19 novembre 2014

Tips&Tricks: come realizzo il contouring

Questo post necessita delle giuste premesse. Oltre a ricordare che non sono una professionista e che non ho mai fatto corsi, vi devo confessare che in fatto di contouring ho ragionato molto di testa mia, perché tutti i tutorial visti non mi sono mai stati sufficienti. O forse non li ho mai capiti, vai a sapere.
Alla fine ho sperimentato molto sul mio viso fino a ottenere l'effetto che mi piace. 

Ne segue, che quanto vi esporrò qui si adatta al mio viso, ma non è assolutamente detto che si adatti al vostro. Io ho la fortuna di avere un viso ovale piuttosto regolare e zigomi abbastanza evidenti di loro, non saprei assolutamente dare consigli a chi ha un viso diverso con problematiche diverse. Quello che posso farvi vedere è come io realizzo il contouring, proporvi quindi un metodo, che può fare al caso vostro o meno. 

Gli strumenti.
Per il contouring uso sempre gli stessi due prodotti da diverso tempo.



Ho provato diversi pennelli, ma quello che mi soddisfa maggiormente è il Blue contour di Neve cosmetics. I vantaggi sono molteplici: la forma si adatta perfettamente al mio zigomo e le setole sono compatte a sufficienza per non disperdere troppo prodotto, ma abbastanza morbide per poter sfumare e non avere linee dritte in faccia.
Come terra/bronzer uso Harmony di MAC. Che è un blush. Ho ponderato a lungo su che tipo di colore utilizzare per il contouring e alla fine ho preferito virare su delle tonalità "biscotto". Harmony è un rosa beige-marrone dal sottotono piuttosto bilanciato. Lo trovo molto naturale e si sfuma bene. Non sono certa saprei consigliare quale tonalità usare per non sbagliare, ma almeno per le principianti io sconsiglio di prendere ombretti marroni o tortora e improvvisare. Probabilmente è meglio partire da ciprie un po' più scure del nostro incarnato, onde evitare errori grossolani difficile da correggere, come mi fu suggerito ai tempi.

Dove.
Qui veniamo al punto dolente. Dove andare a fare il contouring?
Per prima cosa, secondo me è utile capire dove sia lo zigomo. Che sembra facile, ma non è così immediato. Invece di fare improbabili facce a pesce che vanno solo a deformare i vostri tratti (e quindi a rischiare di applicare i prodotti dove NON vanno messi), prendete il manico di un pennello non troppo cicciotto e fatelo scivolare verso il basso sulla vostra guancia fino a quando sentirete una sporgenza verso l'interno. Lì c'è lo zigomo.


Questo vuol dire che dovete andare ad applicare il prodotto lungo la linea creata dal pennello? Secondo me, sul mio viso, no.
Tutte le volte che ho assecondato lo zigomo così come è, mi sono ritrovata a sembrare solo smunta. L'effetto era tutt'altro che piacevole.
Ho quindi optato per un effetto più "liftante" se mi passate il termine, in cui vado ad alzare leggermente il mio zigomo.
In altre parole, individuata la sporgenza, io mi muovo da quel punto in su, fino a sbordare leggermente nell'area del blush. Praticamente prendo l'area che va subito sopra lo zigomo naturale, dalla sporgenza interna a quella più esterna dell'osso.



Bisogna fare molta attenzione, perché il contouring non dovrebbe andare oltre il centro della guancia (mentre il blush arriva fino alle gote, ma non sul naso!), altrimenti nuovamente c'è il rischio di sembrare troppo smunte. Nella foto qui sotto vi indico più o meno il punto "finale" del contouring. Oltre è meglio non spingersi (ma ricordatevi comunque di sfumare bene!).


