vogliono sentirsi speciali. Che lo si usi solo la sera, tutti i giorni, quando vogliamo darci forza, quando vogliamo sembrare bellissime... non importa, credo sia necessario averne uno. E non iniziate con le scuse: c'è un rossetto rosso là fuori per ognuna di noi, avevo scritto un post al riguardo qui, quindi dovete solo cercarlo...


ACCESSORI
Oltre ad alcuni fondamentali, come la pinzetta per le sopracciglia, mi voglio concentrare esclusivamente sui pennelli. Per me sono "fondamentali" ben poche cose, lo so. C'è da dire questo mio fare un po' nazistico in materia, facilita forse la vita per chi non sa da dove iniziare e non vuole spendere capitali.


Un kabuki (o flatkabuki). Per la cipria e per un eventuale fondo in polvere. Se per voi è un problema usare un solo pennello per entrambi (io ho sempre fatto così quando usavo il fondo minerale), risolvete aggiungendo un classico pennello da cipria. I migliori: quelli di Neve cosmetics.

Un pennello da blush. Classico e semplice da trovare.

Un pennello da applicazione & sfumatura per occhi. Sono pennelli folti ma anche abbastanza morbidi per poter sia applicare che sfumare senza troppi problemi. All'inizio possono rivelarsi molto più utili che trecento pennelli diversi. Un esempio è il eyeshadow brush della Elf. Penso rientri nella categoria il 217 di MAC. Anche il pennello ombretto di Neve cosmetics pare avere la forma giusta
Ovviamente questa è la categoria che si può differenziare maggiormente, quindi vedrete poi voi a seconda delle vostre esigenze. Altrimenti, se dovete investire su qualcosa, investite su qualcosa che sia buono per sfumare. Per applicare ci sono sempre le dita.

Un pennello angolato. Sia per l'eyeliner, che per sistemare eventuali linee nel trucco fatte con matite o ombretti, ma anche per le sopracciglia.

35 commenti :

  1. La tua premessa iniziale è giustissima. Non esistono i must per tutte, esistono i must per ognuna di noi. Allo stesso tempo per una principiante può essere utile capire da che base partire. Mi piace ad esempio l'idea di inserire sia una palette neutra che qualcosa di colorato, così da avere un range quanto più completo su cui fantasticare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tra l'altro ragionando, ho pensato che la premessa iniziale spesso spinge noi che ne sappiamo qualcosa di più appunto a non esporci sull'argomento. Però è anche vero una cosa: finchè non provi non sai quali sono le tue esigenze. Io ora, dopo anni, so di cosa ho bisogno e di cosa non ho bisogno... Ma chi inizia? Da qualche parte deve buttarsi e mi sembra che questo sia un elenco abbastanza fornito ma allo stesso tempo senza cose che all'inizio possono risultare superflue (tipo il contouring).

      Elimina
  2. Ottimo post, che mi ricorda che dovrei fare qualcosa di serio per le mie sopracciglia... avendole sempre avute folte non le ho mai riempite per evitare l'effetto Elio, ma dovrei riconsiderare la questione mi sa!

    RispondiElimina
  3. Interessante! Lo terrò a promemoria anche per un eventuale beauty da viaggio. ;)

    RispondiElimina
  4. Direi che il post è molto utile, come te preferisco le palette agli ombretti mono...ma ogni tanto qualche sgarro lo faccio! Ad ogni modo nei miei kit da viaggio una palette non manca mai!

    RispondiElimina
  5. Hai ragionissima sulle sopracciglia: io ho la fortuna di averle belle folte di mio e non ritenevo necessario riempirle, ma da quando ho provato a farlo ho visto l'enorme differenza che fa nel look. Adesso non posso più farne a meno!

    RispondiElimina
  6. bello questo post!!! io in estate avevo iniziato a scrivere un rubrichina "trucco da Zero" che intendeva proprio chiarire come si puù ottenere un bel trucco che fa apparire curate e a posto, senza avere una stanza piena di prodotti... credo poi che chi inizia debba comprarsi le cose piano piano.. cioè.. io ho iniziato comprandomi un pò di cosine alla volta, per avere il tempo di "capirle" di per se e addosso... adesso credo di saper abbastanza cosa mi piace e cosa no... tu dici degli ombretti mono... non lo so ci sto ragionando.. alla fine molte palette hanno colori che io non userei mai... esempio Sleek so che della Acid (tanto per dirne una) userei 4 colori al massimo.. mentree della Romance usereri tutto perchè io vivo di prugnozzi e silmili!!! qundi preferisco acquistare un mono che so di usare piuttosto una palette che non userei completamente!!! pe3rò forse è questa la differenza.. se si ha un pò di "esperienza" allora arriva la consapevolezza.. mentre per chi inizia quest'ultima quasi mai c'è!!! brava!!! io ancora fatico molto con il blush... perchè mi arrosso facilmente e almeno per me non è un prodotto indispensabile :P

    RispondiElimina
  7. Questo post serve a tantissime persone, non immagini in quante mi chiedono informazioni su come truccarsi ed io penso che mi domandino consigli per un trucco occhi un po' creativo e fantasioso... ed invece no! Hanno proprio bisogno dei fondamenti del makeup, di sapere a cosa serve un correttore, un fondotinta, un primer, hanno bisogno di conoscere l'ABC del trucco.
    Grazie!

