08 settembre 2014

Skincare routine - Viso

Avevo scritto un post sulla skincare non molto tempo fa e mi sento un po' in colpa perché anche stavolta vi farò vedere più o meno gli stessi prodotti. Quello che cambiato nel frattempo ovviamente è la prova d'uso: ho avuto maggior tempo per provare tutto e farmi una idea della bontà e dei lati positivi e negativi dei prodotti e nel caso aggiungere qualcosa per integrare.
Ho intenzione di realizzare qualcosa di analogo anche per la skincare corpo e per quella capelli appena avrò raccolto le idee.

Detergenti.


Esattamente come la scorsa volta, per struccare e pulire la pelle uso unicamente due prodotti. L'acqua micellare Bioderma è lo struccante più efficace che io abbia mai provato, e allo stesso tempo il più delicato. Ammetto che pur usandolo da mesi continuo a stupirmi come una sostanza che sembra semplice acqua riesca a pulire così profondamente. Io non uso prodotti particolarmente resistenti (vedi prodotti waterproof), quindi anche per gli occhi non ho difficoltà e non devo integrare nulla. 
In teoria l'acqua micellare non avrebbe bisogno di essere lavata via dal viso, ma io preferisco ugualmente utilizzare qualcosa che vada a detergere e portare via gli ultimi residui (nel caso ce ne siano ancora). Dopo mesi rimango dell'idea che per una pigra come me le mousse detergenti rimango la soluzione migliori: è come lavarsi la faccia con del semplice sapone, con la differenza che è molto meno aggressivo. Continuo ad usare quella comprata in Francia con soddisfazione e con il cruccio di non averne trovata altra la seconda volta che mi sono recata questa estate. Appena finirà dovrò trovare una alternativa disponibile nel mercato italiano, o la Nuvola struccante di Neve o quella all'aloe di Bottega Verde.

Acqua termale & Idrolati


Questi sono due prodotti di recente acquisizione che ho preso un po' per curiosità un po' per necessità. L'acqua termale Avène sarebbe stato carino averla a inizio anno, perché ora come ora non so bene come usarla. L'unico uso che mi sembra utile per le mie esigenze è spruzzarla quando prendo sole direttamente sul viso, per rinfrescare e idratare la pelle. Ne riparleremo il prossimo anno se avrò modo di andare al mare.
L'idrolato al fiordaliso (Sanoflore) lo considero il must have dello studente (tecnicamente non lo sono, in pratica è come se l'università non fosse mai finita, prendetela come una metafora) che passa ore al computer o sui libri o sui libri sul computer. Lo uso quando i miei occhi chiedono pietà ma lo trovo interessante anche da spruzzare sul viso dopo aver usato struccanti e detergenti. L'odore ovviamente è indescrivibilmente tremendo.

Idratazione & Solari


Continua la mia esperienza con l'Emulsione viso idratante ad azione preventiva di Biofficina toscana. Questo prodotto è veramente valido come crema leggera da giorno, perfetta come base trucco perché si assorbe veramente in fretta. La confezione è meravigliosa perché permette di controllare quando prodotto rimane, inoltre amo questo genere di erogatore (a pompa) per le creme viso, li trovo estremamente igenici.
L'unico difetto che riesco a trovare in questa crema è il suo essere molto leggera. Se come base per il trucco questo la rende preziosa, come idratante serio (per esempio da sera/notte) è molto meno valida e probabilmente va affiancata a qualcosa di più nutriente. Al momento sto usando - cercando di non affezionarmici troppo per via del costo - questa Crema sorbetto idratante viso di Caudalie, che pur essendo anch'essa leggera mi sembra sia decisamente più idratante.
L'ultimo prodotto che ho inserito in questa sezione è il solare usato quest'anno. Nesso logico: è una crema. Mi faccio tenerezza da sola. Dopo qualche esperimento nel campo dei solari ecobio ho deciso di tornare ai solari classici, ma scegliendo una marca che fosse un po' una garanzia della sua efficacia. Ho sempre sentito parlare benissimo dei solari La Roche-Posay e la mia esperienza è stata ottima. Invece di acquistare diversi prodotti con spf diversi, ho scelto un 50+ per viso e corpo e ho usato quello anche quando ero ormai abbronzata. Mi rendo conto di non essere un campione affidabile perché mi scotto con difficoltà, ma quest'anno mi sembra sia stato l'anno in cui ho patito meno problemi con l'esposizione solare e lo riconduco a questa crema, incredibilmente efficace. Anche l'applicazione è ottima, il prodotto si stende e si assorbe con facilità tanto che riesco a usarla anche sulle orecchie di Aki, la mia gatta (per chi se lo domandasse, Aki essendo praticamente albina sulle orecchie ha bisogno di una crema solare come e più di noi per evitare l'insorgere di tumori). E' senza profumo, che si traduce in un odore classico di crema chimica non propriamente piacevole ma nemmeno forte da dare fastidio.

