02 marzo 2016

Nabla cosmetics Magic Pencil, from Light to Dark

Qualche settimana fa, ho avuto modo di ricevere le nuove tonalità della matita occhi Magic Pencil di Nabla Cosmetics. Dopo circa un anno dalla comparsa della prima matita nella tonalità Nude, il range di colori è stato ampliato con una matita più chiara Light Nude e una più scura Dark nude in modo da venire incontro a diverse esigenze e carnagioni.
Le matite si possono acquistare sul sito ufficiale di Nabla cosmetics o nei rivenditori fisici del marchio. Il loro prezzo è di 7,5 euro per 1,2 grammi di prodotto.

Il post sarà molto breve, perché avevo già recensito in passato la tonalità Nude e le mie opinioni non sono cambiate.


Parto con il premettere che le mie impressioni sul prodotto non si sono spostate di una virgola rispetto a quanto detto un anno fa per la Magic Pencil Nude, e che potete recuperare nel post che gli avevo dedicato qui.
Per farla breve, è una matita che dove la metti sta. Letteralmente, levarla via è difficile, non si sposta nemmeno con la forza bruta. Questo la rende una matita perfetta per la rima interna, ma molto meno utile per creare punti luce che necessitano di sfumatura (vedi sotto il sopracciglio). Il periodo di tempo in cui questa matita è lavorabile è - a mio parere - troppo ridotto per poter fare un lavoro di sfumatura corretto. Va meglio se usata per creare punti luce per esempio nell'angolo interno dell'occhio, dove la sfumatura è meno necessaria, ma ritengo che la sua funzione principale debba essere nella rima interna dell'occhio.

Le caratteristiche rimangono invariate: morbidissima, iper-pigmentata, scorrevole. Waterproof sul serio.
Sono molto felice che Nabla abbia deciso di ampliare le tonalità a disposizione, in modo da venire incontro a persone con carnagioni diverse ma anche con esigenze diverse. Forse vi sorprenderà ma pur essendo più in linea con la tonalità Nude (sono una Light-Medium), mi trovo molto molto meglio con la Dark nude. Non amando troppo la rima interna chiara, preferisco un tono che la pulisca ma senza schiarirla troppo, creando quindi un'aria pulita senza esagerare con il contrasto. Per chi vive una situazione analoga alla mia (ovvero, con un rapporto non propriamente roseo con le classiche matite nude da rima interna), vi consiglio di sperimentare la Dark nude, potrebbe stupirvi.


La differenza tra le tonalità è evidente. 
La mia unica raccomandazione, come anticipavo prima, è di valutare non solo la vostra tonalità di pelle ma anche le vostre esigenze e la vostra necessità di "contrasto". In base a quello, potrebbe fare al caso vostro una matita più scura o più chiara.

Concludo questo breve post con un suggerimento per l'azienda. Io adoro questo tipo di matita perché credo che una formula del genere sarebbe PERFETTA come eyeliner soprattutto per un pubblico di principianti o che vogliono un effetto più delicato del classico eyeliner liquido. Inoltre, questa formula incredibilmente resistente, si presterebbe meravigliosamente, così come la sua scorrevolezza. Esistono già prodotti del genere in fascia high end, sarebbe bellissimo vedere qualcosa di simile a un prezzo più friendly. Il mio suggerimento è quindi di ampliare la linea con altri colori, da nero a colori più vivaci che sarebbero perfetti per la stagione primaverile-estiva (tanto più che è incredibilmente waterproof). Pur non amando le matite, penso che ne farei scorta per una vita...

Nessun commento :

Posta un commento