15 settembre 2014

Neve Cosmetics palette Duochrome: prime impressioni, swatches e look

In occasione dell'uscita della nuova versione della Duochrome, Neve cosmetics mi ha omaggiata in anteprima della palette. Al momento che scrivo la palette non è ancora in vendita sul sito, anche se secondo voci di corridoio il prezzo dovrebbe aggirarsi intorno ai 33 euro. Sarà in vendita dal 16 settembre sul sito Neve cosmetics.
Rispetto alla precedente versione, le cialde sono state riformulate per essere completamente vegan e due colori (Fireworks e Alchimista) sono stati sostituiti (rispettivamente da Fenice e Twilight). Per il resto, la palette rimane invariata.
A parte la confezione rosa al posto della nera. Dettagli insomma.




Sarò franca: non sono scoppiata dalla gioia a vedere questa palette dentro il pacco. Non lo dico per "sputare il piatto in cui mangio" (perché, comunque, sia chiaro, io da questi omaggi non mangio un bel niente, metaforicamente parlando), o per darmi arie, ma perché se non avevo preso la prima palette ai tempi un motivo c'era e non ho cambiato idea. Io e i duochrome, due strade parallele che non dovrebbero incontrarsi. Tipo mai.
Ad ogni modo ho provato a far uscire dalla mia testa tutti i pregiudizi (tanti) al riguardo per potervi dare il parere più onesto e limpido possibile. 


Veniamo ai colori. Per ognuno, oltre che due parole sul colore proverò ad abbozzare qualche parere preliminare.

Pioggia Acida.  Neve dice verde freddo con riflessi oro. Ci siamo. Non lo amo particolarmente, trovo sia un colore complesso da usare tanto quanto Aurum di Nabla. La qualità buona.

Utopia. Neve dice blu cobalto scuro con riflessi rosa. Aggiungo che il blu cobalto sotto alcune luci sembra quasi un viola freddissimo, ma sono dettagli. Bellissimo colore. Sfumato non rende un granché (ho provato a usarlo come colore di transizione e per sfumarne altri), funziona decisamente meglio usato come colore pieno a tutta palpebra o come eyeliner.

Fenice. Neve dice color rame caldo intenso dalle luminose incandescenze rosate. Ci siamo. Forse è il colore più bello e performante dell'intera palette. La pigmentazione è ottima e la texture pare crema. I riflessi si vedono e usarlo è un piacere in qualsiasi modo. 

Chimera. Neve dice viola scuro con riflessi rosa e cristalli ramati. Io vedo solo il rosa, ma forse sono orba. Bello il colore ma onestamente instendibile. Ho faticando molto ad applicarlo a tutta palpebra, e sfumato si perde parecchio. La texture è decisamente troppo dura per essere lavorata adeguatamente.

Twilight. Neve dice grigio intenso dalla satinatura color bronzo. La satinatura io non la vedo e leggendo altre review pare io non sia la sola. Diciamo che è un grigio scuro che tende al marrone e basta. Non è un duochrome. E al di là di qualsiasi altro commento al riguardo della qualità trovo non avrebbe dovuto essere nemmeno inserito nella palette. Il colore non è particolarmente grazioso, ma la pigmentazione è buona e mal che vada può essere usato per dare profondità all'occhio.


Mela Stregata. Neve dice fucsia violaceo con riflessi verde acqua. A me non sembra fucsia, ma magenta. La cialda è stata modificata rispetto all'edizione precedente per migliorarne le prestazioni ed evitare che macchiasse la palpebra. Ottima pigmentazione, bella texture. L'unico difetto è che una volta applicato vedere la base magenta è davvero complesso. Almeno nel mio caso vedo solo più i riflessi verdi. Se odio i duochrome un motivo ci sarà.

Abracadabra. Neve dice azzurro ceruleo con riflessi verde chiaro. Ci siamo. Bellino, ma niente di particolarmente originale. Colori del genere vengono proposti e riproposti ogni primavera/estate. Forse il suo unico tocco di originalità sta nella tonalità di ceruleo scelta come base.

Polline. Neve dice giallo intenso con riflessi verde lime. Non lo definirei propriamente giallo intenso, ma la base mi sembra già tendere al giallo-verde più che al giallo limone. Buona la qualità, ma è troppo verde/giallo per essere usato in maniera sensata come illuminante all'interno dell'occhio senza aumentare la dose di occhiaie.

Veleno. Neve dice marrone tabacco scuro con riflessi verdi. Ci siamo. L'ennesimo dupe 

Mezza Estate. Neve dice giallo ocra con riflessi rosa. Onestamente la base giallo ocra non la vedo, vedo un arancio-rosato con riflessi rosa. Carino per illuminare tutta la palpebra o per creare punti luce. Buona la qualità.

Qualche comparazione con altri colori presenti in casa.


