27 dicembre 2014

My Favourite Pamper Products - Winter holiday edition

Forse potevo risparmiarmi l'accesso "seasonal" del titolo, perché di fatto non ho una pamper routine quotidiana ma solo quella delle grandi occasioni e - inquietantemente - è sempre la stessa.
Ma la cosa più inquietante, è che possiede step che probabilmente la maggior parte di voi gestisce quotidianamente o almeno con una frequenza maggiore della mia.
Sento che questo post sarà un fail ancora prima di partire.


A cosa servono i giorni di vacanza post- Natale? Essenzialmente a riprendersi.
Ieri ho deciso di prendermi la giornata per farmi un trattamento tipo spa casereccio, all'insegna del completo relax (oltre che al finire gli avanzi del pranzo di Natale).
Per prima cosa, fondamentale per questo percorso di vizio e relax, bisogna scegliere l'atmosfera giusta. Io l'ho creata con la Yankee candle Snow in love, la mia preferita in assoluto, e una compilation dedicata a Debussy. Sembrano dettagli, ma vi assicuro che fanno la differenza. Ho anche inserito un libro - per quei momenti vuoti in cui non si sa che fare. Ne ho scelto uno completamente a caso.
Grazie a Daniela di Shopping&Reviews ho finalmente avuto modo di provare la mia prima ballistica di Lush (non la vedete nella foto, chissà perché? indizio: si è sciolta completamente). In particolare ho scelto di utilizzare Sparkler, che nonostante il colore giallo profumava di rosa. Sarò onestissima, pensavo che questi cosi fossero delle prese in giro costose, ma devo almeno parzialmente ricredermi. Non è una cosa che farei tutti i giorni, perché il loro costo è assurdo (anche facendole a pezzi, cosa che può funzionare fino a un certo punto), ma hanno un loro perché quando ci si vuole viziare o ci si vuole rilassare. Il profumo che creano è veramente intenso, l'aspetto cromatico dell'acqua colorata non indifferente e ho notato la pelle più morbida quasi immediatamente (immagino grazie agli olii). Inoltre ho finalmente la conferma che i brillini di questi cosi non ti si appiccicano addosso, uno dei miei più grandi crucci evah quando le vedevo nelle botteghe.
Nel mentre applico e lascio agire una maschera nutriente sui capelli. Dopo aver fatto qualche esperimento casereccio, ho deciso di darmi al pronto da usare. La mia scelta definitiva è caduta su questa piccola meraviglia di Biofficina toscana, la maschera balsamica ristrutturante. So che molte la usano come semplice balsamo, ma su di me è troppo in tutti i sensi (a meno di non avere bisogno di moltissima idratazione, come per esempio dopo giornate passate al mare). Preferisco usarla come maschera e poi lavarla via con del semplice shampoo (spesso non metto nemmeno del balsamo dopo, se lo shampoo è sufficientemente delicato).
Dopo il bagno mi sono coccolata con la crema dal profumo più divino del creato (se vi piacciono i gusti dolci), la Soufflé Body Crème alla Crème Brûlée di Laura Mercier. Non so quale sia l'inci di questa crema e nemmeno mi interessa. Ogni volta che la uso la pelle è morbidissima e rimane profumata anche un giorno intero. La consistenza è molto morbida (il riferimento al soufflé non è fatto a caso) e si assorbe in fretta. Inutile nascondere il fatto che è costosissima, almeno per le mie modeste finanze. Il mio consiglio è - come feci io ai tempi - monitorare il sito di SpaceNK durante i periodi di saldi (come questo preciso momento in cui sto scrivendo): qualche cofanetto viene sempre scontato a prezzi interessanti.
Dopo il bagno mi sono dedicata al viso. In inverno, la pelle del mio viso tende a diventare secca e spenta. Ho trovato una buona soluzione nella maschera all'argilla rosa di Cattier, che lascia la pelle luminosa e morbida. Mi piace molto perché è incredibilmente semplice e ha un prezzo veramente onesto (in Francia), e comunque risulta efficace. Mentre aspetto che la maschera faccia effetto, dato che da buona miope mi è precluso fare qualsiasi altra cosa oltre che stare ferma a guardare il soffitto, ne approfitto per far riposare anche gli occhi. Applico un po' di idrolato al fiordaliso di Sanoflore su dei dischetti di cotone e li appoggio sugli occhi per cinque minuti (ovvero finché resisto a stare ferma). L'effetto è davvero immediato: sgonfia le occhiaie, lascia gli occhi più freschi. Dopo aver lavato via la maschera, utilizzo la mia solita crema idratante e un contorno occhi. Evento storico: è raro che io usi un contorno occhi perché essenzialmente mi dimentico la loro esistenza. Ho scelto (di rubare a mia madre) il contorno occhi All about eyes di Clinique, e devo dire che capisco l'amore folle che molte persone hanno per lui. E' incredibilmente leggero, ma allo stesso tempo sembra idratare tantissimo. Non oso guardare l'inci perché non credo che un effetto tale si possa ottenere senza scomodare a chimica (e per me non rappresenta un problema), ma il risultato è davvero fenomenale.
Ultimo step: la manicure. La mia crema mani preferita in assoluto è questa di Paul&Joe. Oltre alla confezione adorabile, il prodotto è veramente notevole: profumato, leggero, di assorbimento quasi immediato e molto molto efficace. E incredibilmente: per una volta l'inci è buono, anzi, più che buono. La potete trovare facilmente su Asos (qui, prezzo competitivo e trousse compresa nel prezzo).