Maschere & co.


In questo settore c'è stata qualche new entry rispetto alla scorsa volta. Rimane sempre la maschera all'argilla rosa di Cattier che ora utilizzo in combo con quella all'argilla verde. Pur definendo la mia pelle normale, ci sono alcune zone che tendono più al secco e altre che tendono più al grasso, seppur non in maniera drammatica. Utilizzo quindi la maschera all'argilla rosa sulle guance, ovvero nelle zone in cui vorrei idratare e rendere la pelle luminosa, mentre nella zona T uso quella all'argilla verde per purificare e riequilibrare la pelle.
Ho aggiunto a questa routine anche uno scrub delicato. Molte si chiederanno perché ho speso tot euro per uno scrub quando farlo in casa è così semplice. La verità è che ho sempre trovato lo zucchero troppo aggressivo per la mia pelle e la farina di cocco (l'unico altro ingrediente che possiedo in casa senza doverlo comprare apposta) al contrario sembra non agire completamente, ragion per cui ho deciso di acquistarne uno e vedere come andava. Ho acquistato il prodotto che mi banalmente ho reperito con più facilità al supermercato, l'esfoliante viso dell'Erboristica con cui mi sto trovando discretamente: i granuli fanno bene il loro lavoro ma non danno fastidio. Per ora l'ho usato solo due volte, quindi è presto per dare un giudizio ma per ora mi sta piacendo, in futuro vedremo.

Questo è quanto. Se ci saranno aggiornamenti o cambiamenti con qualche prodotto specifico proverò a dedicargli una review apposita in futuro.

13 commenti :

  1. Che bel post!
    Anche io adoro la Bioderma e continuo a stupirmi delle sue capacitá struccanti O.o. Mi incuriosisce moltissimo l'idrolato al fiordaliso, anche perché a lavoro passo 9 ore al giorno davanti a mille schermi. Come scrub viso invece ti consiglio quello che uso da una vita e che amo: é il Gommage al Bois de Panama, di Erbolario. Lo conosci? Ha dei micro granuli immersi in una crema leggerissima, ha un ottimo effetto efoliante ma é delicatissimo, e sulla mia pelle iper sensibile é perfetto, oltre a lasciare la pelle liscia e perfino idratata una volta risciacquato.
    Un bacio!

    RispondiElimina
  2. Premettendo che sono molto tentata di comprare la polvere scrubbante di Sephora, un po' per pigrizia (andare FINO in cucina a prendere lo zuchero ogni volta che devo grattuggiarmi la faccia...) un po' per curiosità (prodotto nuovo, prodotto nuovo, io comprare!!) un po' perché il fai-da-te è bello ma i prodotti specifici emotivamente mi sanno più di coccola (confezione, profumo, due minuti per pensare solo a me)...

    ...premesso tutto questo, per fare lo scrub in casa con lo zucchero, prova a utilizzare lo Zefiro!! Io l'ho fatto per caso (ero a casa di mia mamma ed era quello che lei aveva in cucina) e mi sono trovata benissimo, i granelli sono molto più fini e quindi la loro azione è più delicata. Questo ovviamente vale solo se ti trovi bene con lo Zefiro come zucchero da cucina, comprarlo apposta per il viso non ha senso.

