11 agosto 2014

Breve (forse) excursus sui mascara - Clinique, Eyeko, Miss Broadway, Rimmel

E' incredibile pensare che questo sia il primo post dedicato in maniera esclusiva ai mascara di questo blog. Insomma, in quattro anni mai un post su un mascara... come è possibile?
Probabilmente la causa è da ricondurre ai tempi molto lunghi per valutare un mascara (almeno qualche mese), al fatto che non ho mai trovato il mascara che mi facesse battere forte il cuore, e al fatto che recensirli è più complesso rispetto a un rossetto e ombretto, dato che a volte le loro performance cambiano con il tempo. Ad ogni modo, con questo post spero di recuperare il tempo perso. 
Non è la norma per me avere più di un mascara aperto, ma stavolta è andata così. Ho quattro mascara aperti che sto usando con più o meno soddisfazione. Per quanto non sia una situazione idilliaca da consumatrice, da blogger, poterli confrontare in tempo reale, ha i suoi vantaggi.


Come sono le mie ciglia? Sfigate. Fini, poco colorate (e se uso ombretti è pure peggio, perché si tingono con una facilità incredibile), poco folte e non troppo lunghe. Hanno bisogno di essere piegate prima di qualsiasi mascara. Spesso necessitano anche di essere pettinate, perché hanno la tendenza ad appiccicarsi tra loro (brave furbe). Le prove qui sotto sono state fatte dopo aver usato il piegaciglia.

Cosa cerco da un mascara? Credo un po' tutto. Non mi dispiace l'effetto naturale, quando sono poco truccata perché un effetto troppo drammatico su di me diventa subito finto in queste circostanze. Ma se mi trucco l'occhio anche solo con un semplice smokey o con una riga di eyeliner, mi piace un effetto più marcato. Tra la lunghezza e il volume, preferisco il volume.

Cosa non voglio da un mascara? Che crei volume appiccicando le ciglia fra loro, come fanno buona parte dei mascara là fuori. E' qualcosa che non tollero: voglio che le ciglia siano ben pettinate e separate tra loro.

Postilla: Ho deciso di dire stop ai mascara Essence. Anche se alcuni erano notevoli, l'idea che possano venire aperti (o peggio, toccati!) da chiunque mi disgusta profondamente e mi ha fatto prendere la decisione di non comprarli più.



Rimmel Scandaleyes Extreme black. L'effetto di questo mascara potrebbe essere riassunto come voluminizzante modesto. L'effetto finale non è male, ma rimane ancora piuttosto naturale. Lo scovolino mi piace molto ma il prodotto è eccessivamente liquido (anche dopo diversi mesi) e questo dà qualche fastidio nell'applicazione. Pettina bene le ciglia, ma tende ad appiccicarle un po'. 
Non è il mascara della vita ma non è nemmeno malvagio, forse un po' sottotono e facilmente dimenticabile.



Miss Broadway Maxi eyes (*). Non ricordo bene quale dovesse essere l'effetto di questo mascara ma di fatto è allungante, e in ciò riesce davvero bene, come anche le foto dimostrano. La parte volumizzante è data dal classico appiccicare le ciglia insieme facendole sembrare più grosse: non mi piace.
Era la prima volta che provavo uno scovolino del genere e ammetto di averci messo un po' a capire come usarlo al meglio, ma alla fine dei giochi non mi dispiace affatto. Il prodotto è delle giusta consistenza, e dopo mesi non si è ancora seccato.
Deve essere applicato dopo aver pettinato le ciglia, altrimenti finisce per appiccicarle in maniera piuttosto fastidiosa e antiestetica. 
Tra tutti è quello che dà risultati più visibili.



Clinique High impact. Le foto per questo mascara possono essere incredibilmente veritiere in un senso e poco meritevoli dall'altro. Poco meritevoli perché putroppo la base di partenza (ovvero le mie ciglia) sono piuttosto sfigate e di sicuro fare miracoli è impossibile. Allo stesso tempo sono veritiere perché l'High impact, nonostante il nome, è un mascara dall'effetto naturale. Non volumizza troppo, non allunga troppo. E questo potrebbe sembrare uno svantaggio, ma in realtà applicarlo è una delizia. Il prodotto è della giusta consistenza, non si rischia di sporcare o sbavare e scivola sulle ciglia in maniera perfetta. Allo stesso tempo le pettina e le separa in maniera perfetta, aggiungendo quel minimo di volume/lunghezza di cui si ha bisogno per un effetto naturale perfetto da abbinare a trucchi neutri o comunque quotidiani. Lo scovolino è ottimo.



Eyeko fat brush. Devo raccontare un fatto un po' triste riguardo a questo mascara. Una volta, mentre lo stavo applicando, lo scovolino mi è caduto a terra. Presa dal panico, non sapendo come gestire la questione, presi il brush cleanser di MAC e lo usai per pulirlo. Prima di questo incidente l'avevo usato poche volte e l'impressione non era stata buona, dopo è solo peggiorata. Ho precisato questo avvenimento perché non vorrei che questa esperienza abbia in qualche modo modificato in peggio il prodotto, quindi preferisco mettere le mani avanti. 
Lo scovolino non è male, ma il prodotto non sembra attaccarsi ad esso e quando lo si va a usare sulle ciglia, è come pettinarle con uno scovolino pulito. L'effetto si può vedere dalla foto: rispetto alle mie ciglia naturali, il mascara le rende più nere, ma rimangono fine, rade e assolutamente non lunghe. 
L'effetto è al limite del naturale ovvero non esistere proprio. Per essere un mascara che prometteva volume (e per essere l'unico mascara tra questi che ho pagato caro e salato, 17 euro), la delusione è veramente completa.

