19 settembre 2016

Neve cosmetics collezione Mutation: prime impressioni, swatches, comparazioni (ombretti & matite occhi)

Per l'uscita della nuova collezione autunnale, Mutation, Neve cosmetics mi ha omaggiata in anteprima di tutti i prodotti che ne fanno parte, per un totale di sei matite occhi, sei ombretti e quattro matite labbra. Insomma, una collezione davvero ricca! La collezione è già disponibile online, attualmente con una promo lancio del 15% di sconto su tutti i prodotti.
Come al solito ho deciso di rendere la review meno pesante, dividendo la parte occhi (e guance, nella collezione c'è un blush) e la parte labbra in un post a seguire. Se tutto va come deve andare, vedrete tutto entro il weekend.
Al solito qualche dato tecnico. Le matite occhi Pastello costano 4,80 euro l'una, mentre le cialde (ombretti e blush) costano 4,20 euro e la palette vuota personalizzata della collezione costa 5,90. Tutto si trova sul sito e nei rivenditori fisici di Neve cosmetics.

Iniziamo che c'è tanto da dire e tanto da vedere.


Per prima cosa, vorrei occuparmi delle matite occhi perché questa collezione vede ben sei colorazioni nuove, alcune delle quali sono veramente interessanti. 


Distortion viene descritto come prugna intenso a sottotono porpora. Tende molto al rosso, quindi attenzione per chi ha gli occhi che tendono ad arrossarsi molto (nel caso, da evitare). Un colore veramente autunnale, molto intenso e molto bello. Non avevo matite occhi del genere e credo sia abbastanza originale, rispetto anche al resto della collezione delle Pastello di Neve. 

Paradox viene descritto come un grigio plumbeo dal sottotono verde. Effettivamente è un colore difficile da catturare, perché ha questa base verde (bottiglia?) davvero inaspettata, che rende la tonalità meno piatta. Anche in questo caso ci troviamo di fronte a un bel colore autunnale, ricco e intenso. Ottimo per chi cerca la classica matita scura che non sia nera e che non scada nel banale. Soprattutto per giocare con il colore degli iridi!

Serendipity è un turchese acquamarina chiarissimo, acceso e totalmente opaco. Avete presente il classico colore "latte menta pastello"? Ecco, è proprio lui. Lo avrei visto meglio in una collezione estiva o primaverile, piuttosto che in una autunnale, ma ciò non toglie che il colore sia assolutamente spettacolare. Per me è uno dei pezzi forti della collezione. Come usarlo? Oltre che per dare colpi di colore a trucchi nude o scuri, lo trovo perfetto per creare doppie righe di eyeliner (come qui).

Reversal è un lilla chiarissimo, iridescente. Bello come punto luce, anche in questo caso lo userei volentieri per giocare con l'eyeliner. 

Illusion è un albicocca fluo chiarissimo. Anche in questo caso, lo avrei visto meglio in una collezione primavera o estate, piuttosto che in quella autunnale. Rimane comunque un colore molto originale, da usare come Serendipity (che però è più bello): giochi di contrasto, tocchi di colore, doppio eyeliner in combo con il classico nero. 

Opposite è un malva freddo intenso, quasi rosa antico su base grigia. Colore sicuramente autunnale, che a primo impatto mi piace tantissimo, ma che non capisco fino in fondo. Se è un colore che stavate cercando, prendetela, altrimenti valutate bene perché non è un colore semplicissimo da usare sugli occhi senza sembrare smortine (su di me è un no).


Ho provato a comparare alcune matite con colori simili in mio possesso, ma non ci sono dupes. Serendipity non è uguale a Intro(vert) di Marc Jacobs: non solo il colore è diverso (Serendipity è più pastello, mentre Intro(vert) è proprio verde acqua), ma anche il finish lo è (Serendipity è completamente opaca, Intro(vert) è leggermente shimmer).
Illusion non è la classica matita nude da rima interna, ma proprio un pesca fluo. Per questo motivo non sono certa di come si potrebbe comportare nella rima interna (come nude). Su di me non funziona, ma io ho una certa allergia per questo tipo di prodotto. Il confronto con le Nude pencil di Nabla è evidente. Meglio pensarla come una matita colorata a tutti gli effetti.
Distorsion e Opposite sono molto diverse da Pianeta, altra matita Pastello di Neve uscita con una vecchia collezione (qui la review). Pianeta è molto più fredda e accesa, mentre Distorsion e Opposite hanno entrambe un sottotono grigiastro che le rende molto più adatte all'autunno.


Human viene descritto da Neve come un rosso sequoia dal finish vellutato e sottotono marsala (ovvero, caldo, tendente al borgogna-marroncino). Un colore perfetto per l'autunno, da usare su tutto l'occhio con un po' di marrone scuro opaco sulla piega per uno smokey intenso. Mi piace molto e credo che sia una tonalità su cui puntare, soprattutto addentrandoci nei mesi più freddi. Penso si adatti praticamente a chiunque, ma fate sempre attenzioni agli occhi arrossati! Ottima qualità: pigmentazione, morbidezza del colore, sfumabilità.
Grenadine di Nabla è praticamente un suo dupe, anche se Human risulta ancora più caldo, mentre Grenadine leggermente più freddo. 