Utopia è simile (ma non uguale) a Cornflower di MAC, anche se quest'ultimo è più brillante e anche più intenso. Rispetto a Parfait amour è più brillante, i riflessi si vedono meglio e ha una base cobalto. Ah, scrive anche molto meglio, ma non fatelo sapere a MAC.
Abracadabra e Atmosphere (nabla) sono concettualmente simili ma hanno basi diverse: il primo è un azzurro intenso vero e proprio, il secondo è un verde acqua.


Pioggia acida è più intenso e più verde di Extravirgin (nabla), il secondo risulta un filo più "neutro". Chimera è leggermente più intenso e meno scuro di Rockstar di UD, il secondo non ha assolutamente alcun riflesso. Però Rockstar scrive decisamente meglio.


Fenice ricorda il vecchio Ginger (sempre di Neve) ma è decisamente più brillante e pigmentato. Polline invece si discosta nettamente dai due amici delle vecchie collezioni Peyote/Zoe perché è il più giallo in assoluto.

Ho provato a realizzare un look utilizzando ben cinque ombretti di questa palette. E' stato un vero sforzo e vi spiegherò perché nelle conclusioni finali. I colori da me scelti sono Mela stregata (palpebra mobile), Chimera (sfumato nella piega), Fenice (come eyeliner), Utopia (lungo le ciglia inferiori) e Abracadabra (sempre lungo le ciglia inferiori e come doppio eyeliner sotto Fenice nell'angolo esterno). Per amore di cronaca, sulle labbra indosso Odyssey di MAC. 
Se volete vedere gli altri cinque colori in azione, Dani di Shopping&reviews ha realizzato un look apposta (qui).




Tirando qualche somma...
Come per tutte le palette bisognerebbe dare un giudizio colore per colore, soprattutto in casi come questo in cui le prestazioni tra cialde non sono sempre omogenee. Cercando di essere sintetica, dirò che alcuni colori hanno una texture eccessivamente dura, e Chimera in questo è il colore messo peggio. Ho trovato dure anche Utopia e Twilight. Questo non vuol dire che non siano scriventi, ma semplicemente ci vuole un po' più di sforzo per lavorarle a dovere. Altre cialde hanno una texture quasi cremosa, pigmentatissime. Su tutte spicca Fenice: tutte le cialde avrebbero dovuto essere così, sarebbe stata la palette perfetta.
La qualità rimane alta e tutti i colori possono vantare una buona (quando non ottima) pigmentazione.
Per quanto riguarda i colori ho alcune perplessità. Forse sarò presa a male parole per questo, ma non credo sia possibile fare un trucco usando solo questa palette e soprattutto usando più di uno o due colori alla volta. E non lo dico per pregiudizio nei confronti dei colori duochrome, ma perché risulta veramente complesso mettere d'accordo tanti colori di cui bisogna considerare 1. la base, 2. il riflesso. Per esempio, uno può pensare che Mela stregata (base magenta) e Chimera (base viola) possano funzionare bene insieme, ma i riflessi verdi del primo e rosa del secondo stonano non poco. Idem quando si cerca di aggiungere un colore che sembra analogo come Utopia, ma in realtà porta con sé il suo carico di riflessi da tenere in considerazione. A un certo punto, colore dopo colore, sembra di avere un pastrocchio sull'occhio e molti dei riflessi vanno inevitabilmente a mischiarsi (orrore) o a perdersi (meglio, però è un peccato). Pochi colori mi sembra possano funzionare bene usati sempre e comunque, come Fenice o Twilight o Mezza estate. Gli altri... dipende. 
Se l'abbinamento tra colori non è il vostro forte, vi consiglio di usarne uno (massimo due) alla volta e rimediare su colori classici (magari opachi) per completare il resto del trucco. E in generale sfatiamo questo mito che prevede l'uso di duecento colori in faccia come prova della capacità di una persona di truccarsi: se tanto vengono scelti random, sempre random sono.
Infine la domanda: compro la palette o compro le cialde singole (che secondo voci di corridoio dovrebbero uscire nel 2015)? Dipende. Se siete fan dei duochrome comprate la palette e basta. Se invece non siete convinte, non usate molto questo genere di colori o in generale vi piacciono solo alcune cialde, io vi consiglio di comprare unicamente le cialde (fintanto che la somma di esse risulti conveniente rispetto al costo della palette totale).

16 commenti :

  1. Forse potresti prendere anche i pennarelli dei bambini e faresti un look stupendo comunque. Non so come fai, snort!
    A me i duochrome piacciono assaj, se non avessi preso la prima questa la prenderei al volo, soprattutto Veleno e Mela Stregata che sono i miei preferitoni. Baciuzzi.

    RispondiElimina
  2. È molto interessante leggere la tua review anche se la palette ce l'ho già, mi piacerebbe capire se la riformulazione c'è stata realmente o se è fufda. Ovviamente avendo già la vecchia palette non acquisterò anche questa, ma se escono le cialde singole prenderò quelle mancanti. Ero tentata di lasciar perdere Fenice ma ora l'ho rivalutata.

