27 aprile 2015

The perfect match #2 Cream blush

Secondo capitolo di questa saga che va a cercare le "coppie perfette", quei prodotti che sembrano stati creati per essere usati in combo. Qualche settimana fa avevo scritto il primo post, riguardante gli eyeliner in gel che potete recuperare qui.

Questa volta mi ritrovo a parlare di blush in crema, una tipologia di prodotto che ho scoperto molto tardi. In generale, i blush li ho scoperti abbastanza tardi perché per un periodo non propriamente corto vivevo nell'assoluta convinzione di non averne bisogno. Evidentemente allo specchio guardavo un'altra persona. La consapevolezza di sé e di come siamo è qualcosa che prende tempo, inevitabilmente, ma questo episodio me ne dà sicuramente la conferma.
Il mio grande timore con i blush in crema (ma all'inizio con i blush in generale) era quello di non sfumarli adeguatamente rischiando di fare la macchia di colore. In realtà, dipende sempre da prodotto a prodotto, perché non tutti i blush in crema sono incredibilmente pigmentati e anche al texture ha il suo peso da considerare. 


Di solito il mio metodo preferito era con le dita, scaldando il prodotto e poi andando ad applicare. Questo metodo si è rivelato totalmente inadeguato quando mi sono confrontata con i Convertible Color di Stila, pigmentatissimi e ipercremosi. Anche il colore da me scelto - Tulip (che è proprio il colore della sua scatola, quindi non avete bisogno di descrizioni ingegnose) - non era semplicissimo da gestire. Una volta sfumato l'effetto guance rosse sane e fresche è garantito, ma per arrivare a quel risultato bisogna saper sfumare in maniera appropriata un prodotto molto molto scrivente. Improvvisamente trovare un pennello che dosasse e sfumasse adeguatamente il prodotto è diventata una priorità.

Dopo lungo cercare e provare, sono tornata ai classici pennelli duo fibre, in quanto morbidi e piuttosto radi. Che siano la tipologia di pennello preferita per questo tipo di prodotto non è una novità, tuttavia non tutti i duo fibre in commercio sono buoni e funzionanti allo stesso modo. Spesso sono ispidi e ruvidi, altre volte si rovinano facilmente... 
Dopo uno lungo ragionare e il fortunato giro da Melissa, ho deciso di rimanere fedele alla marca Real techniques acquistato lo Stippling brush, un pennello duo fibre dalla sezione circolare, molto morbido e denso al punto giusto.
Appena questi due prodotti si sono incontrati, è stato amore, ne sono certa. L'applicazione è diventata semplicissima e immediata, con un risultato finale veramente meraviglioso.
Per farvi capire quanto sia pigmentato il blush Stila, vi posso dire che mi basta sfiorare (senza strofinare) lo Stippling brush sul prodotto per avere la quantità giusta da poter lavorare sulle guance. In generale credo che questi Converible Color siano i migliori blush in crema mai provati e li consiglio senza remore a chi ha una passione per questa tipologia di prodotto: ne vale veramente la pena.

Concludo con qualche informazione utile su dove acquistare i prodotti. I Real techinques ormai hanno alcuni rivenditori fisici (a Torino di sicuro Melissa) e vengono venduti da diversi siti online (come per esempio BBcream italia). Stila purtroppo è di reperibilità meno immediata. Io acquisto i prodotti Stila su Asos (qui) ma purtroppo la gamma non è molto ampia e spero vivamente che prima o poi arrivi in Italia per vie meno traverse. 

9 commenti :

  1. Anche io mi trovo molto bene con quel pennello, come hai detto tu ha le setole dense al punto giusto per stendere il blush in crema!! Mi trovo molto bene con il blush Stila, ne possiedo uno, e preferisco usarlo come blush che come "rossetto".
    Il mio l'ho acquistato sul sito BeautyBay!! :)


    Baci,
    Franci

    RispondiElimina
  2. Quel blush è stupendo! Son rimasta incantata dagli swatches online. Anche il pennello RT, lo è. Secondo me sono un'accoppiata vincente :)

    RispondiElimina
  3. Meravigliosi questi blush Stila... Prima o poi cederò! I pennelli della Tecniques sono bellissimi. Io ne ho solo due ma li adoro. Amo tanto i blush in crema: ne ho uno della revlon e due della kiko, vanno dal rosa intenso all'arancio tenue ma sono abbastanza naturali. Anch'io pensavo non mi servisse il blush ma mi sono rapidamente ricreduta!

    RispondiElimina
  4. Ho lo stippling e mi piace, non l'ho mai provato per i blush cremosi e mi sa che un tentativo lo farò ;)
    :*

    RispondiElimina
  5. Silvia Edel Jungfrau28 aprile 2015 13:51

    Sapevo che con lo stippling brush ti saresti trovata da dio con i blush! *___*

    RispondiElimina
  6. Ho preso quel pennello da poco e ammetto che me ne sono innamorata alla prima prova con i blush in crema....quel blush poi deve essere meraviglioso, il colore è spettacolare....

    RispondiElimina
  7. Non ho nè quel pennello nè il blush in questione però, tendenzialmente non amo molto i blush in crema, essenzialmente perchè li trovo un po' meno pratici e immediati di quelli in polvere...però mai dire mai, si fa sempre in tempo a cambiare idea.

    RispondiElimina
  8. Io avevo questo pennello e l'ho eliminato perché si stava rovinando, inizialmente lo utilizzavo per il fondotinta poi ho provato con il blush in crema ed effettivamente è molto valido per quell'utilizzo; ora per applicare il blush in crema uso il Crimson Diffuser di Neve che mi è stato regalato, ma non mi entusiasma.

    RispondiElimina
  9. Anche per me ormai da anni è IL pennello per i blush in crema. Mi si erano anche staccate le setole dal manico visto che sono delicata nel lavaggio, ma con un po' di attack è tornato come alle origini.

    RispondiElimina