Ufo viene descritto da Neve come borgogna metallico. Sicuramente è l'altro pezzo forte della collezione. Rispetto a Human (e al suo fratello Grenadine) è più scuro, più intenso, meno rosso. Ha una nota vinaccia tendente al viola abbastanza spiccata, che è quello che lo rende diverso dal suo fratello Daphne 2 di Nabla, che al contrario è veramente un borgogna che tende leggermente al marrone. Un altro colore perfetto per l'autunno, da usare per smokey ancora più intensi, anche da solo con un po' di matita nera per definire l'occhio. Ottimo anche come eyeliner su trucchi nude. Insomma, un colore versatile che dona praticamente a chiunque.
Anche in questo caso la qualità è ottima, sia a livello di pigmentazione che a livello di sfumabilità. Si lavora veramente facilmente.


Robot è un grigio opaco dal sottotono taupe. Risulta meno freddo e più scuro di Fossil di Nabla, e più freddo di Wild Side sempre di Nabla. Credo che qualcosa di simile possa esistere negli Elegantissimi di Neve stessa (che però non possiedo) o nelle varie Naked basic di Urban Decay. Detto questo, un colore di transizione tendenzialmente medio e neutro (non troppo caldo, non troppo freddo) fa sempre comodo, anche se personalmente, visti gli altri ombretti della collezione, avrei puntato su qualcosa di leggermente più caldo.
Buona qualità: sfumabile senza fare chiazze di colore. Pigmentato quanto basta per un colore di transizione. Opaco, senza troppi sfarinamenti.


Future è un lilla pastello. Per me è la versione opaca (completamente opaca) di Calypso di Nabla. Il tono è molto simile, anche se non identico. Un lilla freddo, che però non tende al rosa ma al violetto. Non viene venduto come blush, ma come ombretto. Nonostante questo, sembra il blush tono su tono di Invidia, una Pastello labbra sempre di Neve cosmetics uscita qualche anno fa.
Anche in questo caso la pigmentazione è buona, non fa macchia di colore e si può lavorare con poco prodotto alla volta per modulare l'intensità.


Newton è un duochrome, una base quasi trasparente con riflessi lilla-glicine (molto chiaro, quasi bianco) molto intensi e sgargianti. Non è il classico illuminante sobrio e leggero, ma di quelli che aggiungono un quid al lavoro finito. Rientra nella famiglia degli ombretti simili a Zoe di Nabla, anche se quest'ultimo punta sui riflessi che tendono al verde-giallo. Per me è troppo freddo, ma sono certa che ci sono molte persone a cui piacerà molto. Ricorda molto molto molto la matita Reversal della stessa collezione.



Pill è un albicocca-corallo fluo dal finish opaco. Unico blush della collezione, ha un tono veramente particolare. Non è il classico albicocca pastello, ha un anima leggermente più rossa (si può notare l'affinità con il blush Coralia di Nabla, un classico corallo chiaro) e risulta molto più intenso. La pigmentazione è buona ma non ottima, quindi si può modulare e lavorare senza rischiare la macchia di colore. Non rientra totalmente nei miei gusti, ma potrebbe essere un colore interessante soprattutto per chi ha tonalità naturali chiare. Anche in questo caso, poco autunnale.

Tirando le somme...
La collezione Mutation di Neve cosmetics è sicuramente interessante e molto più ispirata rispetto ad alcune collezioni passate (come la Circus). L'unica pecca che gli posso attribuire è di aver fatto uscire delle tonalità che erano più primaverili (o al massimo estive) che autunnali, e purtroppo molte clienti sono attente a queste cose.
In generale la qualità è buona per tutti i pezzi della collezione: gli ombretti che devono essere molto pigmentati sono molto pigmentati. Quelli che devono funzionare come transizione o comunque modulabili risultano facili da lavorare e sfumabili. Le matite hanno cambiato formulazione e sembrano più resistenti e leggermente meno morbide rispetto a quelle vecchie.
Per me i pezzi forte della collezione sono Ufo e Human tra gli ombretti. Robot non è un colore particolarmente originale, anche se non stona nell'insieme della collezione. Future è complesso da usare, così opaco, ma può richiamare le amanti dei colori e ha comunque un'ottima qualità. Mentre Newton funziona bene come illuminante, ma non mi convince la sua anima così fredda rispetto agli altri colori della collezione.
Menzione a Pill, l'unico blush, perché è un colore veramente interessante, anche se lo vedo meglio su persone dai colori naturali chiari, che non hanno bisogno di troppo contrasto sul viso.
Per quanto riguarda le pastello occhi, il pezzo forte è sicuramente Serendipity. Colore bellissimo. Aggiungo anche Distorsion e Paradox, che sono due bellissimi colori intensi autunnali. Le altre matite non stonano nella collezione, ma risultano meno versatili. 

Nessun commento :

Posta un commento