14 marzo 2017

5 nude lipstick for spring

Ebbene sì, sono caduta nel tunnel dei rossetti nude.
Non quelli marroncini fatti e finiti che fanno subito '90s, sia ben chiaro. Intendo quei rosini carne che fanno subito le labbra sane e giovani.
Ultimamente sono tornata a truccare molto gli occhi (sebbene anche qui, finisca sempre a usare le stesse tonalità), e preferisco tenermi più leggera sulle labbra dato che la maggior parte delle occasioni mondane sono riassumibili con "riunione del progetto".
In questo post ho raccolto i cinque nude preferiti del momento, che mi faranno compagnia in questa primavera 2017. Alcuni sono già comparsi nel blog, altri hanno fatto sporadiche apparizioni, mentre altri compaiono per la prima volta. Al solito vi racconto qualcosa di loro.
Fatemi sapere se volete qualcosa di simile anche per i rossetti più colorati...


Neve cosmetics Vernissage - Persistence of Memory*. Fa parte della mini-collezione di colori nude del range Vernissage uscita qualche settimana fa. Questo è probabilmente il mio colore preferito (e ho visto che non sono la sola). I Vernissage sono comparsi brevemente nei post dei preferiti del 2016, perché sono i primi gloss (ma abbastanza pigmentati da sembrare rossetti) che non solo non mi urtano dentro, ma che mi piacciono proprio. Certo, la loro durata non è paragonabile a quella di un rossetto classico, ma li trovo veramente piacevoli soprattutto con una matita sotto (e in questo ovviamente consiglio le Pastello sempre di Neve). La pigmentazione è buona, la texture anche. L'applicatore aiuta molto a contornare per bene le labbra senza sbordare, persino le mie che sono poco definite. Consiglio comunque di mettere una matita cerosa trasparente prima per ogni evenienza. Nello specifico, Persistence of Memory è esattamente il marrone cacao rosato che viene descritto da Neve. Lo trovo molto piacevole, ma non lo consiglierei a chi ha un tono freddo o sta bene con i toni freddi più che caldi. In quel caso, meglio optare per Blessed soul.

Urban Decay - Sheer Liar. Ho preso questo rossetto in saldo da Sephora e da quel momento l'ho usato costantemente. Temo che al momento non sia più in produzione, ma visto che ciclicamente Sephora tira fuori la roba dai magazzini, magari riuscite ancora a recuperarlo da qualche parte. La texture è simile a quella dei gloss o dei balsami labbra, meno dura/densa di un rossetto, un po' più appiccicosa. Anche l'effetto sulle labbra è abbastanza glossato, ma comunque abbastanza coprente da rendere il colore omogeneo. Sheer Liar è un marroncino rosato, perfetto con tutto (vedi qui). Molto confortevole, lascia le labbra belle idratate e morbide.


Nabla cosmetics Diva Crime - Closer*. Per me rimane il nude più bello prodotto da Nabla. Non mi voglio soffermare troppo, perché lo avevo recensito già in lungo e largo in questo post dedicato (qui). Rispetto a tutti gli altri, Closer è quello più opaco (anche se non è completamente opaco), quello più pigmentato e carico. Rispetto ad altri nude di Nabla (come Bye Bye Birdie, qui), ha una nota rosata più forte.

MAC - Patisserie. Arrivato a casa mia grazie a un Back to MAC. Patisserie è uno dei colori più amati nella blogsfera perché - fu detto - sta bene con tutto e funziona su tutte. In realtà non penso stia bene a tutte (anzi, credo che su persone dal tono molto scuro o molto giallo non funzioni), ma è vero che sta bene con tutto perché essenzialmente non fa molto altro se non rendere omogeneo il colore delle vostre labbra. Quindi, per esempio, è perfetto come rossetto da smokey. Oppure fa lo stesso lavoro dello smalto Ballerina di Chanel: rendere le vostre labbra curate: eliminare discromie, renderle più colorate e omogenee, dargli un effetto un po' glossy. Insomma, funziona bene anche su un trucco semplice al posto del burrocacao. Lo amo, lo tengo sempre in borsa. Rispetto a tutti gli altri, Patisserie è quello più rosa in assoluto, sebbene sia così neutro e così leggero che tutto sommato sta bene anche a chi mal sopporta il rosa...

NARS Satin Lip Pencil - Descanso. Anche questo temo fosse un colore di una limited, ma è probabile che prima o poi rifaccia la sua comparsa conoscendo Nars. Descanso è molto pigmentato (visto anche il finish), ma rispetto a Closer è più chiaro e più salmone/pesca. La texture è incredibilmente confortevole e l'applicazione, grazie alla forma a matita, è molto semplice.  

Vi lascio qua sotto una panoramica (scusate per le luci calde, non sono riuscita a fare altrimenti). Li trovate in fila seguendo l'ordine del post dal basso verso l'alto.

Dal basso: Persistence of Memory, Sheer Liar, Closer, Patisserie, Descanso
(*) Press Sample

Nessun commento :

Posta un commento