24 marzo 2014

Vita, morte e miracoli della Naked basic

Chi mi segue (mi ama, lame), saprà che la caccia a questa palette è stata qualcosa di epico. Non perché fosse particolarmente difficile trovarla - sono circondata da Sephora in ogni dove - ma perché nei luoghi che frequento ha deciso di andare off stock in contemporanea proprio quando avevo in mano uno sconto del 20%. E quando è tornata aveva un rincaro nel prezzo. Eviterò il "fuck" che coronerebbe bene il finale di questa storia.
Ad ogni modo, basta parlare di me, torniamo a parlare della palette.


Perché tanta fissazione per una palette di ombretti neutri? Bella domanda.
Cominciamo con il dire che ho sempre schivato le Naked manco fossero freccette in un pub. Naked dopo Naked (!), mi era chiaro che io e la Urban decay avevamo concetti diametralmente opposti sul tema "colore neutro". Io pensavo a colori neutri, bilanciati e per lo più opachi. Urban decay pensava a colori che di neutro hanno poco o nulla, che virano tremendamente al caldo/oro (la prima), al freddo (la seconda) e peggio del peggio al rosa (l'ultima), e che sono shimmer e luccicanti come neon nella notte.
Con questo non voglio dire che siano inutilizzabili, però di sicuro non danno l'effetto "Naked" nemmeno per sbaglio. Non solo: l'esagerazione nel numero di colori shimmer, la rende anche poco pratica. O si abbina ad altri colori opachi, o si rischia di ottenere esattamente il contrario di quel look raffinato ed elegante che temo la compratrice media della Naked abbia in mente all'atto dell'acquisto.

Quando ho visto per la prima volta la Naked basic ho pensato che finalmente io e la Urban decay parlavamo lo stesso dialetto, invece di incaponirci in idioletti non mutualmente comprensibili.


So che molte hanno ancora qualche perplessità e spero che questo post possa essere utile in tal senso.
Penso che la parola chiave sia "basic". Perché sul serio, questa palette ha tutto ciò che una palette "base" dovrebbe avere. Dirò di più: questa è una (tipologia di) palette che chiunque dovrebbe avere per fare dei buoni lavori. Non dico di comprare per forza questa, ma cercare qualcosa di simile (ma vi avverto: qualcosa di ben fatto allo stesso modo non l'ho ancora trovata) o crearsene una con delle cialde singole (in molti casi più costoso come processo, a meno che non abbiate già delle cialde).
La Naked basic - a differenza delle altre Naked - va vista come palette di supporto per qualsiasi trucco vogliate realizzare, perché possiede appunto quelle tonalità base, con il gusto finish, che facilmente una persona usa anche quotidianamente.
L'unico look che consente di creare da sola è il no-makeup makeup, ovvero il "naked look" per eccellenza. Ecco perché considero questa l'unica vera Naked palette (UD) esistente.
Vediamo nel dettaglio i colori ed eventuali usi.


Venus è un bianco panna satinato (shimmer ma non troppo). E' l'unico colore non opaco della palette. Il suo scopo è ovviamente quello di illuminare. Usato da solo è ottimo su tutta la palpebra mobile, mentre in un look più completo  ottimo per illuminare il condotto lacrimale o altri punti luce. Sconsigliato sotto l'arcata sopraccigliare, meglio optare per qualcosa di opaco.

Foxy e W.o.s. li prendo insieme perché di fatto sono fratelli eterozigoti. Entrambi sono due colori "carne" opachi, piuttosto sheer ma costruibili. Foxy tende al gallo, Wos al rosa. So che molte erano perplesse dalla presenza di due colori così simili dentro una palette che già non possiede chissà quante cialde. In realtà il loro scopo è duplice. Da una parte la presenza di entrambi rende la palette "universale", ovvero adatta sia a chi ha un sottotono giallo sia a chi ha un sottotono rosa. Se fosse solo così però saremmo costrette a usare una sola tonalità nella nostra vita e a lasciare l'altra inutilizzata nella palette. In realtà essendo piuttosto sheer/modulabili trovo che possano aiutare egregiamente in lavori di sfumatura per colori "simili" senza il rischio di modificare troppo i colori. Mi spiego. Diciamo che avete applicato un viola scuro sulla piega dell'occhio ma il risultato è troppo netto. Volete renderlo più sfumato ma un pennello pulito da sfumatura non basta perché spesso il pigmento là si fissa e non lo spostate più. Per aiutarvi è molto utile prendere un ombretto opaco color carne e darci dentro di olio di gomito per sfumarlo il più possibile. In questi casi, con un viola freddo, io - pur avendo un sottotono giallo - opterei per Wos e il suo sottotono rosa. In altre parole, questi due colori si adattano anche ai colori che state usando per lavori di sfumatura e non solo per opacizzare o per illuminare alcune zone dell'occhio.