Questi sono i miei pampering products, per rilassarmi e viziarmi. Quali sono i vostri? Cosa avete usato per "riprendervi" dallo stress - innegabile - di Natale? 

28 commenti :

  1. devo provare la maschera per la pelle secca... mi sto rendendo conto di quanto la mia pelle abbia bisogno di idratazione... per non parlare del contorno occhi... che non curo per niente!!!! sono una pessima persona, lo so! ;) per quel che riguarda la maschera per capelli, però, mi faccio bastare una di omia laboratoires all'aloe... non mi trovo male, ha un buon profumo e qualche giovamento lo vedo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche io mi curo poco, ehm. ecco perché mi sto forzando ad avere una routine. non so per quanto potrò vivere di rendita dell'età giovane XD

      Elimina
  2. Fra questi prodotti quello che sicuramente proverò è la maschera Biofficina, credo possa essere molto funzionale per i miei capelli *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se hai problemi di crespo o di secchezza, assolutamente!

      Elimina
  3. Snow in Love è la mia candela natalizia preferita e la maschera balsamica la uso allo stesso modo, ovvero come una sorta di impacco.

    RispondiElimina
  4. Adoro la maschera di Biofficina! Onestamente quest'anno devo più riprendermi dal lavoro intenso che dal Natale in sè e ahimè non ho avuto ancora tempo di dedicarmi a ciò ma lo farò presto :)

    RispondiElimina
  5. ho appena trovato la maschera da te menzionata su Mondevert... chissà quanto mi credevo che costava... invece... mi sa proprio che la prendo! hai altri siti se no da consigliare?!??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no, purtroppo. io l'ho presa al supermercato in francia...

      Elimina
    2. Seguendo un po' i tuoi consigli mi son fatta portare dalla Francia un blush carinissimo della bourjois e il bronzer della stessa marca (a forma di tavoletta di cioccolata!). Ora devo sol seguire i tuoi consigli sul contouring per far uscire due zigomi dal mio faccino!!! :-)

      Elimina
  6. bella la tua routine! io, quando proprio voglio esagerare, mi metto un po' di olio di semi di lino sui capelli prima dello shampoo, mi metto una supermaschera idratante (una a caso) e sciolgo un semplice cuoricino aquolina (credo sia olio) nell'acqua della vasca. Manicure d'obbligo, con uno smalto bianco o colorato e un po' di crema per le mani (quello che trovo in casa). mi interessa la crema contorno occhi di clinique perhé avvicinandomi a una certa età sento maggior bisogno di idratazione. buone feste!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io avevo provato con gli oli ma su di me sono davvero troppo e o me li seccano o me li ingrassano ._. questa maschera la trovo decisamente più facile da gestire XD

      Elimina
  7. La mia pamper routine è passare dal letto al divano in pigiama o tutone per tutto il giorno di Santo Stefano. Beh anche i giorni seguenti (tipo oggi).
    Vale? ;)

    RispondiElimina
  8. Quella maschera di Biofficina la amo in tutti e due i suoi ruoli. Ma solo io nella mia miopia quando ho la maschera faccio cose e le faccio male e ogni volta mi maledico? XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahhaha quando metto la maschera mi costringo a stare a letto XD

      Elimina
  9. Ogni volta che passo dalla Rinascente annuso i prodotti, e in particolare le creme, di Laura Mercier e ogni volta me ne innamoro. ciao, gaia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh, hanno dei profumi meravigliosi!

      Elimina
  10. La mia pamper routine post natalizia è piuttosto scarna: doccia con un doccia crema al riso di bjobj e fiumi d'acqua bollente, dopodiché scrub all'arancio e cannella di so'bio e infine una crema al dattero del deserto di delidea. Sul viso una maschera al riso e cacao fatta in casa, e il solito trattamento tonico/crema di sempre. Per i capelli non faccio nulla di speciale, men che meno le mani XD ma mi attrezzero per le candele e proverò la balistica, prima o poi....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prova prova <3 Secondo me sono dei bei passaggi per coccolarsi al meglio!

      Elimina
  11. Io una volta a settimana mi concedo qualche coccola in più: maschera all'argilla per il viso (la cambio sempre, attualmente ne sto usando una di Neutrogena), impacco sui capelli con maschera alla macadamia e olio di macadamia, scrub corpo de I Coloniali oppure di Delidea e poi olio sulle cuticole e cambio smalto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io dovrei iniziare a usare l'olio per le cuticole...

      Elimina
  12. Questo post è una coccola in sé.
    Silvia

    RispondiElimina
  13. Leggere questo post mi fa venire voglia di coccolarmi perchè per ora non l'ho ancora fatto. Ora mi sa che mi alzo e vado a farmi una maschera con argilla e miele. Sìsì, vado subitissimo.

    RispondiElimina
  14. La crema di Laura mercier deve essere qualcosa di veramente favoloso..

    RispondiElimina