    RispondiElimina
  3. hai tirato fuori un bellissimo look <3
    concordo con tutto quello che hai scritto di Twilight, sta lì come i cavoli a merenda, a quanto pare non sono contenti se non mettono un ombretto fail XD
    (chimera su base nera è stupendo!)
    quando la presi due anni fa usavo sempre 4/5 colori alla volta, per quando belli notavo che i colori si perdevano un po' e i bei riflessi venivano sacrificati, ora ne ho uso 1 o 2 alla volta per valorizzare al massimo i singoli colori e riflessi, penso anch'io che gli renda più giustizia così :)

    RispondiElimina
  4. Ero abbastanza entusiasta della riproposta, ma mi hai fatta ragionare ed effettivamente comprare un'intera palette per poi ritrovarmi ad usare sempre gli stessi tre colori che mi affascinano...nah.

    RispondiElimina
  5. quando uscì la prima mi sembrava bellissima e la volevo tanto, ma in quel periodo non potevo acquistarla. ma tanto andò esaurita subito e per me il caso si chiuse. a riguardarli adesso non la comprerei, mi piacciono veramente solo pochi colori. se usciranno le cialde acquisterò sicuramente mezza estate, e valuterò dal vivo polline e pioggia acida che mi sembrano nelle mie corde. ad onor del vero neanche a me convince il trucco!

    RispondiElimina
  6. Non posso che concordare su Twilight, è davvero un pesce fuor d'acqua nella palette, e cromaticamente non rispecchia neanche i miei gusti.
    Comunque io sono un'amante dei duochrome, in particolare trovo che Mela Stregata sia fantastico *_*

    RispondiElimina
  7. Non comprerei l'intera palette ora come ora, non perché non mi piacciano i colori (ad esempio trovo Polline e Fenice stupendi) ma perché non la userei come vorrei. Sono indirizzata verso due o tre cialde, anche perché mi sembra di possedere un ombretto Pupa abbastanza simile a Fenice.
    Uno degli ombretti che voglio è Chimera, peccato che non sia ottimo da applicare. Ci penserò. E sono indecisa su Mela stregata, avendo già Fiori d'ombra che sembra essergli simile.
    Concordo sull'inutilità in una palette del genere di Twilight.

    RispondiElimina
  8. Aspettavo un tuo giudizio per decidere se prenderla o no, e credo che opterò per la seconda opzione. Mi fa impazzire Fenice, vorrei tanto provare Mela stregata e pioggia acida ma per il resto niente.. Quindi farò la brava risparmiatrice! :D O mi butterò sulla prossima collezione di Nabla! :P

    RispondiElimina
  9. Uffa a me Chimera piace un casino! T_T Ed è tra le cialde che vorrei... insieme a Mezza estate, Utopia e Pioggia acida.

    Fenice mi attira un sacco ma non so come potrebbe starmi... è davvero troppo caldo per me probabilmente.

    PS: grazie per il confronto con Extravirgin :3

    RispondiElimina
  10. una bellissima review come sempre, molto sincera e reaista! io proprio non lo vedo l'effetto duocrome su twilight! tra tutti il mio colore sarebbe Chimera, ma tanto tu dici che non si stende bene e Neve non vende la singola cialda :P

    RispondiElimina
  11. Nemmeno a me interessa, ho già fin troppi colori da smaltire XD
    Grazie per le tue recensioni così puntigliose, sei preziosissima!

    RispondiElimina
  12. Se mai metteranno qualche cialda singola in vendita potrei prenderne qualcuna: mela stregata e pioggia acida (dopo averle viste dal vivo). Anche veleno non è male. Fenice potrebbe essere troppo simile a sole d'Africa. Comunque i colori non sono male..anche se difficilmente ne userei più di uno alla volta. Boh vedremo le scelte di neve quali saranno.

    RispondiElimina
  13. Credo che aspetterò le cialde singole, se davvero le faranno...

    RispondiElimina
  14. Non so...già quella l'altra volta non mi faceva impazzire e anche questa non mi quadra. Probabilmente le palette interamente duochrome non fan per me

    RispondiElimina
  15. Ciao cara io l'ho presa (devo dire sinceramente che avevo scoperto la prima troppo tardi per comprarla e speravo la riproponessero per comprarla!) Il mio intento e quello di usare uno, massimo due colori e poi i neutri per completare il trucco, ma perché il mio stile di trucco è questo e una duochrome così è perfetta (anche se certamente da sola la palette non basta, come hai ben detto)! Come sempre un articolo interessante!!! Grazie!

    RispondiElimina
  16. ciao.. ;) l'abbiamo presa anche noi questa palette e stiamo abbinando molto abracadabra con utopia.. oppure polline con pioggia acida.. come palette ci piace.. è anche vero che sono colori particolari che non si usano giornalmente.. :)


    http://laranaeilpuffin.blogspot.it/

    RispondiElimina