28 ottobre 2014

Neve Cosmetics collezione Mistero Barocco: prime impressioni, swatches e look (Ombretti)

Per l'uscita della nuova collezione Autunno-Inverno, Mistero Barocco, Neve cosmetics mi ha omaggiata in anteprima di una parte della collezione: la palette con quattro ombretti, due matite Pastello (Ego e Leone) e due matite Duebaci (Masquerade e Incognito). La collezione sarà disponibile online dal 29 ottobre con un prezzo scontato in vista del lancio. Le matite occhi Ego e Leone e le due matite Duebaci Masquerade e Incongito saranno recensite in un post separato che pubblicherò a breve (a giorni). In questo post mi concentrerò sulla palette di ombretti. Sui prezzi c'è qualche notizia vaga (appena avrò notizie certe aggiornerò tutto). Per la palette completa (palette vuota + quattro cialde) si parla di 17,9 euro. Per la palette vuota si dice 5,9 euro e per le cialde singole il prezzo è 4,2 euro.




Parto con qualche parola sulla palette, perché Neve ci fa sapere che sarà venduta singolarmente vuota, personalizzabile. A livello di qualità e materiali non si discosta dalle palette classiche di Neve a cui siamo abituati. Personalmente non le apprezzo. La parte in gomma che crea i quattro buchi per le cialde occupa troppo spazio, togliendolo a potenziali altre cialde. Si può togliere, ma bisogna fare attenzione a non portare via il foglio magnetico, altrimenti le cialde non si attaccano. Anche la chiusura mi sembra molto "precaria": pur chiudendo bene la palette, il meccanismo mi sembra delicato, del tipo che può rompersi con facilità. Preferisco chiusure magnetiche o con un meccanismo più saldo. Pur non essendo trasparente, non ha specchio al suo interno. Se per una palette da 10-12 questo non è un difetto, in una palette da 4 mi sembra una mancanza. Una palette da quattro è per definizione una palette da viaggio, uno specchio sarebbe l'ideale. Insomma, se avete bisogno di una palette vuota compatta per tenere poche cialde, vi consiglio di guardare altrove. L'unico vantaggio di questa palette è che essendo pensata per cialde grandi, pur essendo compatta, contiene diverse ombretti.


Conclusa questa parte sulla palette vuota, parliamo degli ombretti singoli usciti per questa collezione.
Inizio con un appunto generale: questa è una collezione di colori caldi. Tenente conto, soprattutto se in generale preferite usare o siete solite usare tonalità fredde.

Crinoline viene descritto da Neve come un color oro colato intenso. In realtà per descriverlo al meglio bisogna sottolineare che tende pesantemente all'ocra. Questo particolare si nota soprattutto se confrontiamo Crinoline con la matita Leone, un oro vero e proprio. Mentre Leone ricorda il colore dei lingotti, Crinoline ha una componente aranciata più spiccata. E' un colore molto caldo e anche molto particolare. Non è un colore semplice da reperire e lo consiglio abbastanza spassionatamente a chi ha colori simili ai miei e/o un sottotono caldo. Lo consiglio con riserva a chi ha un sottotono freddo: non è importabile (ovviamente), ma dovrete studiarlo con maggiore attenzione.
Ho provato a paragonarlo con alcuni ombretti sul genere che avevo in casa ma come vedete nulla si avvicina anche solo lontanamente.


Ember è sicuramente il pezzo forte di questa palette. Neve lo descrive come un rosso intenso opaco dalla texture sfumabile. Sono d'accordo su ogni parola: è il rosso perfetto. Non è troppo tendente al magenta (come Frankly scarlet), non è troppo cupo, non è troppo brillante. So che molte hanno dubbi riguardo a colori del genere sugli occhi, ma paradossalmente per le caratteristiche che ho descritto, lo trovo piuttosto democratico.
Se comunque non apprezzate il rosso sugli occhi, consideratelo come blush. La sua texture sfumabile lo rende un ottimo blush, se ovviamente trattato con le giuste precauzioni. Ovvero, prendente il pennello, appoggiatelo sulla cialda senza muoverlo, togliete l'eccesso picchiettando una o due volte sul dorso della mano e poi applicate sfumando. Ne basta pochissimo e l'effetto è molto bello e molto naturale. Ovviamente è costruibile fino ad arrivare a risultati più pronunciati. Al fondo del post troverete un look in cui l'ho usato come blush in maniera leggera.
Se volete provare qualcosa di questa collezione, questo è assolutamente il pezzo su cui puntare. Non solo: è un prodotto che vi consiglio di prendere a prescindere perché è veramente valido. 