    RispondiElimina
  8. Ah... se qualcuno all'inizio mi avesse detto con cosa iniziare, mi sarei risparmiata le 88 colori e la 120 che al tempo mi parevano indispensabili, così come il kit da centordici pennelli uno peggio dell'altro! xD Comunque apprezzo moltissimo la tua intro, dove dici che i must non sono uguali per tutti, io se dovessi scegliere una sola palette prenderei la ultramattes v2!

    RispondiElimina
  9. Io ho cominciato una serie di post sull'argomento, posso citare questa tua guida?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se ti fa piacere, assolutamente sì

      Elimina
  10. Ottimo post, come sempre *_*
    Avessi avuto questa guida anni fa avrei evitato un sacco di errori XD

    RispondiElimina
  11. Quando non avevo nulla nel mio beauty case sono caduta nell'inganno degli ombretti mono...lo ammetto, non conoscevo il significato di palette. Però tuttora li trovo utili durante i viaggi brevi, perchè ne porto uno che da solo riesce a fare un trucco.

    I primi prodotti che ho dovuto comprare per necessità sono stati il primer occhi e i pennelli, dopo è stato tutto in discesa. Mi sono resa conto che impugnare un pennello mette in moto il disegno nel mio cervello, mentre le dita lo puliscono, un po' come un dipinto. Da quel momento è cambiato il mio modo di approcciarmi al make up :)

    RispondiElimina
  12. molto interessante questo post,onestamente ho anche io nelle bozze un post su un "kit trucco ideale",e più o meno i prodotti che ho scelto sono quelli che hai messo anche tu,però con qualche differenza.

    RispondiElimina
  13. io avrei fatto un elenco ancora più ristretto, ad esempio per quanto riguarda gli ombretti avrei messo una palette neutra e qualche mono colorato, per iniziare a sperimentare..

    per il resto d'accordissimo con tutto, ogni volta che qualcuno dà importanza alle sopracciglia e alla base prima di tutto il resto mi sento meno pesce fuor d'acqua! se c'è una cosa che odio è un rossetto rosso o un trucco occhi coloratissimo su un viso "vecchio" (non in senso d'età) o poco curato, o con sopracciglia in crescita libera.. guardando in giro invece sembra che la gente non la pensi così..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho messo una palette colorata perché secondo me convengono maggiormente a livello economico rispetto ai mono (un mono buono, sotto i 3-4 euro non va e una palette buona a 10 euro la si trova per 10-12 colori). Senza contare che chi non sa ancora che colori possono donargli, si troverà meglio ad avere più colori a disposizione, rispetto qualche tonalità presa a caso.

      La base è essenziale sul serio. Altrimenti tutto sembrerà rovinato...

      Elimina
  14. mi piace molto l'approccio, in effetti quando ti trucchi da tanto diventa difficile ricordarsi com'era quando non avevi niente e andavi a tentoni... l'unica cosa che mi sento di aggiungere è di non spaventarsi e andare per gradi, nel senso che sperare di beccare subito il correttore giusto o il fondotinta o voler comprare tutto perché X l'ha detto rischia solo di confondere le idee... e di spaventare (è una cosa che mi è stata fatta notare perché ogni tanto mi viene chiesto da dove partire e come, penso che smollerò il tuo link la prossima volta corredato di annotazioni personali perché tratta tutto molto bene...

    io anni fa avrei voluto che qualcuno mi dicesse che esistevano i primer occhi, sono ancora grata a quella persona che tu sai che lo disse a me...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si. Bisogna andare per gradi e non farsi confondere e influenzare dagli altri.
      Mi sarebbe piaciuto andare più nel dettagli per alcuni prodotti ma si perdeva il senso di lista (che volevo breve e conciso), e fortunatamente per altri avevo già tutto scritto (fondo, blush...).

      Elimina
  15. Credo che tu sia riuscita ad affrontare la questione in modo molto chiaro e anche professionale. A volte mi dimentico quasi che sei solo un'appassionata e non una professionista del settore ;)
    Onestamente solo due rossetti non mi hanno stupita: per il poco che ho imparato a conoscerti attraverso i tuoi post e per l'impostazione che hai dato all'intero articolo erano la scelta più intelligente :)

    RispondiElimina
  16. concordo su tutto, forse però sostituirei il rossetto rosso con un lucidalabbra colorato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io no per vari motivi. Ponendo che i lucidalabbra sono di due categorie, pigmentati e non pigmentati, i primi o non sono affidabili quando dei rossetti (ci sono anche finish meno "potenti" dei matte per dire) o se lo sono di fatto sono dei rossetti liquidi, i secondi... per me non sono nemmeno degni d'esistere. Ci si metta del burrocacao in faccia e finisca lì XD

      Senza contare che da qualche parte bisogna iniziare a sperimentare, e secondo me il rossetto rosso è quella cosa da avere e con cui iniziare certi processi riguardo alla propria immagine.