Nello swatch W.o.s. sembra fondersi meglio con il mio incarnato: questo è semplicemente dovuto alla luce che c'era quando ho fatto le foto.


Naked 2 è un grigio-marrone chiaro, sottotono neutro (al massimo tendente al freddo), opaco. La vita. Il colore che bisognerebbe sempre avere con sé perché dà profondità all'occhio senza essere invadente, perché aiuta nelle sfumature senza prendere la scena del colore che state usando. Perché sì. Come i bambini. Questo colore si può usare in due modi. Usato da solo per creare definizione in modo leggero (più efficace sulle pelli chiare), usato con altri colori per sfumarli come vi ho fatto vedere qui, nel tutorial su come usare un solo ombretto colorato.

Faint è un marrone tendente al grigio medio dal sottotono neutro/freddo (nelle foto appare più caldo di quanto sia in realtà per via delle luci), opaco. Più scuro di Naked 2, ma altrettanto valido. Nelle carnagioni scure può sostituire Naked 2 per le medesime funzioni. Sulle pelli più chiare può essere utilizzato quando si vuole definire in maniera più netta, sia da solo, sia in combo con altri colori. Io lo uso spesso in combinazione con Naked 2, applicando Faint direttamente sulla piega, e Naked 2 subito sopra per sfumare e rendere il tutto più naturale, creando una sorta di gradiente. Nel tutorial che linkavo prima (qui) li ho usati entrambi.
Non è ridondante avere entrambi questi colori perché è bello poter scegliere il grado di "definitezza" che vogliamo dare al look e poter scegliere la tonalità giusta di conseguenza.

Crave è un nero opaco con qualche brillantino al suo interno che però non lo rende shimmer. A dire il vero, questi luccichii si perdono una volta applicato, quindi è come se avessimo tra le mani un nero opaco semplice. Molto pigmentato, da usare con cautela. Non credo sia necessario spiegare il senso del nero, i suoi usi sono molteplici, dalle righe di eyeliner a una maggiore profondità nella sfumatura.

Veniamo a qualche considerazione generale sulla palette.

La scelta dei colori è ottima, come spero di aver fatto intendere dalle mie parole precedenti. La qualità di una palette non si misura unicamente dalla qualità delle tonalità singole, ma anche sulla composizione di queste, soprattutto quando una palette "pretende" di essere basilare, di avere l'essenziale per realizzare un buon trucco. Questi colori DEVONO essere opachi perché il loro senso è creare giochi di luci/ombre, di sfumatura. Aspetti basilari (appunto) e imprescindibili nel trucco. I colori shimmer (in generale) non funzionano per questo genere di lavori. E questo è in soldoni il grande pregio della Naked basic rispetto a tutte le altre Naked in circolazione.
La qualità è altrettanto ottima: i colori sono pigmentati, costruibili e ben sfumabili. Soprattutto ben sfumabili, visto il senso ultimo della palette.
E' piccina, sta in una mia mano (e io ho le mani piccole) senza troppi problemi. Questo non va a discapito delle cialde, che sono piuttosto grandi (1,3 grammi di prodotto per ogni cialda) perché finalmente si è dato spazio ai colori e non alla confezione. E' inoltre molto robusta e solida. Questi due fattori la rendono molto pratica come palette da viaggio. In generale, è una palette pratica, anche da tenere in casa sempre sottomano.

Nonostante l'aumento di prezzo (ora siamo sui 26,9-27 euro), sapendo che la si può comprare scontata, trovo ancora sia un acquisto vantaggioso vista la qualità dei colori e della palette in sé. 
Eviterò ulteriori sviolinate concludendo che secondo me tutte dovrebbero averla. Tutte. Soprattutto chi non ha ancora una buona mano nello sfumare, perché possedere una cosa del genere aiuta moltissimo.