Per concludere: nessuno di questi mascara sarà il mio BFF per il resto della vita. Alcuni non vedo veramente l'ora di finirli per poterli gettare (Eyeko, coff coff). Altri si avvicinano ma non raggiungono la perfezione, come il Miss Broadway o il Clinique, che comunque sono felice di usare con qualche precauzione.

E quindi, in questo mare di lacrime, come fo? Lo vedrete nel prossimo post...

(*) prodotto ricevuto in omaggio dall'azienda.

12 commenti :

  1. Io mi sto trovando bene con il NYC Big Bold, preso da Acqua e Sapone per meno di cinque euro. Funziona divinamente! :D

    RispondiElimina
  2. Con quei puntini di sospensione mi tieni sulla corda!!! :O
    Io non ho grossi problemi con le ciglia (almeno quelle), mi serve giusto un po di volume e ovviamente che si veda un po di differenza tra l'essere truccata o meno. Infatti in gioventù (^_^) per vari anni sono andata avanti con il solo mascara trasparente per il giorno e uno nero per la sera.. Non ricordo le varie marche provate negli anni e devo dire che credo dì non aver mai ricomprato lo stesso prodotto due volte, l'unico che però mi era piaciuto davvero tanto, è stato Cil Plumes, forse L'Oréal, che però credo fosse un'edizione limitata. Era perfetto per il giorno <3 dato che all'epoca per andare all'università non volevo essere troppo truccata! Attualmente dopo aver finito uno preso in un set Pupa, ho comprato uno dei tanto decantati ed economici Essence (nero con scritte fuxia) che però ho preso da Coin e posso dire che non mi è sembrato manomesso! Mi trovo bene e lo uso per la sera in genere. In più mia sorella me ne ha regalato uno Rouji che uso di giorno perché lascia un po troppi grumi.. Lo ha preso in super offerta quindi forse era un pò vecchio.. Cmq non lo ricomprerei perché è in assoluto tra tutti quelli che ho provato l'unico che mi ha dato problemi, e io sui mascara non sono per nulla esigente!!!
    Baci, in attesa del seguito...
    Francesca

    RispondiElimina
  3. Doh che peccato per quel mascara di Eyeko :( Ammetto di aver sempre guardato lui ed i suoi fratellini con interesse per il packaging particolare che li contraddistingue^^'

    RispondiElimina
  4. Curiosissima del seguito, aspetto impaziente!

    RispondiElimina
  5. Io sono fortunata perchè ho di base ciglia lunghe e abbastanza nere, non ho difficoltà a trovare mascara che mi soddisfino ma sono sempre alla ricerca della perfezione (come tutte mi sembra di capire XD)

    RispondiElimina
  6. Io mi trovo bene con il better than sex. Ho il tuo stesso problema ma in più la maggior parte dei mascara dopo un po' cola e mi lascia il nero sotto l'occhio e di mio ho già delle grandiosi occhiaie. Lui è relativamente secco, a me servono due passate, ma fa quello che deve fare egregiamente. Attendo però la soluzione dell' enigma :D

    RispondiElimina
  7. Io h'high Impact di Clinique non riesco proprio ad usarlo:se lo metto o meno l'effetto è identico,però mi appesantisce le ciglia mandandomele all'ingiù e lo trovo difficile da struccare. Per ora il mio preferito rimane il Diorshow Iconic Overcurl di Dior...ma sono in procinto di sperimentarne altri ^_^

    RispondiElimina
  8. Riusciranno i nostri eroi a capire come postare? Inizio a sentirmi un'imbecille... ^_^
    No, niente, volevo solo dire che avendo anch'io ciglia fini e castane e spioventi, qualsiasi mascara usi dopo pettino con uno scovolino pulito. Perché essendo fini si appiccicano facilmente, e poi perché se si appesantiscono spiovono ancora di più... Poi uso il piegaciglia a caldo. In soldoni: uso quello che capita, tanto ho capito che ubi maior minor cessat...se le ciglia son sfigate, non c'è mascara da 25 euro che tenga.

    RispondiElimina
  9. Ammetto di avere un debole per i mascara, sono i prodotti per cui non mi dispiace spendere cifre che si aggirano intorno ai trenta euro.
    Il mio preferito di sempre è il Mascara Volume Effet Faux Cils Noir Radical di Yves Saint Laurent, seguito a ruota da Hypnôse Doll Eyes di Lancôme. Tra i low cost mi sono trovata benissimo con l'Ultra Tech Mascara di Kiko.
    Al momento attuale sto utilizzando il Clinique e confermo l'effetto ultra-naturale (che però non apprezzo per nulla in un mascara), il Pupa Vamp e l'Hypnôse Drama di Lancôme. Questi ultimi due mi lasciano abbastanza indifferente: fanno quel che devono ma senza entusiasmarmi.

    RispondiElimina
  10. Il risultato che mi garba di più è quello di Miss Broadway :D gli altri mi sembrano acqua fresca e per i miei canoni inutili direi! :S

    RispondiElimina
  11. Sui mascara Essence hai proprio ragione... mi chiedo cosa costerebbe mettere un tester e fare le confezioni sigillate... beh sì, a loro costerebbe di più!
    Di questi ho provato l'High Impact e mi ci sono trovata bene, nonostante l'effetto abbastanza naturale.

    RispondiElimina
  12. Cerco grosso modo le stesse cose da un mascara, anche se le mie ciglia sono abbastanza lunghe e incurvate. Dopo averne provati una ventina (li ho contati eh eh) ho preferito su tutti il look piuma della maybelline e ora il lash sensational sempre della maybelline. Quest'ultimo è anche più facile da applicare, non mi sporco mai!
    Quelli della essence ho notato che si sbriciolano durante il giorno, che peccato! :/
    Proverò anch'io quello della Miss Broadway se lo trovo ;)

    RispondiElimina