      Elimina
    2. uhm, sì, mi sono espressa male, volevo dire che nel mio kit base, o per meglio dire, kit da viaggio (visto che ho superato da mò la fase del kit base XD) metterei il lucidalabbra, il rossetto rosso lo vivo come un extra, utile ma non indispensabile. Ma volevo chiederti... come mai hai messo proprio il rosso e non 'rossetto colorato' lasciando la scelta al gusto personale di ciascuno? lo consideri il colore più versatile?

      Elimina
    3. non ero loggata, ho inviato la risposta e quando mi sono loggata era sparita...è arrivata o no? °_°

      Elimina
  17. Per chi si avvicina al makeup è un post utile,magari a seconda della esigenze,come specifichi tu uni può spendere più per la base( che anche secondo me è la più importante) poi per gli occhi e le labbra magari si va più a gusti e con le palette sleek (economiche e ottime non si sbaglia mai) bacio eli

    RispondiElimina
  18. Ottima guida e devo dire che pur avendo tante cose mi sono resa conto che non ho una palette dai toni neutri, magari tra le 10 palette Sleek riesco pure a racimolarli però proprio una palette solo di quelli non ce l'ho. Per il resto sono apposto :)

    RispondiElimina
  19. guida molto utile... e come al solito io sono carente sulla base viso e sulle sopracciglia, sigh! ma adesso mi avrà il potere del marketing... ho già individuato un fondotinta che potrebbe fare al caso mio, da acqua e sapone lo mettono in sconto a partire da mercoledì... e in più mi ci abbinano pure in regalo una mug termica!!! ti pare niente?!!? scherzi a parte... è il maybelline fit me... prima però vado a farmi un giretto con i tester... per vedere i vari colori... poi vedo se farmi intortare o no dal marketing!!! ;)

    RispondiElimina
  20. Ottima idea, complimenti Takiko!
    Ho regalato la palette Storm della Sleek a una mia amica che si sta avvicinando al trucco e noto con piacere che la usa ogni giorno (e sera!)
    Vorrei anche consigliare le cialde e palette della Fashionista (nel sito MUA), sono ottime per fare un "kit viso" con blush, terra e illuminante.

    RispondiElimina
  21. Condivido ogni parola. E' lo stesso approccio che ho usato quando ho cominciato a truccarmi un po' di più (verso i vent'anni). Mi rendo conto che mi manca ancora un buon pennello da sfumatura per occhi, purtroppo. Non esiste alternativa economica al 217 della MAC, vero? ç_ç

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io mi sto trovando molto bene con il Teal Blending di Neve Cosmetics. Certo, se il 217 di Mac è così famoso un motivo c'è (è davvero il meglio), ma quello di Neve fa il suo lavoro benissimo

      Elimina
    2. Io mi sto trovando molto bene con il Teal Blending di Neve Cosmetics. Certo, se il 217 di Mac è così famoso un motivo c'è (è davvero il meglio), ma quello di Neve fa il suo lavoro benissimo

      Elimina
  22. Anche io molte volte, come hanno scritto nei commenti, mi soffermo a pensare come era la mia "vita cosmetica" prima che iniziasse la passione vera e propria; in una pochette da borsetta avevo tutto quello che credevo mi servisse: un fondotinta, un correttore, una cipria, un mascara, una matita nera, una labbra del mio colore naturale e un rossetto trasparente della collistar. Ogni tanto mi piacerebbe ritornare ad avere solo l'essenziale.
    Ritornando al tuo post, condivido a pieno ciò che hai scritto, anche se personalmente magari sostituirei il rossetto rosso con uno altrettanto "forte" e "vivace", ma solo perché ancora non riesco a portarlo con tranquillità, nonostante indossi con soddisfazione tanti altri colori più o meno particolari. Quanto vorrei essere come te e indossarlo senza problemi ç_ç

    Comunque ottimo post, lo linkerò quando mi chiedono consigli :)
    Ciao!

    RispondiElimina
  23. Bel post! hai fatto benissimo a inserire la base ombretto,a me ha cambiato la vita..truccosamente parlando (e ha fatto aumentare il mio range ombretti -.-)
    Concordo anche sulle valutazioni vale la pena spenderci o no!

    RispondiElimina
  24. Mi trovi perfettamente daccordo,ottima guida.Preferire le palette ai mono è importante,all'inizio e non solo,se ci avessi pensato prima mi sarei risparmiata quanche acquisto inutile... ;)

    RispondiElimina
  25. Come al solito i tuoi post sono utilissimi e chiarificatori...penso che un neofita del trucco possa avere davvero un'ottima guida grazie a te :)

    RispondiElimina
  26. Come sempre splendido post! Le sopracciglia sono importantissime, io sto lottando per farle ricrescere decentemente!

    RispondiElimina