Come applicarlo.
Io evito movimenti tipo avanti-indietro dritti. Preferisco sfumare mentre applico facendo movimenti circolari piuttosto ampi (ma senza uscire dalla zona dello zigomo). Il rischio maggiore con questa tecnica è di creare stacchi netti, quindi una volta individuata la zona in cui voler applicare la terra, trovo sia più sensato procedere subito sfumando, invece che creando linee, come a volte fanno vedere nei tutorial.
Qui sotto vi lascio una foto che mostra il confronto tra una guancia con contouring (alla vostra sinistra) e una no (alla vostra destra). Anche se non calco la mano, mi sembra che l'effetto si noti abbastanza.


Il blush.
Una volta realizzato il controuring, applico il blush partendo proprio dal bordo superiore tracciato con la terra. da lì inizio a sfumare lungo la sporgenza esterna dell'osso fino alle gote.


Vi lascio una immagine più esplicativa, in cui vi mostro le due zone in cui opero.


La zona 2 tratteggiata di nero è quella dove vado a realizzare il contouring, mentre la zona 1 in viola è quella del blush (la foto si può ingrandire se necessario). Come vedete le due aree vanno a sovrapporsi, e questo onestamente mi piace perché mi aiuta a sfumare e rendere più naturale il lavoro che sto realizzando con le polveri.

Infine, ecco una foto conclusiva dell'effetto finale.


Sicuramente non con questi suggerimenti non diventerete delle novelle Kim Kardashian, ma trovo che il risultato finale sia comunque gradevole e abbastanza "visibile".
Spero che questo post possa esservi utile in qualche modo. Al solito se avete dubbi o domande, lasciatemi un commento.

20 commenti :

  1. Ormai di un minimo di contouring non posso più fare a meno. Niente di troppo professionale tipo fondotinta di colori diversi e via dicendo. Anche io uso una polvere, un pennello e stop.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. idem anche io come la dama,d'altronde non avendo conoscenze professionali alla fine si sperimenta sul proprio viso e onde evitare pasticci si preferisce sempre la via più semplice,almeno per quanto mi riguarda.
      Ottimo post.

      Elimina
  2. Non avevo mai considerato il contouring come strumento "liftante", visto che non mi piace apparire smunta non lo faccio mai. provero' la tua tecnica che, anche se non sei una professionista, mi pare ottima e spiegata in maniera eccellente. La penso come te riguardo certe smorfie per mettere terra e blush, che solo deformano la faccia e, una volta tornate ad espressioni umane, ti fanno ritrovare i prodotti applicati dove non si dovrebbe.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille ^^
      Fare smorfie mi sembra proprio deleterio: dà poco controllo sulla zona in cui vogliamo veramente applicare il prodotto.

      Elimina
  3. Come ti ho già detto su facebook adoro il trucco occhi...è stupendo...che prodotti hai usato?
    Ma tornando al tema del post mi è piaciuto molto. Ovviamente ognuno devo provare sul proprio volto e trovare l'applicazione più adatta ma su di te questa è perfetta e resta comunque naturale.Io per esempio mi trovo benissimo con i pennelli a goccia per questo scopo. Sto usando una terra correttiva di Diego dalla Palma e mi piace ma Harmony lo sto puntando, mi tenta davvero parecchio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dato che non ho altro materiale pronto, facilmente venerdì faccio un post dedicato al look con tutti i prodotti che ho usato ^^
      se harmony ti tenta ti consiglio di chiedere alle mua di MAC di provartelo in viso. io ho fatto così e mi sono convinta in questo modo!

      Elimina
  4. Io trovo il contouring un gioco molto interessante, mi piace cambiare i tratti del volto per scoprire cosa può uscirne di nuovo :)
    Quello che faccio quasi sempre è il contouring al naso, mi accorgo come dalle foto si noti tanto la differenza. Comunque io mi trovo molto bene con Hoola di Benefit, la trovo davvero valida anche per una pallidina come me ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo guardarla la Hoola, ne ho sentito parlare spesso ma non l'ho mai swatchata!