Ornament è il classico rosa dai riflessi dorati, shimmer. Neve cerca di rendere il concetto più poetico ed effettivamente ci troviamo di fronte a un rosa antico e non a un classico rosa pastello, ma il risultato non cambia poi così tanto. In tutta sincerità è un colore molto grazioso e sicuramente facile da utilizzare. La qualità è ottima e la texture facilmente sfumabile. La sua componente malva lo rende più facile da utilizzare anche da chi normalmente si tiene lontano dai rosa. E' un colore che consiglio a chiunque, a patto di non avere qualcosa di analogo in casa. 
Come blush... non sono molto convinta. Sotto l'ho messo a paragone con un blush simile di Bourjois. La differenza sta nella pigmentazione: mentre Lily rose è nato per essere modulabile, come qualsiasi blush dovrebbe essere, Ornament è molto pigmentato, molto rosa e molto shimmer. Come blush va dosato con la massima attenzione e sfumato molto bene. Per il mio gusto mi sembra più sensato usarlo - sempre con molta parsimonia - come illuminante. Nel post che pubblicherò con gli altri prodotti della collezione vedrete un look in cui lo abbino a Ember sulle guance come illuminante.


Obscure è descritto da Neve come un marrone tabacco scuro opaco. Come potete vedere dal confronto, in realtà Camelot di Neve è molto più scuro e inteso. Se dovessi definirlo in qualche modo, mi sembra color nocciola, ma con una componente grigia al suo interno. E' una tipologia di marrone abbastanza originale, perfetto per enfatizzare la piega dell'occhio. 
Ho letto da qualche parte l'ipotesi di usarlo per realizzare il contouring del viso. La mia risposta è NO. Soprattutto se siete delle principianti tenetevi lontane da colori del genere per fare il contouring perché rischiate unicamente di fare danni. Può funzionare solo se avete un tono di pelle molto scuro, altrimenti risulterà assolutamente innaturale anche se dosato bene. 
A proposito: sto pensando di scrivere una piccola guida al contouring per principianti, con qualche tips&tricks anche per scegliere i colori più adatti. Fatemi sapere se vi interessa.


Ho voluto realizzare un look piuttosto semplice utilizzando tutti e quattro gli ombretti della collezione. Il colore principale sulla palpebra mobile è Crinoline, sfumato nell'angolo esterno con Obscure e nell'angolo interno con Ornament per illuminare. Ember è stato applicato come vi suggerivi prima sulle guance come blush.
In questo look potete vedere anche altri prodotti della collezione di cui vi parlerò nel prossimo post. Ho usato la matita Ego per definire l'occhio sia sopra che sotto, e Leone per illuminare l'angolo interno. Sulle labbra ho usato il matitone Duebaci in Incognito.



Tirando qualche somma...
Questi quattro ombretti mi piacciono molto. Trovo che siano stati abbinati con un senso e una ispirazione ben precisa rispetto all'idea portante della collezione. Sono tonalità effettivamente barocche, forti, ridondanti. Certo, favoriscono persone con determinati colori, soprattutto chi ha contrasti forti e sottotoni caldi (vedi me, per fare un esempio che è sotto i vostri occhi al momento), ma anche le altre tipologie possono trarne beneficio.
Il colore che in assoluto consiglio è Ember: ottimo come ombretto, perfetto come blush. Un colore difficile da trovare così pigmentato e così sfumabile. 
Anche Crinoline è interessante, ma mi sento di consigliarlo soprattutto a chi ha un sottotono caldo: usato anche da solo abbinato a delle labbra scure e importanti fa un ottimo lavoro per illuminare senza risultare eccessivo.
Ornament lo consiglio a chi usa il rosa quotidianamente e cerca un colore da tutti i giorni che sia facile da usare e dalle buoni performance. Lo consiglio anche a chi cerca un colore del genere con una base meno pastello e leggermente più cupa.
Obscure è un marrone interessante, ottimo per definire l'occhio. In generale, come molti marroni, non è la cosa più originale e introvabile nel pianeta, ma è sicuramente un buon prodotto.
In conclusione, la qualità di questi ombretti è ottima. Si sfumano bene, si lavorano bene, sono molto pigmentati. Le tonalità sono interessanti, con qualche punta di originalità. 
Visto il prezzo non proprio di favore con cui pensano di vendere la palette completa, vi consiglio di puntare principalmente alle cialde singole e pensare di prendere la palette unicamente se vi piacciono molto tutti e quattro.


Sono curiosa di sapere se state considerando l'acquisto di questi prodotti. Nel caso fatemelo sapere nei commenti. Fatemi anche sapere se avete qualche ulteriore dubbio che posso aiutarvi a dissolvere...

33 commenti :

  1. Quando ho letto del marrone usato come contouring ero tipo :O penso che potrebbe riuscirci solo qualcuno veramente esperto, già si vedono casini con prodotto fatti apposta per lo scopo..

