02 febbraio 2016

Hourglass Ambient Lighting Powder: A Quickie Review

In un mondo dove la gente ormai usa Instagram per capire se comprare un prodotto o meno (wtf) o chiede review personalizzate in gruppi privati su Facebook in cui la risposta media è "comprarlo è bellissimo" anche da parte di gente che non ha capito di cosa si stia parlando, c'è da chiedersi quale sia il futuro dei blog. Che sia un futuro gramo nessuno lo mette in dubbio, ma sono una di quelle che crede fortemente nel potere di auto-reinventarsi. 
La gente vuole immediatezza?
Proviamo allora un nuovo format: review brevi, ma che vanno subito al sodo, senza troppe digressioni sulla mia esperienza troppo personale, per soffermarci unicamente sulle caratteristiche che possono servire a chiunque per farsi una idea del prodotto.

Cominciamo con un prodotto che desta sempre curiosità, probabilmente anche a causa del prezzo tutt'altro che modesto, la Ambient Lighting Powder della Hourglass, che io possiedo nella tonalità Dim light.


Questo prodotto ha completamente ridimensionato la mia idea di cipria, facendomi capire sul serio la questione del "finish" del viso a trucco completato. Prima di lei la cipria per me doveva opacizzare, doveva fissare il trucco, doveva aggiungere colore... insomma, tante cose che questo prodotto - a dire il vero - non fa o non fa al meglio (per esempio fissa abbastanza bene il trucco, ma non opacizza affatto). Ecco perché durante le prime applicazioni sono rimasta visibilmente perplessa.

La Ambient Lighting Powder della Hourglass va a "sistemare" il finish del trucco del viso, rendendolo più naturale, più luminoso, più sano. L'effetto magari non si nota subito, ma quando sarete fuori e vi guarderete nello specchietto da borsetta, vi sembrerà quasi di non essere truccate, ma allo stesso tempo di avere la pelle naturalmente perfetta che naturalmente non avete affatto.

La texture di questa cipria è incredibilmente impalpabile: praticamente è come non sentirla e sul viso rimane leggerissima. Non a caso, per chi ha bisogno di qualcosa che opacizzi, si può usare sopra un'altra cipria per sistemare il finish. Io ho provato e funziona perfettamente senza creare un effetto cakey o comunque troppo polveroso.
Non ha brillantini o cose analoghe, non è nemmeno troppo shimmer come alcune ciprie illuminanti. L'effetto è molto molto naturale e molto delicato. Non rischiate di andare in giro a sembrare delle palle da discoteca, ma la pelle sembra sul serio più luminosa.

I colori sono la parte più complessa di questo prodotto, perché bisogna valutarli con occhi diversi rispetto al solito. Non si deve cercare un colore che sia simile a quello della nostra pelle, ma bisogna sceglierlo in base all'effetto che vogliamo ottenere. In generale i due colori più facili da gestire (e su cui è il caso di orientarsi all'inizio) sono la Diffused light e la Dim light. Io possiedo quest'ultima anche se è stata scelta per me (l'ho ricevuta in regalo) perché ritenuta più adatta al mio viso e alla mia carnagione (per esempio pur essendo chiara io tendo ad abbronzarmi parecchio d'estate). 

Oltre al finish luminoso, noto un effetto "blurred", ovvero sfumato. In altre parole, va a minimizzare rossori e imperfezioni (come i pori della pelle).
Il risultato finale è proprio quello promesso, di pelle luminosa, fresca, naturale.
L'effetto opacizzante è minimo, soprattutto se avete problemi di lucidità: meglio fare affidamento su un'altra cipria da indossare sotto la Ambient Lighting Powder. Il trucco lo fissa, ma ovviamente non fa miracoli e dipende sempre dal tipo di trucco che usate e dal tipo di pelle. Non aggiunge colore quindi dovete lavorare meglio con il fondotinta in caso abbiate bisogno di maggiore coprenza.

Il prezzo secondo me è l'unico grande difetto di questo prodotto. In Italia queste ciprie costano 52 euro e la loro reperibilità fisica è piuttosto scarsa (di sicuro la vende la Sephora al Brian and Barry a Milano, ma mi sfugge se esistano altri punti vendita sparsi in Italia, nel caso fatemelo sapere nei commenti). C'è comunque da sottolineare che la quantità di prodotto dentro queste confezioni è veramente tanta (10 grammi), ergo non la finirete sicuramente in un anno...
So che da poco sono uscite alcune versioni "prova", ovvero delle mini size a 25 euro nella Sephora di Via Vittorio Emanuele sempre a Milano. Potrebbero essere una buona soluzione per testare il prodotto. 
Se riuscite ad aggirare questo scoglio io la consiglio senza remore. Sono certa che la comprerò non appena sarà terminata perché ormai non ne posso più fare a meno.

E voi avete mai provato questo prodotto? Fatemi sapere le vostre impressioni con un commento!

Nessun commento :

Posta un commento