09 ottobre 2015

Fushimi Inari Taisha (伏見稲荷大社) - Kyoto 2015

Sono arrivata. O meglio, sono arrivata sana e salva una settimana fa.
Ambientarmi non è stato facile. Oltre ad essere il primo periodo all'estero così lungo della mia vita, questo è anche il luogo più lontano in cui abbia mai messo piede. Ed è lontano, lontano in tutti i sensi. Lo shock culturale è stato forte, e anche se tante cose le sapevo, ne imparo di nuove ogni giorno.
Purtroppo tutto è stato complicato da circostanze non facili a cui non ero (abbastanza) preparata. Ma mi sto ambientando, mi sto facendo forza e sto andando avanti.
La vita in questo paese non è facile, non è difficile. Direi che è diversa, e va affrontata un giorno dopo l'altro.

In questa settimana sono riuscita a iniziare a girare la città, partendo in maniera scontata, da uno dei luoghi più caratteristici di Kyoto, il santuario Fushimi Inari. Il santuario shintoista è dedicato al kami Inari, divinità giapponese della fertilità, del riso e dell'agricoltura. Si tratta di un lungo percorso fatto di centinaia di migliaia di torii in successione, fino a creare dei sentieri magici. Il santuario parte alla base di una montagna chiamata anch'essa Inari, che si erge fino a 233 metri dal livello del mare. Salendo per gli intricati sentieri, si trovano altri santuari minori.
Importante presenza quella delle kitsune, le volpi, considerate messaggeri e che si trovano spesso nei santuari dedicati a Inari.
Si sale molto. Cioè, molto sul serio. E mentre voi camminerete completamente sfatte di sudore e stanchezza, la donnina giapponese di mezza età vi sorpasserà con andatura da carro armato che vuole invadere la Polonia.
Nonostante la fatica, rimane un posto magico che consiglio di fare una volta completamente da soli. Prendetelo come un momento di riflessione e di pace interiore. Ne vale veramente la pena.
Altro consiglio: evitate la domenica, evitate i giorni di sole forte. In questo modo eviterete i turisti della domenica (letteralmente) e di avere foto pessime del luogo.

Giuro che il prossimo post sarà più sostanzioso di contenuti.









Nessun commento :

Posta un commento