06 agosto 2014

Guida all'acquisto: cosa comprare in Francia?

Vivere a due ore circa dal confine francese ha diversi vantaggi. Oltre a potersi godere fino in fondo quello spettacolo divino e mozzafiato che sono le Alpi (vedi foto in basso), vuol dire anche poter valicare il confine e andare ad approfittare dei prodotti e del cibo dolci francesi con semplici gite mordi e fuggi di una giornata. Due volte l'anno circa, in estate quando il colle del Monginevro è praticabile (ed evitando accuratamente la Torino-Bardonecchia il cui prezzo è stra-gonfiato), io e i miei genitori ci rechiamo nella cittadina francese più vicina al confine per fare spesucce e comprare macarons.

scendendo il colle del Monginevro
Pur non recandomi in una città provvista di cose come Sephora o profumerie di alta classe, riesco a fare veri affari ogni volta. Anzi, credo che la presenza di Sephora o analoghi rischi di distrarre dai posti in cui è possibile fare veri affari in toto.


Cosa non conviene comprare in Francia?
Per lo più tutto quello che trovate da Sephora e già si trova in Italia. I prezzi sono spesso gli stessi, a volte la Francia costa persino qualcosa di più. Allo stesso modo non conviene comprare da MAC, dove i prezzi sono nuovamente gli stessi (loro non hanno ancora avuto il nostro ultimo aumento, attualmente, ma facilmente è questione di qualche tempo e i prezzi torneranno in linea). 
A meno che non vogliate sfruttare la vacanza/gita per farvi dei regali che già avevate in programma o a casa non abbiate i due negozi a portata di portafogli, spendere da Sephora (e profumerie analoghe per marche vendute in Italia) e MAC è piuttosto inutile.
Lo stesso vale per le marche da supermercato: in media Maybelline, Rimmel... non convengono più di tanto.

Cosa conviene comprare in Francia (makeup)?
Per prima cosa l'ovvio: le marche che in Italia non si trovano (da Sephora, per esempio, Bobbi Brown). 
La prima marca che mi viene in mente è - ma pensa - Bourjois, brand di fascia media reperibile sia in profumeria che nei supermercati. Come da noi, spesso, la differenza di prezzo a seconda del luogo in cui viene acquistato è notevole (anche 2-3-4 euro): preferite sempre acquistare in supermercato, laddove possibile, e sfruttate le profumerie unicamente per i tester (esattamente come si fa qui per marche come Maybelline e Rimmel). I supermercati hanno lo svantaggio di tenere troppi smalti e in media solo gli ultimi prodotti usciti del brand, quindi fate i vostri dovuti confronti su dove e come vi conviene acquistare. Ricordatevi infine che Bourjois è reperibile anche su ASOS (che ricordo da poco ha messo il minimo di spesa a 15 euro per le spese di spedizione gratis) e spesso a prezzi più convenienti rispetto a quanto si trova in Francia.
Nel resto dei casi è raro che la Francia convenga sul serio, quindi vi consiglio di valutare caso per caso.

bottini francesi

Cosa conviene comprare in Francia (non-makeup)?
I veri affari in Francia riguardano per lo più il reparto skin/hair care. I due posti che danno maggiori soddisfazioni sono i supermercati e le parafarmacie.
In Francia la moda (eco)bio è scoppiata molti anni prima che da noi (ricordo quando da adolescente rimanevo affascinata dai reparti interi di prodotti biologici). Molte marche hanno sperimentato in questo campo, comprese le marche dei supermercati. Ma a differenza di linee come la Viviverde Coop che sono venute alla luce di recente, hanno avuto maggiore tempo per perfezionarsi e migliorarsi. La mia mousse detergente della marca Casinò è tra le migliori mai provate e costa solamente 3 euro.
Sempre nei supermercati è possibile trovare anche marche bio abbastanza note anche in Italia ma che noi possiamo trovare unicamente nelle bioprofumerie, come la So'Bio (i doccia schiuma sono la tipologia più facile da reperire, insieme alle creme viso alla bbcream), sparpagliate insieme agli altri prodotti. Ovviamente il prezzo è super-conveniente.