    Io sono felice che abbiano fatto una palette da 4. La aspettavo da tanto, ovviamente l'hanno tirata fuori due settimane dopo che mi sono decisa a acquistare la palette grande :( ma avevo troppe cialde in giro. Stavo pensando di prenderla per i blush.

    L'ombretto rosso come blush sarebbe stupendo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Temo che anche chi è esperto si scontrerebbe con il fatto che le ombre nel nostro viso non sono marroni a mano di non essere molto scure di carnagione. non a caso io uso un blush biscotto per fare il contouring, e viene comunque abbastanza definito.

      l'ombretto come blush è veramente bellissimo

      Elimina
    2. Ragazze, ma chi ha degli zigomi così pronunciati che davvero fanno ombra?! Forse Angelina Jolie in Maleficent...
      A parte i modi di dire, il contouring non crea ombre sul viso, ma scolpisce dei volumi. Il colore chiaro crea una sporgenza e lo scuro una rientranza, tutto qui, non è che ci disegniamo delle ombre sulla faccia!!
      Quindi ipoteticamente un ombretto marrone molto sfumabile potrebbe servire allo scopo. Poi ovviamente bisogna valutare che non sia troppo caldo e che non sembri falso sul viso di ciascuna (anche una carnagione scura a sottotono freddo non avrebbe "ombre" marroni riproducibili con Obscure, secondo me)...

      (Follemente innamorata di Ember... a me non sembra caldo dalla foto, ma piuttosto bilanciato, me lo confermi?)

      :*

      Elimina
    3. Non so. Tutte le volte che ho usato marroni così scuri per fare il contouring - pur essendo una che si considera tutto sommato brava a sfumare e usando pennelli molto morbidi e poco densi - ho creato zigomi che nemmeno la Jolie o Kim Kardashian. Insomma.
      Contrasti così netti in faccia naturalmente non li abbiamo. Tanto più se una persona non è bravissima e vuole un effetto naturale che non sia ridicolo alla luce naturale, è meglio che eviti tonalità del genere.

      Ember è un rosso bilanciato, confermo.

      Elimina
    4. Si su questo sono d'accrdo. La mia considerazione era sul colore, perché avevi scritto che "le ombre del nostro viso non sono marroni". Con il contouring non creiamo davvero delle ombre, ma disegnamo volumi che non ci sono - o accentuiamo quelli che ci sono - quindi un marrone in ipotesi va bene. Che poi Obscure sia troppo caldo e troppo intenso è un'altra questione... (io uso il blush Taupe di Mac per intenderci... che decisamente è mooolto più chiaro) :)

      Elimina
    5. I volumi si creano con i chiaroscuri, ovvero creando punti luce e punti d'ombra, in modo che la superficie sia tridimensionale e non bidimensionale.
      Il nostro viso naturalmente ha delle ombre create dai nostri rilievi naturali. Pensa all'ombra che crea il nostro naso sul viso quando la luce è puntata in un certo modo. Il nostro viso può avere ombre anche molto scure. Ma questo non è il caso degli zigomi, perché come tu sottolinei, nessuna di noi naturalmente ha zigomi così sporgenti da sembrare la Jolie che fa Malefica. E proprio perché nessuna ha ombre così nette e forti sulle guance, è necessario usare un colore più tenue, non troppo scuro rispetto al nostro tono di pelle, che non faccia troppo contrasto. Non a caso spesso le mua usano ciprie di pochi toni più scuri rispetto a quello usato per fissare il trucco (per trucchi che devono essere apprezzati live, per il trucco fotografico il discorso è molto diverso perché le foto appiattiscono di molto).
      Le ombre come le luci hanno gradazioni diverse, dalle più tenui alle più forti. Proprio perché l'ombra che crea volume sugli zigomi è poco accentuata, bisogna usare colori adeguati. Non importa se uno li sfuma bene, perché tanto con le luci naturali si noterà che il colore è sbagliato. Provare per credere.

      Elimina
    6. Concordo pienamente.
      Ribadisco che il mio appunto era solo su "non abbiamo ombre marroni". Le ombre scure a cui tu ti riferisci si creano in particolari situazioni di luce e di posizione, ma sono tendenzialmente grigie (come tutte le ombre!!) e pensa a cosa succederebbe se ci mettessimo sul viso una bella passata di grigio per fare il contouring!! - Che poi, come dici tu, a livello di trucco fotografico magari usano anche il nero, ma è tutto un altro discorso.
      Il mio Taupe è un marrone, chiaro perché chiara è la mia carnagione, a sottotono freddo perché a sottotono freddo è la mia carnagione e perché tendenzialmente è più adatto per il contouring. Insomma ad essere incriminato secondo me non è il colore, ma la sua intensità e il suo sottotono.
      Obscure è caldo e intenso, anch'io lo trovo inadatto allo scopo.
      Paradossalmente (senza averlo visto dal vivo e basandomi su quello che posso percepire dalla tua foto) vedrei addirittura più adatto Camelot, usato con mano leggerissima e sfumato alla Eldrige ovviamente :)

      Elimina
  2. anche a me crinoline pareva più un ocra che un oro ma qualcuno mi ha 'smentito' senza avere neanche la collezione in mano ma avendo solo visto qualche foto fatta con chissà quale luce...mah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' ocra, è ocra. Chi le spara senza avere nemmeno avere le cialde davanti è fuori di testa.