31 commenti :

  1. l'ho vista per la prima volta dal vivo la scorsa settimana... e ti dirò che ci sono rimasta davvero male per le dimensioni!!! è davvero piccola! poi però, una volta aperta, ho visto che tutto lo spazio è utilizzato per le cialdine... e non ne viene sprecato nemmeno un po'! sono però in un pessimo periodo economico, per cui non l'ho presa... :(
    una curiosità: ma nella confezione c'è anche qualcos'altro, tipo il primer potion o il gloss che erano nelle varie naked? (io ho la prima, comprata su un volo ryanair!!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l'ho appena comprata e purtroppo no. Viene venduta da sola come anche la Naked 3. Solo la 1 e la 2 sono accompagnate da una mini size di primer nella 1 e di gloss nella 2 ^^ però è proprio vero che è validissima come palette, come regalo di compleanno/anniversario o cos'altro potrebbe essere una buonissima idea ;)

      Elimina
  2. Ho acquistato questa palette diversi mesi fa e la uso SEMPRE!!!! (Naked2 è solcato!) Offre in una una unica soluzione quello che serve per sfumare, definire, illuminare. Ottima qualità (solo un pochino polverosi a mio avviso) e avendo anche la Naked 2 (regalo!) posso dire che uso mille volte di più la basic!
    Ottimo post, sopratutto per aver spiegato "il perchè" e l'uso di ogni ombretto.

    Fabina

    RispondiElimina
  3. Chissà se crave è qualitativamente migliore di blackout *pensa*, io ho quest'ultimo e lo ooodio >_< prenderei questa palette già solo se il nero funzionasse davvero come voglio io XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io ho blackout e questo è mille volte meglio! *__*

      Elimina
    2. io non possiedo Blackout ma questo nero (crave) è fenomenale.

      Elimina
  4. Sono d'accordo con te su tutto :) io la trovo comodissima durante i viaggi,c'è tutto l'essenziale per gli occhi senza doversi portare il mondo dietro!

    RispondiElimina
  5. Non posso che quotare ogni parola. È bellissima, utile e pratica. Finalmente ho una palette da viaggio perfetta. Per me che amo gli shimmer o i satinati basta portare anche il fido stick di Kiko e ho tutto quello che mi serve in pochissimo spazio <3

    RispondiElimina
  6. quando ho letto la parola "idioletto" ti ho amata moltissimo :)
    ma grazie soprattutto per i consigli su come "rimediare" a colori troppo violenti, io non ci avevo mai pensato. io ho dei colori molto simili nella "Meet Matt", mi manca solo il nero (che però ho nella Elegantissimi), sicuramente li sfrutterò con le tue indicazioni.

    RispondiElimina
  7. Sono tentata da questa palette da parecchio, ma ho un dubbio e spero tu possa darmi una mano: ho la pelle chiara con un sottotono leggermente giallo (simile alla tua carnagione), ma questa Naked, da quello che hai scritto, ha colori tendenzialmente freddi... dici che potrebbero starmi bene comunque? Grazie in anticipo :)

    RispondiElimina
  8. Come sei professionale!!! Quando spieghi le cose tu mi apri un mondo...!!! XD
    Fra

    RispondiElimina
  9. a me tenta molto,come regalo di compleanno mi stuzzica!Piuttosto,so che non è inerente al post,ma tu mercoled' 19 eri a palazzo nuovo?

    RispondiElimina
  10. Anche io la penso come te. La Naked Basic è l'unica Naked davvero Naked e la trovo ottima per supportare altri trucchi.