Briançon dall'alto

Parliamo ora delle parafarmacie, anche questo concetto molto "antico" in Francia ma piuttosto recente qui in Italia. Le parafarmacie si possono trovare sia dentro i supermercati sia come classiche farmacie indipendenti, esattamente come da noi.
I prodotti venduti sono - ma pensa - francesi. La roba non proveniente da case cosmetiche francesi difficilmente si trova. Marchi interessanti sono ovviamente Bioderma, La roche-posay, Avène, Caudalie, Nuxe (e la sua linea veramente Bio, la Bio-beautè), Phyto, Roger&gallet, Cattier, Sanoflore e molte altre.
La prima cosa da fare appena entrati nelle parafarmacie è cercare le offerte, i mini-kit e in generale il 2x1. Spesso prodotti molto venduti si trovano a prezzi eccezionali, come l'acqua micellare Bioderma che è perpetuamente venduta in offerta (due confezioni per 17 euro, in Italia è il costo di una sola confezione). Altro prodotto spesso protagonista di offerte è l'acqua termale Avène: la confezione media costa circa 5 euro, quella grossa 7 euro, ma spesso ci sono offerte che prevedono l'acquisto di due confezioni a prezzo scontato.
Anche i mini-kit sono fonte di profonda gioia. Spesso alcuni travel-size vengono venduti insieme in pratici kit dalle bustine di plastica a prezzi veramente competitivi. Lo scorso anno comprai un kit della Bio-beauté Nuxe a 10 euro con dentro 5-6 prodotti (tra cui shampoo, acqua micellare, esfoliante, crema viso...), quest'anno per 9 euro ho portato a casa 4 prodotti della Caudalie.
Altri prodotti interessanti sono gli idrolati di Sanoflore, in Francia acquistabili per 6-7 euro massimo a confezione, mentre qui si arriva anche al doppio.
Non tutto ha un prezzo veramente conveniente rispetto all'Italia e capita che la differenza si riduca a poche euro. Purtroppo nel tempo anche in Francia i prezzi sono aumentati e negli ultimi anni non mi è più capitato il mega pacco con due acque termali Avène grandi a 10 euro totale. Anche in questo caso bisogna considerare caso per caso.
Il mio consiglio è sempre non andare a caso, ma fare una lista dei prodotti di queste marche prima di partire, visionare i prezzi italiani e poi valutare cosa riuscite a trovare in Francia.

bottini francesi 2

Cosa conviene comprare in Francia in assoluto? 
Apro una parentesi forse scomoda, forse non politicamente corretta, ma comunque un fatto sotto gli occhi di chiunque abbia la possibilità di fare gli adeguati confronti. In Francia i farmaci (veri) costano spesso MOLTO meno che in Italia. Quando mi chiedete qual è il prodotto più convenite che si può trovare io penso a due cose: i farmaci e la benzina, non al makeup. I cosmetici possono rivelare belle sorprese, ma  non paragonabili al trovare l'Ibuprofene (Moment da noi) in confezione doppia e con il doppio delle pastiglie dentro a 2 euro il generico e 3-4 euro quello di marca.
Non so se con questo capitolo finale entro in un terreno pericoloso, ma sarebbe incompleto tacere, tanto più che nessuno può andare là a fare scorte a vita di farmaci quindi non penso di danneggiare nessuno. D'altronde il fatto che la farmacia di Briançon metta a disposizione la possibilità di spedire farmaci in Italia dice qualcosa...
Anche in questo campo negli ultimi anni i prezzi sono aumentati ma spesso siamo ancora anni luce dai prezzi esosissimi che troviamo qui in Italia.
Il mio consiglio è - mentre siete in parafarmacia a comprare ettolitri di Bioderma - di portarvi dietro anche la lista (e le prescrizioni nel caso) dei farmaci che usate o vi servono. I prodotti sono esattamente gli stessi (stessa marca, stessa confezione, tutto scritto in francese ovviamente...), ma i prezzi no.
La cosa più conveniente in assoluto? La pillola anticoncezionale. La Jasminelle (Bayer) che in Italia pago quasi 17 euro, in Francia viene venduta in confezioni da 3 (tutti gli anticoncezionali vengono venduti in confezioni da tre in Francia) per 34 euro, poco più di 11 euro a confezione. Quindi, nel caso, portatevi la prescrizione dietro e fate scorta perché in Francia acquistare più confezioni in una sola volta è possibile.

Cosa conviene comprare in Francia e non ha niente a che vedere con la cosmesi e le parafarmacie?
Se siete amanti della cucina come me, farina di mandorle a chilate e aroma alla vaniglia vera a pacchi. Roba che qui o non si trova o costa come un rene nel mercato nero. E biscotti, un sacco di biscotti. I francesi sanno usare il burro.

Questo è quanto. Se avete domande più specifiche lasciate pure un commento!

14 commenti :

  1. Vvvvv voglio andare in Francia domani a fare scorte di tuttooo! Io un tempo prendevo Yaz come pillola e costava uno sproposito infatti! Sono relativamente nuova qui sul tuo blog e mi piace il modo oculato e attento in cui scrivi i tuoi post! ;D

    RispondiElimina
  2. Credo che spedirò mio fratello Torinese in Francia XD Da grande amante del burro ho amato alla follia i biscotti che mi portarono i miei genitori da Parigi ormai due anni fa; me li sogno la notte! *_*

    RispondiElimina
  3. saggi consigli! uno di questi giorni salto sul treno e vado a farmi un giro con una lista sensata!
    grazie <3

    RispondiElimina
  4. nella mia mente risuona una sola parola : biscotti.

    BISCOTTI

    RispondiElimina
  5. Da questo punto di vista noi Piemontesi siamo fortunati...è facile per noi andare oltre confine ;-)
    Anche a casa mia c'è l'abitudine (d'estate) di recarci proprio a Briancon a fare spese...io mi sento di consigliare anche le spezie (vendute in confezioni giganti ed economiche), la Perier (che da loro costa pochissimo!), le bombolette di Brume d'eau (simil acqua termale economica, in genere della marca del supermercato!) e i biscotti della marca LU, che sono buoniffffimi! ^_^
    Un bacione!