      Elimina
  3. I colori della palette sono davvero carini ma penso di valutare l'acquisto solo dei matitoni doppi:) baci

    RispondiElimina
  4. Il look che hai realizzato mi piace molto, e trovo che in effetti questi colori ti donino particolarmente. La palette non convince neanche me, la vedo carina per un regalo natalizio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie. la palette intera sì, le cialde alcune sono interessanti a prescindere...

      Elimina
    2. Sì, intendevo la palette presa come accessorio ;)

      Elimina
  5. la palette mi piace sia di design che grafica e pure di colori ma so che non la userei spesso per cui evito l'acquisto ma è bellina sì

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, la prova di cosa si usa effettivamente è sempre importante per capire cosa comprare!

      Elimina
  6. Mi attira molto molto molto Crinoline, quindi ti ringrazio per il tuo look, così riesco a vederlo bene applicato! E non vedo l'ora di leggere il tuo post anche sul resto della collezione!

    RispondiElimina
  7. In effetti è troppo caldo ma...cavolo Ember quanto è bello!Secondo me insieme a Ego costituiscono gli unici due prodotti davvero interessanti della collezione:) Per quanto riguarda una guida al contouring for dummies...si si si!!:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ember <3 Ego <3 Sono i punti forti sul serio!

      Elimina
    2. Comunque ho comprato Ember, è il blush della vita, sul serio!*_*

      Elimina
  8. Volevo proprio una conferma che Ember fosse un bel rosso. Credo che lo prenderò, ma prima aspetto il post sui rossetti :*

    RispondiElimina
  9. Grazie per questo post <3
    Fortunatamente devo dire che, a parte ember, i colori di quest paalette non mi dicono proprio nulla. Su ember sono molto indecisa perchè di ombretti rossi ne ho e anche di blush, certo non con l'inci bello che ha questo di neve, però son prodotti che mi piacciono molto e che considero validi e quidi non vorrei prendere un qualcosa di troppo, ma ci penserò.
    Per il resto aspetto il post sui rossetti e sulle matite che sono i pezzi che più mi interessano di questa collezione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli altri colori sono abbastanza "neutri" nel senso che non sono né particolarmente belli né particolarmente brutti. Giusto Crinoline fa un po' la differenza. Ember è il vero punto forte.

      Elimina
  10. Non ho mai provato gli ombretti in cialda Neve, devo dire che questi non sembrano affatto male, anche come combinazione di colori...Anche per creare look diversi :)
    baciii

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me piace molto la combinazione di colori!

      Elimina
  11. Credo di essermi follemente innamorata di crioline! ♥ Aspetto con ansia il post sulle matite e quello sul contouring, visto che sono davvero imbranaterrima! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Crinoline è interessante, su carnagioni calde merita davvero

      Elimina
  12. Io ho deciso di prendere Crinoline ed Ember, mi hanno colpita appena li ho visti.

    RispondiElimina
  13. La palette è il pezzo della collezione che mi ha colpito di più fin da subito. Normalmente prediligo delle combinazioni di colori che io definisco 'autosufficenti', ovvero che diano la possibilità di creare un look completo, che sia da due, tre o quattro colori, che risulti armonico (per questo apprezzo così tanto le palette della Tilbury, qualità a parte) ma di tanto in tanto c'è una palette di ombretti con una combinazione più originale, borderline bizzarra, che mi colpisce e questa rientra di certo nella categoria. La trovo davvero stupenda <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo in tutto. Non capisco chi ha detto che è una palette con colori che non funzionano tra loro: funzionano eccome tra loro, ma la cosa bella è che funzionano anche da soli e anche usati in altri modi. Ecco perché mi sembra un buon prodotto.

      Elimina
  14. Ciao Takiko. Sono una silenziosa ma fedele seguace del tuo blog. B-) E' da un po' di tempo che cerco un ombretto rosso ed Ember mi attira molto, perché credo che starebbe bene sui miei occhi azzurri. Il problema è che sono alquanto impedita col make-up: non uso pennelli ma solo le dita, e da anni uso sempre gli stessi colori, ovvero marrone, rosa e oro. Credi che Ember sia un po' troppo impegnativo per me o che sia fattibile anche per me realizzarci un trucco? Lo posso usare da solo o rende meglio se usato con altri colori? Grazie per il sostegno e complimenti per il blog. *v*
    Ligeia

    RispondiElimina