    RispondiElimina
  11. Ormai è da tempo che penso di acquistarla, so che la sfrutterei perché è palesemente funzionale. Devo solo attendere il momento giusto XD

    RispondiElimina
  12. Anche secondo me questa è una palette che tutte dovremmo avere, infatti anche nella mia review la consigliavo a tutte piuttosto che le altre Naked...effetto nude assicurato! :)

    RispondiElimina
  13. Mi è stata regalata mercoledì. Da mercoledì non uso altro per truccarmi :3

    RispondiElimina
  14. pian piano mi sto lasciando tentare anch'io, complice gli ingredienti "verdi" e i colori chiari e opachi, facilmente abbinabili... peccato che il portafoglio "pianga" :-(

    ti volevo chiedere: conosci una palette (o meglio palettina) che abbia dei colori sul rosa-neutro shimmer tipo quelli della naked 3 però massimo 5 o 6 colori e che non costi una fortuna? io coi miei colori chiari e sottotono neuto-giallo ho sempre evitato il rosa, troppo effetto barbie, vorrei sperimentare con qualche rosa "neutro" senza spendere troppo... consigli? :-)

    RispondiElimina
  15. La desidero da mesi...mi hai dato ulteriori motivi per comprarla *.*

    RispondiElimina
  16. Ecco, i miei dubbi sono stati gettati dalla torre. Nessuno era mai stato così convincente! Mi chiedo come mai nonostante tutti i suoi lati positivi molto evidenti, non l'abbia mai considerata seriamente. Forse perché con il tempo ero rimasta delusa dalla Elegantissimi, che è venti volte più ingombrante? Boh. Un giorno farò pace con il cervello e mi deciderò sul da farsi!

    RispondiElimina
  17. In tutto questo continuo a pensare alla review di clio e mi prende abbastanza male -.-"

    RispondiElimina
  18. parole SANTE! anche io trovavo stuidissimo quel dispiego di colori glitterati nelle altre naked, e dovevo sempre portarmi in giro qualche cialda singola oltre alla palette già ingombrante…la naked basic invece per me è stata LA SVOLTA :)

    RispondiElimina
  19. posso dire che adesso la voglio sul serio, ma non è un capriccio.
    è indispensabile.
    eh

    RispondiElimina
  20. Sapevo che non dovevo leggere questo post!!!!! La voglio!!! Tentatriceeee. ...

    RispondiElimina
  21. Mi è sempre piaciuta, fin dalla prima volta che la vidi appena uscita. Le naked in generale non mi hanno mai entusiasmata, non che non siano belle eh, ma io tutti quei colori shimmer farei un po' fatica ad usarli. Un po' è gusto personale (adoro i colori opachi), un po' credo sia dovuto al fatto che porto gli occhiali..la combinazione occhiali e sberluccichio soprattutto di giorno non riesco proprio a vedermela. Comunque, al posto di questa io vorrei provare la elegantissimi(di cui possiedo solo una cialda), che non avrà la qualità UD, ma per lo stesso prezzo ha qualche tonalità in più e qualche satinato.

    RispondiElimina
  22. Da quanto ho cominciato a truccarmi ho sempre desiderato la "Essential Eye Shadow Palette" di Ben Nye (volevo mettere un link, ma non ho mica capito come si fa nei commenti XD), ovvero palette con un buon mix di colori neutri, sia caldi che freddi, sia chiari che scuri, ovviamente matte. Palette ovviamente introvabile e altrettanto ovviamente costosetta. XD Ancora oggi mi limito a desiderarla. Nel mentre mi sono fatta una palettina con vari toni neutri e matte con gli ombretti Kiko, che, devo dire, mi soddisfa molto. Anche questa però... XD

    Ps: E' un po' che ti seguo, ma è la prima volta che commento, complimenti per il blog ed in particolare per le varie "guide" sul make up, le trovo veramente utilissime, oltre che ben scritte. Ciao!

    RispondiElimina
  23. Avendo già l'Elegantissimi di Neve, consiglieresti lo stesso la Basic o sarebbe un sovrappiù?

    RispondiElimina
  24. Delle Naked questa è l'unica che mi manca..anche se penso che prima o poi rientrerà anche nelle mie grazie..la trovo comodissima per viaggiare! :)

    RispondiElimina
  25. Hai detto tutte cose giustissime, avrei senz'altro preso questa palette se non avessi la Elegantissimi, che è davvero simile ma con qualche cialda in più. Infatti la uso esattamente come dici, per completare altri trucchi. Ma quando non ho voglia di colore la utilizzo anche da sola con estrema soddisfazione!

    RispondiElimina
  26. E' una palette che all'inizio ho snobbato che ora, usandola un po' (mia sorella se l'è comprata) ho rivalutato moltissimo.

    RispondiElimina