    RispondiElimina
  6. Domanda candidata al premio PIRLATA DELL'ANNO: ma in Francia la ricetta per la pillola è necessaria e semmai accettano quella del mio medico italico? No perchè io finito il trasferimento mi concedo 3 giorni in costa azzurra, magari *casualmente* mi porterei dietro la ricetta :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando parlavo di prescrizione intendevo ovviamente quella del medico italiano XD Sono certa che ogni farmacia possa fare storia a sé, ma quando la ricordo me la timbrano ignorando l'eventuale data di scadenza (LOL), ma è capitato me la dessero anche senza dover mostrare la ricetta. Comunque per ogni questione, io me la porterei dietro... quella del medico italiano ovviamente.

      Elimina
  7. La pillola scontata? Mi porterò sicuramente la ricetta, la prossima settimana quando andrò in montagna dove ho la casa ( Gravere alta Valle Susa).. Un escursione a Briancon in estate non manca mai! Devo vedere se convengono mini kit Caudalie o Nuxe che prendo nelle parafarmacie della catena Etre Bien ( a Torino, davanti a Porta Nuova).
    Vero, i supermercati sono fornitissimi di ogni tipo di prodotto di makeup e a Briancon c'è un centro commerciale enorme.
    Ciao
    Sonia

    RispondiElimina
  8. Avrei voluto questa guida prima di partire due settimane fa! Ma sostanzialmente mi sono autogestita e son tornata a casa con Caudalie, Bourjois, Avene e un kit Front Cover che non trovo mai da Sephora e mi incuriosiva!

    Piccola divagazione, se ti interessa della Jasmine (che dovrebbe aver lo stesso dosaggio della Jasminelle se non sbaglio) è uscito il generico a 9.50!

    RispondiElimina
  9. Bellissimo post. Un'idea che mi balzava in testa da tanto, quella di fare post simili per ogni posto in cui ho vissuto o son stata. Credo che lo farò ugualmente, sempre che non ti offenda.

    I consigli che hai dato sono ottimi, anche se per MAC mi sento di dissentire perché ho sempre trovato che quei 2-3 euro in più su un totale facciano una grossa differenza (almeno per le persone come me che fanno tanti acquisti una/due volte l'anno).
    Un altro consiglio che mi sento di dare è quello di premurarsi di sfogliare i volantini dei supermercati perché spessissimo fanno la settimana della bellezza e ci sono delle offerte molto buone, anche se i prodotti son reperibili in Italia, sulle quantità.

    Da Monop spesso fanno 2x1 o 3x2 su Bourjois. E poi per Bourjois ho scoperto una chicca....ma mi sa che me la riservo per il mio post, così ti invito a leggerlo.

    Un abbraccio e sappi che i tuoi post sono sempre interessantissimi e che sei una tra le blogger che stimo di più. ;)

    P.S.: su Une e Agnes B. purtroppo non ho mai trovato un'offerta. Chissà perché.
    P.P.S: altre cose da comprare in Francia: accessori per la cucina - Multicrepes party, machine à raclette, machine à pyrade, machine à fondue (amo la convivialità della cucina francese); caramel au beurre salé; une bonne crepe/gauffre au Nutella comme il se doit. :P

    RispondiElimina
  10. Questo post capita proprio a fagiolo, martedì prossimo partirò per la Francia (in Bretagna) e sarà la prima volta che ci andrò con un'ottica "beauty"! Mi farò un bel giretto nel reparto skincare, questo è poco ma sicuro :) quanto ai farmaci, da quel che ho appreso con l'esperienza, noto che un po' ovunque sono meno cari dei nostri. Anche in Inghilterra nei drugstore vendono l'ibuprofene come se fossero caramelle!

    RispondiElimina
  11. Concordo al 100%! :D Io vivo a 20 minuti dalla Francia e Germania e quoto ogni parola. :)
    Ci sono però alcuni prodotti che a volte da Sephora FR costano parecchio meno, ma sono delle una tantum. Ad esempio ho recentemente scoperto che il mio amato Aqua Liner di MUFE in Italia costa ben 4,5€ in più che in Francia (24,5€ contro 20,0€).
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  12. Grazie per questo articolo davvero utile! riguardo alla pillolla anticoncezionale, la stessa cosa capita anche in Germania! anch'io compro la Jasmine (Bayern), qui solitamente il farmacista ti propone autonomamente se vuoi la versione che costa meno :) just for info!

    RispondiElimina
  13. Per quantk riguarda i farmaci con prescrizione come la pillola,ricordp che nelle farmacie della mia cittá con la ricetta le pagavo molto meno del prezzo di listino,se invece andavo in un'altra cittá me la facevano pagare a prezzo pieno. Non so se le cose ora sono cambiate ma non so quanto possa convenire la cosa

    RispondiElimina