    O forse, a pensarci, di senso ne ha (visto il prezzo degli scrub, con due euro di Zefiro ti scrubbi per mesi e mesi)...

    :)

    RispondiElimina
  3. Abbiamo due prodotti in comune, la crema solare e lo scrub. Sono in fase di rivoluzione perché ho comprato nuovi prodotti nella speranza che siano validi, l'unica certezza è che tornerò alla micellare di Bioderma!

    RispondiElimina
  4. Stavo per desiderare l'idrolato al Fiordaliso, però se mi dici che l'odore è tremendo passo.
    Sono interessata alle maschere viso di Cattier invece, io ho una pelle secca e sensibile, ma la zona sola del naso tende a farsi più capricciosa, sto cercando una maschera purificante che sia però delicata e non aggressiva da usare solo in quella zona, forse quella all'argilla verde può fare al caso mio.
    :*

    RispondiElimina
  5. Mi incuriosisce parecchio l'idrolato al fiordaliso di Sanoflore: ho provato diversi prodotti di questo brand in passato e mi ci sono trovata benissimo! Ho sempre desiderato provare la linea dei tonici ma ormai non trovo più questo brand in nessuna farmacia :-(

    RispondiElimina
  6. Nella mia microgita in Francia (ero a mezz'ora dal confine perchè ero in Svizzera) ho visto proprio quella mousse detergente nel supermercato omonimo e come una fessa l'ho lasciata li, ovviamente ora mi sto mangiando le mani -.-'' Tornano al tema del post, più o meno anche la mia skincare routine è suddivisa come la tua ed anche io prediligo l'acqua micellare e una crema o mousse detergente per lo struccaggio, solo che in più utilizzo anche l'olio di cocco per i trucchi particolarmente resistenti :)

    RispondiElimina
  7. La Bioderma è stata la mia compagna dell'estate, ora che è finita mi manca :-(
    L'emulsione viso Biofficina mi interessa, lo acquisterò non appena smaltirò tutte le creme acquistate a Berlino...ci vorrà mooolto tempo mi sa XD

    RispondiElimina
  8. I solari La Roche-Posay sono ottimi.

    RispondiElimina
  9. Io l'acqua termale di Avène la uso dopo essermi struccata per 'calmare' un pó la pelle e la mattina per darmi una svegliata.
    Mi piacciono molto i tuoi post sulla skincare, abbiamo gusti simili 😘

    RispondiElimina
  10. Io quell'acqua miracolosa, la Bioderma, devo ancora provarla!! Mi tentate tutte troppo :S

    RispondiElimina
  11. Quello scrub lo provai un po' di tempo fa ma mi stufò quasi subito per svariate ragioni... innanzitutto il profumo proprio non rientrava nei miei gusti e poi preferisco gli scrub ad azione purificante anche se il suo lavoro lo fa! ^_^

    RispondiElimina
  12. Non so se te l'ha già scritto qualcuno ma l'acqua termale non ha stagione! Almeno per me, ovviamente. La uso dopo lo struccaggio per lenire la pelle o al mattino per darmi una svegliata dopo aver lavato il viso. Inoltre se faccio una ceretta è un buon modo per calmare i rossori (anche sul viso, ma credo tu non abbia baffi al contrario di me :3 )
    Ormai concordo sullo scrub non casalingo: lo zucchero può essere davvero aggressivo, un'alternativa può essere il bicarbonato ma anche lui - non so - potrebbe dare problemi (io lo uso tranquillamente ma chissà). A questo punto meglio comprarlo (delicato) e buonanotte.

    RispondiElimina
  13. ah le maschere Cattier! <3
    sto per poterne aprire una di nuovo e non vedo l'ora <3
    mi son presa un campioncino dell'emulsione di Biofficina ieri in bioprofumeria, son molto curiosa...

    RispondiElimina