      Elimina
  5. Io devo faticare di più per colpa della mia faccia rotonda - zigomi? cosa sono? - e ho trovato la pace utilizzando il pennello piccolo e quadrato.
    Per quanto riguarda il blush alterno Taupe di NYX,Harmony e il duo della signora Tilbury, sono entrata in un tunnel senza uscita...

    RispondiElimina
  6. Il mondo del contouring è un mondo in cui viaggio poco, non è ancora diventato step fisso come altri, ad esempio il blush. Quando lo faccio, noto ovviamente le differenze, ma ho sempre la paura di avere la strisciata, e, andando a sfumare, di ingrandire troppo l'area. Secondo me dipende dal pennello, anche io uso questo di Neve, ma penso che per il mio viso non vada bene, me ne servirebbe uno più piccolo. La forma mi piace però, ma continuo a preferirlo per il blush.

    Questo post è fatto molto bene, le foto sono super esplicative!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. All'inizio anche io avevo un sacco di paure: che fosse troppo evidente, fosse troppo poco sfumato... Ma poi ci ho preso la mano ed è diventato uno step che faccio con piacere.
      Potrebbe piacerti il blush brush di Elf allora, linea studio!

      Elimina
  7. Io seguo le tue stesse linee guida. Ho il viso più rotondo, ma la fronte bassa. Ne consegue che non ne uso sulle tempie (e sinceramente l'effetto mi estranea alquanto anche sugli altri XD), ma lo uso sotto lo zigomo nella maniera che hai elencato tu e leggermente tra il collo e la mascella per assotigliare-nascondere- il doppio mento :D
    Io non faccio la faccia a pesce, ma ormai, sapendo dove devo fare contouring, faccio una faccetta scema che mi enfatizza i "buchetti" degli zigomi che normalmente non si vedono :D
    Harmony mi piace moltissimo come tonalità *_*

    Utilissimi i tuoi tip & tricks, lo sai che mi piacciono molto ;)

    RispondiElimina
  8. Grazie per questo post, non avendo mai provato i tuoi consigli mi sono utilissimi!
    A volte nei tutorial che vedo in giro sembra che ci si riferisca a un trucco da teatro, pesantissimo, mentre i tuoi consigli mi sembrano più portabili e adatti anche a un look leggero da ufficio...
    Mi chiedevo se il trucco, e in particolare il contouring, debba tener conto della pettinatura... quando lego i capelli e lascio scoperto il viso le ombre sono un po' diverse rispetto a quando li lascio sciolti che coprono le tempie (confesso che in questo secondo caso curo molto meno il trucco ai lati del viso ehm ehm)

    Grazie ancora per il tuo lavoro prezioso!
    Marghe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ^^
      Secondo me può fare la differenza, ma solo se si passa dal capello raccolto tipo chignon a quello sciolto. Credo che con un capello raccolto certi visi sembrino troppo lunghi o troppo rotondi e allora sia necessario "sistemare" un po' con il contouring, mentre i capelli possono sopperire senza troppi problemi.

      Elimina
  9. Vorrei stampare questo post ed attaccarlo allo specchio del bagno, in vista di futuri contouringXD

    RispondiElimina
  10. Quando ho ricominciato a interessarmi di make up, guardando qualche video e leggendo blog qui e la, sembrava che il contouring fosse assolutamente necessario. Quindi ci provavo. Ora come ora non lo faccio (quasi) mai. Ho troppo poco tempo sia la mattina sia prima di uscire la sera (poi io sono una persona leeeeeenta, molto leeeenta..). Faccio un po' di contouring solo d'estate, quando applico la terra al posto del fondotinta: uniformo leggermente l'abbronzatura e intanto calco un pochino nei punti in cui voglio più "ombra". Tutto il resto dell'anno se proprio proprio sento la necessità di un viso più definito prendo un blush biscotto-rosato e lo applico nella zona intermedia tra quelle che hai evidenziato tu. Sembra una pessima idea ma in realtà funziona.

    RispondiElimina